Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 22 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Aria CONTINENTALE in arrivo a brevissimo sull’ITALIA e tanto FREDDO su queste zone

METEO - In arrivo tanto freddo grazie all'aria artico-continentale sull'Europa orientale e sull'italia, neve su molte zone

METEO – Aria CONTINENTALE in arrivo a brevissimo sull’ITALIA e tanto FREDDO su queste zone
METEO - Aria CONTINENTALE in arrivo a brevissimo sull'ITALIA e tanto FREDDO su queste zone
1 di 3
  • Situazione meteo sull’italia e precipitazioni in atto sulle regioni Tirreniche

    Buongiorno a tutti cari lettori del Centro Meteo Italiano! Questa la situazione odierna sulla nostra nazione: sta transitando un minimo di bassa di pressione di fronte alle coste del Tirreno che registra un minimo di 1008 hPa tra la Sardegna ed il Lazio. Perciò sono in atto precipitazioni sul Lazio, sulla Toscana e sulle Isole Maggiori (anche se di minore intensità). Nelle prossime ore (metà giornata e pomeriggio) il minimo coinvolgerà i settori Tirrenici di Campania e Calabria con abbondanti precipitazioni nevose a quote alto-collinari. Neve in arrivo dunque su Appennino meridionale: su Murgia, Appennino Lucano,  sulla Sila e sull’Aspromonte, con fiocchi fin sulle Nebrodi e sui Peloritani. Nei prossimi giorni è in arrivo una poderosa perturbazione di stampo continentale che arriverà a sfiorare la nostra penisola, decretando in ogni caso un poderoso abbassamento delle temperature.

     

    Freddo di stampo continentale in arrivo

    Temperature dunque in calo su tutta la penisola, con maggiore freddo che si addosserà sulle regioni Adriatiche e neve fino a quote molto basse specie nel fine settimana. Sull’Europa orientale il freddo sarà davvero importante con isoterme alle medie quote che potranno arrivare anche a 20 gradi al di sotto dello zero. Al centro-sud le anomalie termiche rispetto alla media del periodo, arriveranno a toccare i 6-8°C negativi. Sui versanti Tirrenici d’altra parte (come sul nord-Italia) i cieli risulteranno sereni o al più poco nuvolosi con temperature contenute nei valori massimi ed estese gelate anche in pianura. Sarà dunque un periodo freddo, ma piuttosto secco che potrà protrarsi anche nella prossima settimana, grazie alla ripresa dell’anticiclone delle Azzorre.

     

    La risalita del promontorio anticiclonico sull’italia – modello Centro Meteo Italiano su base GFS

    Verso un periodo più stabile? Tendenza a medio termine

    Dopo le nevicate (seppur di modesta intensità) previste sui settori meridionali nel weekend, ed un rapido peggioramento ancora non pienamente confermato nella giornata di Domenica, per l’inizio della prossima settimana saremo dapprima investiti dalle fredde correnti settentrionali. Queste ultime si indeboliranno sempre più per lasciare spazio ad un’espansione di un cuneo altopressorio, che potrebbe condizionare il tempo per buona parte della settimana prossima. Sull’andamento della terza decade del mese non si hanno ancora particolari novità, in quanto un lobo del Vortice Polare, potrebbe far distaccare una saccatura d’aria fredda con annessa ciclogenesi e nuovo maltempo diffuso sulla penisola seguendo un pò il leitmotiv delle ultime settimane appena trascorse.

     

  • Incertezza previsionale e possibilità di una nuova perturbazione nel seguito

    Sul weekend della terza decade del mese i modelli previsionali si dividono in maniera piuttosto netta: da una parte il modello GFS prevede un coinvolgimento molto ampio della penisola italiana, con una vasta perturbazione in ingresso dalla porta del Rodano che andrebbe a lambire anche i settori meridionali d’Italia; dall’altra il modello Europeo prevede un rapido transito di quest’ultima con un interessamento meno esteso sul territorio. In ogni caso anche l’ultima parte di Gennaio sembrerebbe condizionata da una spiccata dinamicità atmosferica su scala continentale.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: