Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 9 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – I MONSONI continuano a mietere vittime: oltre 100 morti folgorati in India, decine di feriti, tutti i dettagli

METEO - In India i MONSONI continuano a mietere vittime: sono almeno 107 i morti folgorati, ma ci sarebbero decine di altri feriti, tutti i dettagli

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Stabilità quasi ovunque in Italia con punte fino a +34/+35°C

    L’Alta pressione non molla l’Italia avvolgendola da inizio settimana senza sosta e portando condizioni di prevalente bel tempo sulla nostra Penisola. Tuttavia negli ultimi giorni e precisamente da ieri il flusso atlantico appare maggiormente pronunciato verso il continente europeo, richiamato anche dalla goccia fredda responsabile dei forti temporali avvenuti sull’arco alpino e aree limitrofe tra ieri sera e questa notte, che non hanno mancato di portare persino qualche danno e disagio, come abbiamo approfondito maggiormente all’interno di un apposito editoriale. Questa situazione porta bel tempo e clima estivo quasi ovunque con picchi fino a +34/+35°C in Sardegna e Calabria. C’è qualche eccezione anche oggi, vediamo dove.

    Forte maltempo sull’arco alpino

    Lo scorrimento di aria più fresca e umida determinato proprio da un netto sbilanciamento del flusso atlantico verso il continente europeo di cui abbiamo fatto menzione in precedenza, causerà la formazione e il successivo sviluppo di nuovi temporali anche intensi sull’arco alpino. Tali temporali potrebbero successivamente sconfinare presso le zone limitrofe e le pianure adiacenti. Qualche disturbo nuvoloso in più è stato possibile ritrovarlo anche lungo la dorsale appenninica, laddove comunque non ha portato fenomenologia rilevante al suolo. Anche in questi casi comunque le temperature appaiono oltre la media del periodo o al massimo in linea con la stessa.

    Fenomeni meteorologici estremi nel mondo

    Il forte maltempo che interessa solamente alcune aree del Paese ha già portato qualche danno e disagio nel corso della notte come scritto in precedenza e, momentaneamente, non se ne registrano fortunatamente altri in Italia. Lo stesso però non si può dire per alcune zone del mondo, come ad esempio l’India, dove da ieri insistono violenti temporali e nubifragi forieri di attività elettrica a causa dei monsoni. Dell’argomento ne avevamo già parlato ieri, ma oggi il bilancio si è aggravato in maniera esponenziale, motivo per cui merito un ulteriore approfondimento nel presente editoriale.

  • Il bilancio si aggrava ad almeno 107 morti ed altre decine di feriti

    Se il bilancio fino a ieri parlava di 33 persone rimaste vittime dei fulmini, nella giornata odierna si è pesantemente aggravato e stando a ciò che riporta il sito “agi.it” i morti sarebbero almeno 107, di cui 83 nel solo distretto di Bihar e i restanti 24 si sono registrati nel distretto di Uttar Pradesh. Sarebbero inoltre decine i feriti colpiti dai fulmini ma fortunatamente salvatisi. Purtroppo si tratta di episodi piuttosto frequenti nella stagione monsonica (indicativamente da giugno a settembre): secondo stime ufficiali sarebbero infatti più di 2300 i morti folgorati nel 2018 in India.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: