Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 5 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Ancora PIOGGE e TEMPORALI su alcune REGIONI, ecco le zone colpite nelle prossime ore

PREVISIONI METEO – Refoli di aria fresca e instabile continuano ad interessare diverse regioni del Sud Italia, ma la tendenza è ad un generale miglioramento dalle prossime ore

METEO ITALIA - Ancora PIOGGE e TEMPORALI su alcune REGIONI, ecco le zone colpite nelle prossime ore
METEO ITALIA - Ancora PIOGGE e TEMPORALI su alcune REGIONI, ecco le zone colpite nelle prossime ore , fonte foto: PIXABAY
1 di 3
  • METEO : goccia fredda ancora attiva sul Mar Ionio, ma il clima sorride in questa settimana

    Buongiorno e bentrovati a tutti gli amici del Centro Meteo Italiano. La circolazione instabile che  nei giorni scorsi ha favorito condizioni di generale maltempo sulla Penisola, si sta lentamente muovendo verso Sud, determinando ancora locale instabilità specialmente tra Sicilia e Calabria. La tendenza è comunque volta ad un progressivo miglioramento grazie all’alta pressione di origine afroazzorriana che tenderà a rimontare da Ovest condizionando la situazione climatica di tutta la settimana. Le temperature subiranno un rialzo ma senza portarsi su valori eccessivamente elevati, mentre la sensazione di afa a cui abbiamo assistito la scorsa settimana tenderà ad essere ben più attenuata. In questo editoriale comunque oltre a focalizzarci sui prossimi due giorni cercheremo di capire i principali centri di calcolo cosa mostrano in chiave futura, con le emissioni 00z sia del modello GFS che del modello UKMO.

    METEO OGGI lunedì 6 luglio 2020,  residua instabilità al Sud

    Al mattino la situazione meteorologica sul nostro Paese risulterà ad ampi tratti stabile e soleggiata grazie a correnti più asciutte che scorrono da Nord, come invece mostra la moviola satellitare sulle regioni meridionali persistono condizioni di locale maltempo. Nella fattispecie, un temporale anche intenso si trova poco a largo dello Stretto di Messina con frequenti fulminazioni e piogge di debole o moderata entità che stanno interessando ora le città di Messina e Reggio Calabria. Fenomeni più deboli sul resto delle due estreme regioni meridionali. Al pomeriggi tuttavia le attenzioni si riporranno su un nuovo fronte freddo in discesa da Nord Est, con temporali che dapprima interesseranno i settori alpini e successivamente si estenderanno anche a quelli pianeggianti. In serata e in nottata pertanto sono attese condizioni di maltempo sparso con locali temporali su basso Veneto, pianure friulane, Romagna e Marche settentrionali. Persiste invece bel tempo sul resto della Penisola con ampie schiarite e assenza di fenomeni significativi.

    METEO DOMANI martedì 7 luglio 2020, sempre più maltempo al Settentrione: vediamo le aree a rischio

    La mattinata di domani dovrebbe aprirsi all’insegna della generale stabilità atmosferica, eccezion fatta per i settori dell’alto Adriatico che potrebbero essere ancora alle prese con il modesto fronte freddo di cui abbiamo parlato anche nel precedente paragrafo. Al mattino i cieli si presenteranno pertanto sereni o poco nuvolosi su tutta la Penisola salvo qualche addensamento possibile su Est del Piemonte, bassa Lombardia ed Emilia-Romagna. Al pomeriggio e in serata locale attività convettiva potrà svilupparsi a ridosso dei rilievi appenninici e sull’imperiese con possibilità di isolate piogge o brevi temporali. Migliora invece al Nord Est dove le nubi compatte del mattino si sostituiranno rapidamente a schiarite sempre più ampie. Temperature attese in leggero calo al Centro-Nord nei valori massimi, stazionarie o in lieve aumento invece le minime sulle regioni meridionali. Andiamo però a vedere cosa ci aspetta nel medio-lungo periodo secondo le ultimissime uscite modellistiche.

  • TENDENZA medio-lungo termine, nuovo peggioramento all’orizzonte? Gfs punta il dito su metà mese

    Gli aggiornamenti dei principali centri di calcolo questa mattina confermano che per praticamente tutta la settimana corrente torneremo ad essere interessati da un vasto campo di alta pressione ma senza grandi eccessi di caldo. Il tutto grazie alla componente azzorriana che garantirà l’assenza di afa nelle ore notturne e la presenza di brezze nelle ore pomeridiane lungo le aree maggiormente esposte alla ventilazione marina. Il modello americano GFS propone nel lungo periodo ed intorno alla metà del mese un esteso affondo di aria nord atlantica che porterebbe così condizioni di maltempo diffuso su praticamente tutta la nostra Penisola: in questo caso si avrebbero fenomeni anche intensi ed un lungo periodo temporalesco a seguire. Ma si tratta di una tendenza che necessiterà di ulteriori conferme nei prossimi giorni, seppur già accennata dallo stesso modello nelle emissioni precedenti. Al momento comunque non si possono trarre conclusioni affrettate e per questo motivo vi invitiamo, come sempre, a seguirci sul nostro sito per nuovi aggiornamenti.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: