Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 18 Marzo
Scarica la nostra app
Segnala

METEO GENNAIO – Mese dai connotati pienamente INVERNALI con molte IRRUZIONI in vista

METEO - Il mese di Gennaio potrebbe proseguire con tanto freddo e neve in vista, ecco perché

METEO GENNAIO – Mese dai connotati pienamente INVERNALI con molte IRRUZIONI in vista
METEO - inverno avanti tutta con dicembre, ecco la tendenza
1 di 3
  • Pernultima perturbazione del mese, in compagnia delle fredde correnti Artiche

    Buon pomeriggio cari lettori del Centro Meteo Italiano! Siamo ormai alle porte di queste festività Natalizie e quest’anno a differenza degli altri anni saremo soggetti ad una poderosa irruzione d’aria artica che farà capolino sull’Italia a breve. La neve potrà fare ritorno su molte località anche a bassa quota infatti: dal mattino del 25 Dicembre la neve potrà manifestarsi sulle Alpi centro-orientali intorno agli 800-1000 metri di quota, mentre in Appennino sopra i 1200 metri. Nelle ore pomeridiane e in serata si andrà incontro ad un graduale calo della quota neve, che potrà arrivare al nord fin sulla pianura al nord ed in collina sulle regioni centrali. Non escludiamo importanti eventi nevosi anche a bassa quota sulle regioni centrali nella notte tra Natale e Santo Stefano. Sul seguito le ipotesi di un Capodanno dinamico si infittiscono, ecco perché!

    Il 2020 dovrebbe concludersi con una vasta area depressionaria direttamente dal Vortice Polare

    Il classico ricompattamento del VP che di solito avviene tra la fine di Dicembre e l’inizio di Gennaio potrebbe non manifestarsi. Infatti. Quest’anno il Vortice Polare in questa ultima decade del mese sarà molto disturbato dall’innalzamento delle onde planetarie. Da un punto di vista emisferico, le simulazioni evidenziano l’innalzamento della wave 2 (anticiclone Azzorriano) fin sulla Groenlandia, andando ad intaccare il “cuore” della massa d’aria fredda che caratterizza il Vortice Polare Troposferico. Questo innalzamento così brusco potrebbe comportare un collasso del lobo Islandese del Vortice, che andrebbe a collocarsi sull’Europa centrale fino a raggiungere l’Italia, regalandoci un ultima settimana del 2020 pienamente perturbata. Per quanto riguarda Gennaio 2021 cosa sappiamo? Ecco le ultimissime novità!

    Le festività di Capodanno potranno essere condizionate dal trasferimento di un lobo del Vortice Polare in Europa centrale – grafica Centro Meteo Italiano

    Gennaio con lo stratwarming: tanto freddo in arrivo?

    Negli scorsi editoriali vi abbiamo anticipato la possibile manifestazione di un riscaldamento a livello stratosferico. La fortissima Nina, si pensava, dalle ultime elaborazioni stagionali elaborate anche dai tecnici del Consorzio Toscano LAMMA, che potesse condizionare negativamente il Vortice Polare. D’altra parte lo stratwarming dovrebbe cambiare in maniera sostanziale le carte in tavola: se dovesse manifestarsi e propagarsi anche a livello troposferico, potrebbe mantenere un Vortice Polare molto disturbato e mantenere di conseguenza gli indici teleconnettivi legati all’Artico altrettanto negativi. Quindi visto il quadro attuale, ci si attende un mese di Gennaio 2021 molto freddo con perturbazioni a più riprese in Europa con possibile coinvolgimenti anche della penisola italiana. Tuttavia nel seguito è più probabile un rinforzo del Vortice Polare che potrebbe tornare ad invorticarsi e regalarci un Febbraio più mite. Vediamo qual è la possibile tendenza.

     

  • Meteo Inverno 2020-2021: mitezza al termine dell’inverno?

    La tendenza per il proseguo dell’inverno è affetta da molta incertezza essendo il proseguo della stagione attuale ancora molto lontano. Tuttavia le ipotesi sono preponderanti per un ritorno della mitezza sull’Europa. Al momento tra la fine di Gennaio e l’inizio di Febbraio, si ipotizza un ritorno della zonalità sull’Europa, con un flusso atlantico molto elevato latitudinalmente e un termine di inverno meteorologico molto mite. Questa ipotesi potrebbe dare adito ad un mese di Febbraio con un sopramedia termico e scarse precipitazioni non solo sull’Italia ma anche sull’intero continente. Questa è la linea di pensiero del modello Europeo che non darebbe adito ad una fine di Inverno degno del suo nome.

     

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Meteo  – Festività dal sapore invernale sull’Italia, seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Tecnico Meteorologo certificato secondo lo schema WMO ed iscritto all'Associazione Meteo Professionisti (AMPRO); fondatore di Meteo Lazio nel 2014, realtà che vanta una rete di stazioni meteo private. Fornisce dati meteo e bollettini per svariate sedi di Protezione Civile nel Lazio.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia