Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 17 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Il RISCATTO del mese di DICEMBRE, possibile FREDDO e NEVE anche all’IMMACOLATA?

METEO - Mese di Dicembre molto dinamico, con freddo e neve possibili anche nella festività dell'Immacolata

METEO – Il RISCATTO del mese di DICEMBRE, possibile FREDDO e NEVE anche all’IMMACOLATA?
METEO - Il RISCATTO del mese di DICEMBRE, possibile FREDDO e NEVE anche all'IMMACOLATA?
1 di 3
  • Novembre si conclude dividendo lo stivale a metà

    Buongiorno a tutti e buon inizio di settimana cari lettori del Centro Meteo Italiano! Sta per concludersi il mese di Novembre, con un bilancio piuttosto favorevole per quanto riguarda perturbazioni e maltempo verso le regioni più meridionali. Se da una parte abbiamo avuto più giornate stabili e anticicloniche al nord (con un notevole deficit pluviometrico sui settori Alpini) d’altra parte al centro-sud le cose si sono svolte in maniera molto diversa. Il maltempo è stato molto severo specialmente sulle Isole Maggiori: su Licata si è manifestata un’alluvione lampo che ha coinvolto la circolazione stradale. Anche in Sardegna dopo le piogge che si sono manifestate nella giornata di Venerdì, il Sabato si sono verificate ingenti grandinate con danni specialmente a colture e autoveicoli. Col mese di Dicembre, si inaugurerà non solo la stagione meteorologica invernale, ma si verificheranno le prime nevicate a bassissima quota. Scopriamolo insieme!

     

    Perturbazione per l’inizio di Dicembre, molte aree con neve in pianura

    Il calo termico dalla giornata di domani, sarà poderoso a partire dalle regioni settentrionali: grazie al contributo del nocciolo d’aria fredda in quota (le temperature alla quota isobarica di 500 hPa si aggireranno intorno ai -30°C). L’aria fredda farà ingresso dalla porta del Rodano, alimentando un minimo di bassa pressione che si andrà a formare sul golfo Ligure. Le nevicate risulteranno copiose sulle regioni settentrionali: dapprima sui settori alpini intorno ai 700 metri di quota. Tra pomeriggio e serata le precipitazioni andranno ad aumentare con nevicate su Appennino Tosco Emiliano, Liguria, Piemonte e Lombardia fin sui 200-300 metri. La neve arriverà anche in pianura: attenzione tra la notte di Martedì ed il mattino di Mercoledì, in quanto le precipitazioni saranno copiose tra Emilia Romagna e Lombardia anche a quote pianeggianti. In sintesi potrebbe trattarsi del primo serio evento di stampo invernale sulle regioni del centro-nord, anche se nel medio termine sembra profilarsi un altra perturbazione che andrebbe ad occupare la prima decade del mese di Dicembre!

     

    Nella grafica la possibile perturbazione in arrivo nel prossimo weekend con freddo e neve – elaborazione Centro Meteo Italiano

    Prossimo weekend di maltempo e neve? Arrivano conferme dai modelli matematici

    Secondo le ultime emissioni modellistiche la prima decade del mese di Dicembre continuerà ad essere fredda e perturbata. Il Vortice Polare potrebbe risultare molto disturbato, con un affondo depressionario molto possente; quest’area, corrispondente al lobo Islandese, potrebbe trovarsi dislocata discendendo sull’Europa centrale e sull’Italia. Si potrebbe dunque protrarre il maltempo, con un coinvolgimento anche delle giornate dell’Immacolata come vi avevamo parlato nei giorni scorsi. In antitesi agli altri anni, il mese di Dicembre potrebbe risultare con un surplus pluviometrico grazie ad una circolazione atmosferica antizonale.

     

  • Tendenza meteo per Dicembre 2020

    Le ipotesi per il mese di Dicembre iniziano a delineare la possibilità di un mese più dinamico, in conseguenza ad alcuni indici teleconnettivi previsti in calo. Dal centro di calcolo toscano Lamma, viene riportata la seguente tendenza: “Sulla base delle proiezioni di alcuni indici di teleconnessione come AO e NAO, che il mese di Dicembre possa essere caratterizzato da una certa dinamicità atmosferica con pause anticicloniche, alternate a ingressi d’aria instabile, a tratti anche fredda. Pertanto è lecito attendersi temperature nella norma e un numero di giorni piovosi in media. Va comunque precisato che sul lato precipitativo permane dell’incertezza, in quanto il tipo di circolazione attesa è affetta da un notevole variabilità (scambi meridiani).” Il modello Europeo dalla sua, prevede un’abbondanza di precipitazioni sul versante Tirrenico. Meno piogge potrebbe manifestarsi sul lato Adriatico e sui settori settentrionali d’Italia. Per avere ulteriori notizie a riguardo, non perdetevi i nostri prossimi aggiornamenti!

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: