Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 9 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Il MALTEMPO bersaglia l’ITALIA, PIOGGE in arrivo, la Protezione Civile dirama l’ALLERTA, ecco le città interessate

METEO - Il MALTEMPO mette l'ITALIA nel mirino con PIOGGE in arrivo, la Protezione Civile ha diramato ALLERTA METEO, lista città interessate

Allerta meteo diramata per domani dalla Protezione Civile.
1 di 3
  • Prima parte di giornata generalmente stabile, quella di oggi

    La prima parte della giornata odierna è risultata generalmente stabile sulla nostra Penisola grazie alla presenza e alla persistenza di un Anticiclone di matrice africana che continua a portare i suoi effetti sull’Italia. Tuttavia, condizioni di cielo più nuvoloso si sono riscontrate lungo i settori più occidentali italiani a causa della progressione di una saccatura di origine nordatlantica verso oriente, in direzione cioè del nostro Paese. Fino a questo pomeriggio tuttavia, questa situazione non ha portato alcun tipo di fenomeno al suolo, cosa che invece potrebbe accadere (e sta già accadendo) nel corso delle prossime ore, come vedremo nel paragrafo successivo.

    Prime piogge in arrivo su Sardegna e settori nordoccidentali

    Le prime piogge stanno colpendo e sono in arrivo dunque sulla Sardegna e in generale sui settori più occidentali dell’Italia, quali il Piemonte, la Valle d’Aosta e la Liguria di ponente. Questo perché la saccatura di origine nordatlantica continuerà a traslare verso est anche nel corso della serata odierna (e anche nella giornata di domani, come vedremo) favorendo una sempre maggior ingerenza di correnti instabili all’interno del bacino del Mediterraneo. Verso serata inoltre, un fronte nuvoloso tuttavia arido di precipitazioni farà ingresso sul versante tirrenico, come abbiamo maggiormente approfondito all’interno di un apposito editoriale.

    Domani piogge prefrontali sul versante tirrenico e nord-ovest, poi il maltempo intensifica

    L’azione delle correnti instabili presenti sul Mediterraneo occidentale genereranno qualche rovescio prefrontale che nella prima metà di domani domenica 10 maggio e in particolare tra le ore della notte e le prime ore della mattina, colpiranno il versante tirrenico centrale, l’Umbria e il nordovest italiano, Lombardia inclusa, in maniera sparsa. I fenomeni saranno tuttavia deboli o al più moderati, tali da riversare al suolo un accumulo altrettanto scarso. Dopo una pausa nelle ore centrali, a partire dalla sera o tarda sera il maltempo si manifesterà in forma più intensa sulla Sardegna, sulla Liguria occidentale e nel cuneese, con i fenomeni che occasionalmente potrebbero essere accompagnati anche da attività elettrica. Qualche rovescio in mattinata potrebbe interessare in maniera occasionale Campania, Molise e alta Puglia.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico attuale e delle prossime ore, vi riportiamo il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per domani: Precipitazioni: tendenti a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, in intensificazione nel corso del pomeriggio-sera, su Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Sardegna nord-occidentale, con quantitativi cumulati localmente moderati, specie sul Piemonte occidentale e sulla Liguria di Ponente; isolate, anche a carattere di rovescio o breve temporale, su Lombardia centro-settentrionale, Alto Adige, settori alpini di Veneto e Friuli Venezia Giulia, Appennino emiliano, Toscana settentrionale e centro-occidentale, Lazio meridionale, settori occidentali di Abruzzo e Molise, Campania settentrionale e resto Sardegna, con quantitativi cumulati generalmente deboli. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: massime in locale sensibile diminuzione sulle regioni di nord-ovest, su quelle adriatiche centro-meridionali e zone interne di Lazio e Campania. Venti: localmente forti sud-orientali su Puglia centro-meridionale e Sicilia meridionale; tendenti a localmente forti dai quadranti meridionali su Calabria, Basilicata ionica, Sardegna, Arcipelago toscano, Appennino settentrionale e sulla Liguria, ove ruoteranno gradualmente dai quadranti settentrionali. Mari: molto mossi lo Stretto di Sicilia e localmente il Tirreno occidentale e settentrionale; dal pomeriggio-sera tendenti a molto mossi lo Stretto di Messina, lo Ionio, l’Adriatico meridionale ed il Mar Ligure al largo. Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • Allerta gialla, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto all’interno del bollettino che vi abbiamo appena riportato, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato queste allerte per domani: Per la giornata di domani, Domenica 10 maggio 2020: ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Bacini emiliani occidentali, Bacini emiliani centrali. Piemonte: Valli Varaita, Maira e Stura, Valli Susa, Chisone, Pellice e Po, Valli Orco, Lanzo e Sangone, Val Sesia, Cervo e Chiusella, Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale, Scrivia, Valle Tanaro.
    Interessati dunque dall’allerta i seguenti capoluoghi: Torino, Cuneo, Biella, Novara.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: