Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 23 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

METEO: in arrivo TEMPORALI localmente anche intensi in ITALIA, temperature in calo in settimana

METEO: ITALIA nel mirino dei temporali già nelle prossime ore, in settimana temperature in calo grazie alle correnti più fresche da est

METEO - circolazione FRESCA preme sull'ITALIA, il 2 GIUGNO e l'inizio dell'ESTATE a forte rischio TEMPORALI
Meteo Italia: circolazione fresca e temporali per l'inizio dell'Estate?
1 di 4
  • Fronte freddo scorre sulla nostra Penisola portando un rapido peggioramento meteo con temporali anche intensi

    Nonostante la rimonta dell’anticiclone sul Mediterraneo, la protezione fornita all’Italia non sarà assoluta e già nel corso delle prossime ore il transito di aria fredda in quota porterà un rapido peggioramento meteo con piogge e temporali localmente anche di forte intensità. Primi fenomeni nel corso del pomeriggio sui settori alpini, precipitazioni che diverranno via via più intense ed estese con l’avvicinarsi della sera. Piogge e temporali che entro la notte interesseranno anche la Pianura Padana risultando più intensi sulle regioni di Nord-Est. Condizioni meteo in miglioramento a seguire con instabilità ancora presente però nella giornata di Domenica quando non si escludono locali acquazzoni in particolare sulle zone interne del Centro-Nord. Durante la prossima settimana temperature in calo soprattutto sui settori adriatici per l’arrivo di aria più fresca da est.

    Temperature fino a+ 30 gradi in Italia poi cambia tutto con valori in calo anche sotto le medie

    Weekend caldo sulla nostra Penisola con temperature che tra oggi e domani potranno anche toccare i +30 gradi specie su Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Sicilia e Sardegna. Ultimi aggiornamenti dei modelli meteo che confermano per la prossima settimana un calo delle temperature, anche importante, sulla nostra Penisola ad opera delle correnti più fredde da est. Come anticipato già nei giorni scorsi l’anticiclone in rimonta sull’Europa sarà come una coperta troppo corta per l’Italia che dunque rimarrà in balia delle correnti più fredde orientali. Massimi dell’anticiclone sui settori occidentali del continente e vasta circolazione depressionaria, colma di aria fredda in quota, tra Europa orientale e Balcani. Sia il modello GFS che l’europeo ECMWF mostrano un calo delle temperature specie da metà settimana con valori che potrebbero scendere anche di 4-5 gradi al di sotto delle medie del periodo in particola su medio-basso Adriatico e Sud. Ovviamente anche le condizioni meteo si farebbero un po’ più instabili con temporali pomeridiani.

    Secondo GFS giugno e l'estate potrebbero iniziare con una fase di maltempo

    Secondo GFS giugno e l’estate potrebbero iniziare con una fase di maltempo

    Tendenza meteo: per l’inizio di giugno il modello americano strizza ancora l’occhio al maltempo

    Il mese di maggio dovrebbe terminare con condizioni meteo a tratti instabili e clima non troppo caldo grazie alla presenza di una vasta circolazione depressionaria, con aria fredda in quota, posizionata tra Europa orientale e Balcani. Ancora molto distante l’inizio di giugno che però, stando all’ultimo aggiornamento del modello GFS, potrebbe riservare delle sorprese sotto il profilo meteo. Come già anticipato ieri l’anticiclone delle Azzorre potrebbe spostare i suoi massimi di pressione sempre più verso l’Atlantico risalendo anche di latitudine fino a lambire l’Islanda. Aria fredda scenderebbe dunque dalla Scandinavia verso l’Europa centrale attivando una vasta circolazione depressionaria. Questa potrebbe influenzare anche le condizioni meteo sul Mediterraneo centrale portando maltempo e clima decisamente fresco. Al momento è solo un’ipotesi ma visto l’andamento degli ultimi mesi non sarebbe male iniziare l’estate con un po’ di acqua in più.

  • Evoluzione meteo per l’estate 2020 secondo alcuni modelli stagionali

    Ricordando che si tratta solo di proiezioni derivate da modelli stagionali, proviamo a tracciare una tendenza meteo per la prossima estate. Il mese di giugno 2020 potrebbe vedere, secondo l’ultima uscita di ECMWF, condizioni meteo spesso dominate da vasti anticicloni sull’Europa. Temperature che risulterebbero così sopra la media in Italia soprattutto sulle regioni del Centro-Nord. Le precipitazioni potrebbero invece risultare in media soprattutto al Centro-Sud grazie all’attività temporalesca dovuta a temporanei cali di pressione proprio sul Mediterraneo centrale. Nei mesi di luglio e agosto le anomalie maggiori in termini di temperatura e mancanza di pioggia si concentrerebbero invece su Europa orientale e Balcani.

  • Luglio 2020 con temperature sopra media e poche piogge?

    Diciamo prima di tutto che i mesi di luglio e agosto sono i meno piovosi in assoluto per l’Italia, specie per quello che riguarda le regioni del Centro-Sud. Il modello ECMWF mostra anomalie termiche più accentuate al Nord e lungo l’Adriatico ma i valori sopra media riguarderebbero un po’ tutta la Penisola. Non vi sono invece al momento particolari anomalie per le precipitazioni che potrebbero dunque risultare nella norma. Condizioni meteo in questo caso caratterizzate da stabilità prevalente ma con temporali pomeridiani specie su Alpi e Appennino.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: