Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 17 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO IMMACOLATA – FREDDO si o no? Tutte le tendenze per l’inizio di DICEMBRE 2020

METEO IMMACOLATA - Ecco le tendenze ufficiali per la festività dell'Immacolata Concezione e per l'inizio del mese di Dicembre 2020

METEO IMMACOLATA – FREDDO si o no? Tutte le tendenze per l’inizio di DICEMBRE 2020
METEO IMMACOLATA - FREDDO si o no Tutte le tendenze per l'inizio di DICEMBRE 2020
1 di 3
  • Alta pressione poco solida, con molte piogge al sud negli ultimi giorni

    Salve a tutti cari lettori del Centro Meteo Italiano! Nei giorni scorsi il meridione è stato bersagliato da correnti umide a causa di una depressione che si è instaurata sul basso Mediterraneo; su molte località tra la Calabria e la Sicilia gli accumuli pluviometrici sono risultati piuttosto consistenti: primo fra tutti l’accumulo della località Calabrese di Cirò Marina che ha fatto registrare oltre 400 millimetri nell’arco di 48 ore. Anche la città di Crotone è stata soggetta ad intense piogge che hanno sorpassato i 200 millimetri in 24 ore. Negli ultimi 3 giorni anche la Sicilia è stata soggetta a forti piogge con valori fino a 150 millimetri raggiunti in 3 giorni. In sintesi l’ultima parte di Novembre, come previsto anche dalle proiezioni mensili, è risultata in parte più dinamica grazie all’avvento di perturbazione che però non hanno coinvolto omogeneamente lo stivale. Anche l’ultimo weekend del mese potrebbe seguire lo stesso andamento, grazie all’arrivo di una perturbazione che potrebbe coinvolgere in maniera più netta le Isole Maggiori. Vediamo come!

    Ultimo weekend del mese, con un’altra perturbazione

    Dalla giornata di Venerdì 27 Novembre, una depressione nord-Africana che riceverà un ulteriore contributo di aria fresca atlantica, e dai quadranti meridionali un contributo più mite, potrà interessare i settori Tirrenici della nostra nazione. Questo mix potrà innescare una notevole cumulogenesi marittima, con temporali di notevole intensità (anche organizzati) con piogge torrenziali che potrebbero impattare in maniera preponderante le Isole Maggiori. Al momento su questi settori sono previsti gli accumuli maggiori, mentre il resto della penisola sarà più ai margini con un coinvolgimento più importante dei settori peninsulari centro-meridionali. In questa occasione non ci sarà un notevole apporto di freddo, che potrebbe arrivare però con l’inizio della nuova settimana dai quadranti più orientali. Dunque Appennino e Alpi saranno a “secco” in questa occasione, ma potranno fare nuovamente il “carico” di neve secondo la tendenza delineata dalle ultime emissioni!

    Nella proiezione del modello ECMWF si prevede un periodo più piovoso per l’inizio del mese di Dicembre – fonte https://effis.jrc.ec.europa.eu/

    Inizio di Dicembre con possibile flusso atlantico

    Nelle ultime emissioni dei centri di calcolo internazionali, si prevede una ripresa più marcata del flusso atlantico ed un conseguente abbassamento dell’anticiclone Azzorriano piazzato sull’oceano. Per la prima decade del mese (come riportato dunque in figura) potrebbero concentrarsi più perturbazioni, grazie anche ad un indice NAO previsto in calo nei prossimi giorni. Questa ipotesi è portata avanti dal modello ECMWF, con una possibile festività dell’Immacolata Concezione sotto maltempo. Dunque potrebbero tornare precipitazioni, nevicate in montagna e potrebbe verificarsi un abbassamento delle temperature. Sul resto del mese di Dicembre ancora non si ha un’idea chiara, tuttavia alcune proiezioni delineano un condizionamento in successione alla formazione dell’anticiclone Russo-Siberiano.

  • Mese di Dicembre sopra la media, ma con più precipitazioni

    Nel complesso il mese di Dicembre potrebbe risultare caldo sopra la media, con anomalie di temperatura positive più marcate sulla Scandinavia e sull’Europa orientale. In quest’ottica rientrerebbe l’ipotesi di afflusso di correnti atlantiche su paesi Iberici, Francia e Italia dove le anomalie termiche sono molto più contenute. Il Vortice Polare potrebbe iniziare ad essere più disturbato, rispetto agli anni precedenti in cui si mostrava sempre molto compatto, dando adito a lunghi periodi anticiclonici a ridosso della fine dell’anno. Per ulteriori dettagli seguite i prossimi editoriali per scoprire di più sull’andamento del prossimo mese dell’Inverno 2020.

     

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: