Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 9 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Ancora TEMPORALI e ACQUAZZONI in agguato, CROLLO delle temperature! Tutti i dettagli

PREVISIONI METEO – Flusso di correnti fresche e instabili scorre dai quadranti nord occidentali, vediamo i dettagli del tempo che ci aspetta nel breve-medio termine con uno sguardo anche sul lungo

METEO ITALIA - Ancora TEMPORALI e ACQUAZZONI in agguato, CROLLO delle temperature! Tutti i dettagli
METEO ITALIA - Ancora TEMPORALI e ACQUAZZONI in agguato, CROLLO delle temperature! Tutti i dettagli
1 di 3
  • METEO : inizio di settimana con aria fresca ma solo localmente instabile sulla nostra Penisola, vediamo tutti i dettagli

    Buongiorno e bentrovati dal Centro Meteo Italiano. L’inizio della terza settimana di luglio segna un vero e proprio confine tra un periodo decisamente caldo ed una fase con temperature in deciso calo su diverse regioni del nostro Paese. Nei giorni scorsi abbiamo assistito infatti a condizioni meteorologiche caratterizzate da afa e bel tempo quasi ovunque, mentre nel fine settimana è arrivato il tanto atteso break sulle regioni centro-settentrionali con intensi temporali ed un repentino abbassamento della colonnina di mercurio. Un calo che in queste ore sta interessando anche le regioni centrali ove le correnti stanno rapidamente ruotando dai quadranti settentrionali portando maggiore refrigerio. Lo scenario dei prossimi giorni sembrerebbe essere volto ad una maggiore stabilità ma senza scossoni termici. Possibile soltanto una fase instabile al Nord con un passaggio temporalesco nella notte tra martedì e mercoledì che potrebbe spingersi fino verso le zone di pianura. Ben diversa invece la situazione che potrebbe presentarsi nel fine settimana. Di questo ne parleremo meglio nella pagina successiva dell’editoriale, mentre nei prossimi paragrafi ci soffermeremo invece su quanto ci aspetta tra oggi e domani.

    METEO OGGI lunedì 13 luglio 2020,  bel tempo su praticamente tutta la Penisola con soltanto locali disturbi sulle Alpi

    La giornata odierna vedrà un generale aumento delle nubi sin dalle prime ore del mattino lungo praticamente tutte le regioni centro-meridionali a causa dell’afflusso di aria più satura alle quote medio basse. Questo è anche confermato dalla moviola satellitare che mostra gli addensamenti su bassa Toscana, Lazio e Campania soltanto sul Piemonte occidentale locali piogge stanno interessando i settori alpini con parziali sconfinamenti fin verso le aree di pianura. Al pomeriggio gli stessi settori verranno interessati da ampie schiarite, mentre aumenteranno le nubi cumuliformi lungo l’arco alpino centro-orientali dove non escludiamo la possibilità che possa formarsi qualche acquazzone o breve temporale specie a confine tra Lombardia e Trentino. Persistono condizioni di generale stabilità sul resto d’Italia anche nelle ore serali. Temperature minime e massime in sostanziale diminuzione da Nord a Sud, la ventilazione come detto tenderà invece a ruotare dai quadranti settentrionali

    METEO DOMANI martedì 14 luglio 2020,  inizio di giornata stabile e ad ampi tratti soleggiato. Possibile fase instabile in serata e in nottata fin verso le pianure del Nord

    Quella di domani sarà una giornata caratterizzata inizialmente da bel tempo e ampie schiarite su tutta la penisola. La rimonta anticiclonica favorirà infatti la presenza di cieli pressoché sereni su quasi tutte le regioni italiane, ad eccezione delle zone alpine dov’è invece saranno presenti maggiori addensamenti seppur senza fenomeni di rilievo. Tuttavia, a partire dalle ore pomeridiane è proprio sulle Alpi che assisteremo ad un generale peggioramento con il ritorno delle piogge che nelle ore serali e notturne potranno estendersi anche ai settori di pianura, dando così luogo ad un intenso seppur rapido peggioramento. Le condizioni meteorologiche al Centro-Sud saranno invece caratterizzate da maggiore stabilità atmosferica anche se non mancheranno nubi in transito e locali temporali lungo l’arco appenninico. Andiamo a vedere però come potrebbe proseguire il resto della settimana alla pagina successiva dell’editoriale.

  • Meteo medio-lungo periodo, modelli matematici confermano: goccia fredda in arrivo nel week end

    Gli ultimi aggiornamenti dei principali centri di calcolo mostrano chiaramente una fase instabile nel medio-lungo periodo, con il possibile arrivo di correnti molto fresche e instabili da Est che potrebbero essere le prime responsabili di una forte ondata di maltempo sulla nostra Penisola. Andiamo però a vedere cosa ne pensano i modelli di questa mattina. Per quanto riguarda l’americano GFS, sembrerebbe essere confermata la goccia fredda che anche nell’aggiornamento di ieri sera veniva proposta come dinamica per il peggioramento citato poc’anzi. Rispetto all’emissione di ieri pomeriggio invece il modello europeo UKMO ha fatto un notevole passo indietro, con il vasto sistema depressionario in quota che è stato nuovamente collocato sui Balcani nel prossimo week end anzichè sulla nostra Penisola come mostrato in precedenza. Da attendere invece l’emissione del modello europeo ECMWF, che propone un affondo più esteso caratterizzato da un lungo flusso di correnti fresche orientali ed una fase instabile decisamente prolungata. Su questo ci soffermeremo con maggior dettaglio nell’editoriale delle ore 9:30.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: