Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 14 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Grave PEGGIORAMENTO in arrivo in ITALIA con una furiosa ondata di TEMPORALI e GRANDINATE, ecco dove e quando

METEO - Grave PEGGIORAMENTO in arrivo sull'ITALIA, furiosa ondata di MALTEMPO con TEMPORALI e GRANDINATE sferzerà entro il prossimo WEEKEND, ecco le ZONE COLPITE

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Fase di maltempo al capolinea

    La fase di maltempo che da diversi giorni sta colpendo l’Italia sta giungendo ormai al capolinea. Un primo allontanamento delle correnti atlantiche che hanno caratterizzato interamente lo stivale questa settimana verso i Paesi europei più orientali, ha determinato un miglioramento nitido delle condizioni meteo su tutta la nostra Penisola, in particolare sulle regioni centro-settentrionali dove i cieli appaiono prevalentemente soleggiati. Tuttavia una blanda circolazione instabile continua ad interessare l’estremo sud, con temporali e acquazzoni che hanno colpito e stanno tutt’ora colpendo il ragusano e il siracusano.

    L’Anticiclone è di nuovo in slancio, presto miglioramento interesserà tutto il Paese

    Tuttavia l’Alta pressione di matrice africana è di nuovo in slancio e già in queste ore sta tornando a spingere dai quadranti meridionali: è infatti lei la responsabile dell’allontanamento delle correnti atlantiche prima citato, correnti che dalla giornata di domani lunedì 20 luglio abbandoneranno comunque in maniera definitiva la nostra Penisola. Il miglioramento a quel punto interesserà l’intero territorio nazionale, con condizioni meteo di generale e totale stabilità, con al più qualche disturbo nel corso del tardo pomeriggio sull’estremo nordest italiano. Temperature che torneranno nuovamente ad aumentare.

    Torna il caldo opprimente in Italia, temperature e umidità riprendono a salire, ma durerà qualche giorno

    Con il ritorno dell’Anticiclone di matrice africana tornerà, come caratteristica peculiare della matrice anticiclonica appena menzionata, anche il caldo opprimente sull’Italia. Le temperature infatti torneranno ad aumentare in maniera costante fino ad almeno la giornata di mercoledì 22 luglio in tutto il Paese, quando le colonnine di mercurio raggiungeranno in alcuni casi diversi gradi sopra la media del periodo, con picchi che arriveranno a toccare i +37/+38°C in Pianura Padana, ma anche localmente nelle pianure interne del foggiano, come abbiamo approfondito maggiormente all’interno di un apposito editoriale. Tuttavia la situazione è destinata presto a cambiare nuovamente, vediamo perché.

  • Da giovedì avanza una nuova perturbazione dai quadranti settentrionali

    Il flusso atlantico continuerà a scorrere su latitudini piuttosto basse per il periodo anche nei prossimi giorni, pertanto esso risulta sempre pronto a colpire l’Italia nel momento di debolezza dell’Anticiclone. Ciò peraltro causerà qualche nota di maltempo nelle ore pomeridiane dei prossimi giorni sull’estremo nordest, nonostante la netta prevalenza dell’Alta pressione nel Mediterraneo. Il tempo tornerà visibilmente a peggiorare da giovedì 23 luglio grazie all’avanzata di una nuova saccatura, vediamo le zone maggiormente a rischio temporali e nubifragi.

  • Nord Italia nel mirino del maltempo, coinvolgimento anche del centro

    L’affondo della saccatura di origine nordatlantica si completerà sull’Italia tra le giornate di venerdì 25 e sabato 26 luglio. Ciò comporterà l’arrivo di nuovo forte maltempo nella nostra Penisola che questa volta potrebbe interessare maggiormente le regioni settentrionali. Difficile stabilire ad una distanza temporale ancora relativamente elevata le esatte zone colpite, in ogni caso le regioni centrali potrebbe rientrare tra quelle a rischio nubifragi e grandinate. Sul peggioramento seguiranno aggiornamenti nei prossimi giorni, che vi invitiamo a seguire sul nostro sito.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: