Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 7 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Ancora MALTEMPO: ALLERTA ROSSA emanata dalla Protezione Civile, si teme per la piena dei fiumi, ecco le città interessate

1 di 4
  • Il maltempo ha coinvolto tutto il Paese oggi

    L’ondata di maltempo che ha interessato l’Italia quest’oggi ha coinvolto in misura minore o maggiore comunque tutto il nostro Paese da nord a sud. Questo a causa di una circolazione instabile innescata nel Mediterraneo centro-occidentale dall’arrivo dell’ennesima saccatura di origine atlantica in affondo in direzione del nostro stivale. Purtroppo, anche oggi così come i passati giorni, si è dovuta affrontare la conta dei danni e dei disagi, come vedremo nel prossimo paragrafo.

    Allerta rossa a Ferrara e Bologna oggi, esondato fiume nel bolognese

    Già nella giornata di ieri la situazione di criticità e di potenziale pericolosità della situazione meteo aveva indotto il Dipartimento di Protezione Civile ad emanare l’allerta rossa per Ferrara e Bologna e le relativa province per rischio idraulico, ricondotta dunque alla piena dei fiumi, più che al vero e proprio maltempo causato dalle piogge, che difatti non è risultato oggi così intenso. Nella giornata odierna è infatti esondato il fiume Idice nel bolognese, di cui abbiamo ampiamente approfondito all’interno del relativo articolo. L’allerta, come vedremo nei successivi paragrafi, è stata poi successivamente prolungata ed estesa anche ad altre zone.

    Domani ancora maltempo in arrivo con l’approssimarsi di una nuova perturbazione

    Mappa relativa al bollettino meteo emesso dalla Protezione Civile e valido per domani 20 novembre. Fonte: http://www.protezionecivile.gov.it/home.

    Per la giornata di domani mercoledì 20 novembre si prevedono, fin dalle prime ore della mattinata dei rovesci residui sul Lazio e sulle aree tirreniche meridionali, soprattutto sulla fascia litoranea (ad eccezione della Sicilia, dove il tempo migliorerà). Contestualmente la formazione di un minimo depressionario neanche così profondo sull’Adriatico centrale, porterà delle piogge in Romagna e sulle regioni centrali adriatiche. Qualche rovescio possibile tra notte e mattina anche sulla Puglia centro-settentrionale. Migliora in tutte queste zone gradualmente nel corso del pomeriggio, mentre tenderà a peggiorare in Toscana e Liguria per i primi influssi di un nuovo impulso atlantico in arrivo sul Mediterraneo. Possibile anche qualche nevicata su Alpi e Prealpi piemontesi in serata a partire dai 1400/1500 metri.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico italiano delle prossime ore, vi riportiamo ora il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per domani: Precipitazioni: sparse, localmente anche a carattere di rovescio o breve temporale, su Romagna, zone costiere di Marche e Campania, su Basilicata tirrenica e Calabria tirrenica centro-settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati; da isolate a sparse, su zone alpine centro-occidentali, Piemonte centro-meridionale, Friuli Venezia Giulia, Liguria, settori costieri di Toscana e Lazio, Puglia meridionale, Appennino romagnolo, resto di Marche e su zone costiere di Abruzzo, con quantitativi cumulati deboli. Nevicate: deboli residue nella prima parte della giornata sulle zone alpine occidentali al di sopra dei 1200 m con apporti al suolo deboli. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: senza variazioni di rilievo. Venti: localmente forti occidentali su Sardegna settentrionale, Sicilia, Calabria e Puglia, in attenuazione. Mari: molto mossi i bacini occidentali e lo Ionio settentrionale, in generale attenuazione. Fonte: http://www.protezionecivile.gov.it/home.

  • Allerta rossa, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto nel bollettino che vi abbiamo riportato nel precedente paragrafo e di quanto riscontrato oggi a livello idrometrico, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato queste allerte per domani: Per la giornata di domani, Mercoledì 20 novembre 2019: ELEVATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA ROSSA: Emilia Romagna: Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese, Pianura emiliana centrale. MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA ARANCIONE: Emilia Romagna: Bacini emiliani centrali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Bacini emiliani orientali. Veneto: Livenza, Lemene e Tagliamento. MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA ARANCIONE: Veneto: Livenza, Lemene e Tagliamento, Alto Piave. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA: Calabria: Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Settentrionale. Emilia Romagna: Bacini emiliani occidentali. Friuli Venezia Giulia: Bacino del Livenza e del Lemene. Lombardia: Bassa pianura orientale. Veneto: Piave pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e monti Lessini, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Alto Piave. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA: Basilicata: Basi-C, Basi-A2, Basi-D. Calabria: Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Settentrionale. Campania: Basso Cilento, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Tusciano e Alto Sele, Piana Sele e Alto Cilento. Emilia Romagna: Pianura e costa romagnola. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA: Basilicata: Basi-C, Basi-A2, Basi-D. Calabria: Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Settentrionale. Emilia Romagna: Bacini emiliani centrali, Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Bacini emiliani orientali. Friuli Venezia Giulia: Bacino dell’Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene, Bacino montano del Tagliamento e del Torre. Lombardia: Laghi e Prealpi Varesine, Valchiavenna, Lario e Prealpi occidentali, Appennino pavese. Toscana: Fiora e Albegna-Costa e Giglio, Isole, Etruria-Costa Nord, Etruria-Costa Sud, Ombrone Gr-Costa, Etruria. Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento. Veneto: Piave pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e monti Lessini, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna.
    Interessati dunque dall’allerta tutti i capoluoghi di: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e i seguenti: Napoli, Salerno, Avellino, Cosenza, Vibo Valentia, Grosseto, Lecco, Varese e Como.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: