Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Il MALTEMPO diventa un incubo per la Sicilia: NUBIFRAGIO e TROMBA d’ARIA si abbattono nel catanese, diversi DANNI e ALLAGAMENTI

METEO - Il MALTEMPO pare accanirsi sulla Sicilia: ennesimo NUBIFRAGIO, TROMBA D'ARIA a Scordia, è la seconda della settimana in provincia di Catania. 2 persone tratte in salvo, i dettagli

Tornado, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Migliora al nordest dopo il maltempo odierno

    Come abbiamo già accennato all’interno di un apposito editoriale, nella giornata di oggi residua instabilità ha colpito le regioni nordorientali che hanno comunque osservato un miglioramento nel corso della seconda parte di pomeriggio, mentre le condizioni meteo appaiono piuttosto perturbate ancora nelle zone interne delle regioni centro-meridionali, Isole Maggiori comprese (soprattutto la Sicilia come vedremo nel presente editoriale), dove notevole è stata la cumulogenesi e dove si sono dunque formati temporali termoconvettivi. L’ingresso di correnti più fresche e umide provenienti dai quadranti nordorientali e di matrice atlantica sono determinanti per lo sviluppo di tali temporali.

    Temperature allineate alla media del periodo o lievemente al di sotto

    L’affluenza di correnti più fresche e umide in arrivo dai quadranti nordorientali non scaturisce come unico effetto la formazione dei classici temporali pomeridiani estivi, ma anche un generale contenimento delle temperature all’interno della media del periodo, che è stato l’elemento peculiare di questa settimana. Soprattutto nelle ultime estati infatti, è difficile ritrovare una settimana in cui le temperature sono state tipiche del clima estivo mediterraneo, in virtù del fatto se si pensa che molte località hanno misurato valori addirittura inferiori alla media del periodo. L’estate dunque non decolla e non sembra comunque destinata a farlo almeno nelle prossime due settimane.

    Il maltempo si accanisce sulla Sicilia: tromba d’aria a Scordia, è la seconda della settimana nel catanese dopo quella di Mineo

    Dopo la tromba d’aria in settimana sulla città di Mineo che fortunatamente non ha provocato danni in quanto ha colpito la campagna e dopo l’alluvione di Palermo che invece di danni ne ha fatti eccome, anche se è stata smentita la notizia inizialmente trapelata sulle due vittime, anche oggi il maltempo ha sferzato la Sicilia. Sembra ormai un accanimento. Questa volta ad essere colpito è stato il catanese, in particolare le località di Ramacca e Scordia, dove stando a quanto riporta il sito “ansa.it” si sarebbe abbattuta una tromba d’aria che ha scoperchiato il tetto di una casa di riposo.

  • 2 persone già portate in salvo

    La tromba d’aria sarebbe stata accompagnata anche dall’arrivo di un nubifragio con frequente attività elettrica, che ha provocato diversi allagamenti per cui è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco e della squadra dei sommozzatori dei pompieri. 2 persone sono infatti state tratte in salvo: la prima era rimasta intrappolata nella propria auto, l’altro, un anziano, si era riuscito a liberare salendo sul tetto della macchina in attesa dei soccorsi.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: