Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 13 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Attacco AUTUNNALE in corso, arrivano NUBIFRAGI e GRANDINATE nelle prossime ore su queste regioni

Previsioni meteo: il rapido affondo di una saccatura nord atlantica sta portando condizioni di maltempo a tratti molto intenso sulle regioni settentrionali, vediamo dettagli e zone maggiormente esposte

METEO ITALIA - Attacco AUTUNNALE in corso, arrivano NUBIFRAGI e GRANDINATE nelle prossime ore su queste regioni
METEO ITALIA - Attacco AUTUNNALE in corso, arrivano NUBIFRAGI e GRANDINATE nelle prossime ore su queste regioni, fonte immagine: Pixabay
1 di 2
  • Meteo – situazione in ulteriore peggioramento al Settentrione con fenomeni anche a carattere di nubifragi e grandine

    Buongiorno e bentrovati amici del Centro Meteo Italiano. Dopo diversi giorni in compagnia di un esteso campo anticiclonico, sulla nostra Penisola è tornato a farsi vivo il maltempo e, come spesso sta avvenendo da alcuni mesi a questa parte, ad essere maggiormente interessato risulta il Nord Italia. L’arrivo di una blanda saccatura depressionaria ha favorito l’instaurarsi di instabilità diffusa dapprima lungo l’arco alpino, dove ieri pomeriggio abbiamo registrato temporali anche intensi, successivamente anche sui settori padani dove nella nottata le precipitazioni sono arrivate accompagnate da frequente attività elettrica. Particolarmente colpite le città di Torino e Milano, con il maltempo che poi si è mosso verso il resto delle pianure piemontesi e lombarde con accumuli anche elevati. Lo stesso è valso per la Liguria dove sul genovese ha avuto origine lo sviluppo di attività temporalesca alimentata dalle correnti marine. Andiamo però a vedere cosa ci aspetta al dettaglio tra oggi e domani, mentre nella pagina successiva ci soffermeremo maggiormente sul medio-lungo periodo.

    Meteo oggi lunedì 7 settembre 2020, forte instabilità al Settentrione con possibili nubifragi

    Come specificato anche nel precedente paragrafo dell’editoriale, la giornata odierna vedrà un ulteriore aumento dell’instabilità sulle regioni settentrionali a causa dell’ingresso di aria più fredda in quota che fungerà da innesco alla formazione di fenomeni convettivi da sparsi a diffusi. Come mostrato anche all’interno dell’animazione satellitare e dagli ultimi scatti del radar, i fenomeni risultano localmente intensi su basso Piemonte, Lombardia, Liguria e Veneto centro-settentrionale. L’evoluzione delle prossime ore sembrerebbe inevitabilmente indirizzata ancora verso condizioni di maltempo anche intenso che andrà a colpire dapprima le regioni del Nord Ovest e successivamente tenderà ad estendersi verso i settori centro-orientali. Nel pomeriggio infatti i temporali più intensi potrebbero interessare maggiormente l’Emilia-Romagna, ma non mancheranno anche locali piogge o attività temporalesca sparsa sulle rimanenti regioni. Scenario diverso ma con risultati simili lo ritroviamo in Sicilia, dove la risalita di nuclei temporaleschi anche intensi dal Nord Africa manterrà le condizioni meteo decisamente instabili. Temperature attese stazionarie o in lieve calo su tutta la Penisola.

    Meteo domani martedi 8 settembre, goccia fredda in isolamento verso Ovest e tendenza ad un primo miglioramento

    A partire da domani l’azione instabile operata dalla saccatura in ingresso dal Nord Atlantico tenderà ad affievolirsi sempre più grazie al Cut Off della goccia fredda verso Est, che favorirà così un generale miglioramento su buona parte della nostra Penisola. Nella mattinata di domani non si esclude comunque la possibilità di residui fenomeni, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle Isole maggiori. Si tratterà comunque di precipitazioni sparse e concentrate perlopiù a ridosso dei settori costieri per quanto riguarda la prima parte della giornata. Discorso diverso per le ore pomeridiane quando invece locali temporali potranno svilupparsi lungo le aree di montagna di Sardegna e Sicilia. Altrove come detto il tempo subirà un generale miglioramento, eccezion fatta per residui fenomeni a ridosso dei rilievi dell’Emilia-Romagna. Il tutto grazie ad una progressiva rimonta dell’anticiclone che porterà le temperature a subire un nuovo e generale aumento, portandosi leggermente al di sopra della media stagionale. Andiamo però a vedere come potrebbe evolvere la situazione a seguire, nella prossima pagina dell’editoriale.

  • METEO PROSSIMI GIORNI, per la goccia fredda è tempo di ritorno verso l’Italia: ma con quale entità ?

    I principali centri di calcolo stanno mostrando ormai da diverso tempo la possibilità che la goccia fredda di cui vi stiamo parlando, attesa in isolamento sulle Baleari già a partire da domani, possa effettivamente tornare indietro muovendosi così verso la nostra Penisola e riportando di conseguenza locali condizioni di maltempo. Tuttavia la circolazione depressionaria in quota sarebbe blanda a tal punto da favorire soli fenomeni in prossimità dei rilievi o comunque attività temporalesca prevalentemente diurna. Questa è l’ipotesi sulla quale punta maggiormente il centro europeo ECMWF, mentre il modello americano GFS sembrerebbe essere orientato verso un’instabilità in genere più pronunciata. I due centri di calcolo concordano comunque sul fatto che non sono attesi affondi atlantici significativi in questa prima parte di settembre: altresì la goccia fredda potrebbe addirittura lasciare spazio ad un vasto campo di alta pressione di origine africana. Si tratta al momento di ipotesi che necessiteranno di ulteriori conferme e verifiche al seguito, per questo continuate a seguirci sul nostro sito web.

    [multipage]

    [multipage]

    Per ulteriori dettagli continuate a seguirci anche sul nostro canale YouTube con aggiornamenti video in diretta

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: