Venerdì 19 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA: breve pausa poi freddo in arrivo e neve anche a bassa quota, ecco dove

Tempo stabile ma un peggioramento meteo è atteso sull'Italia con l'inizio della prossima settimana, tornano piogge e neve

Peggioramento meteo: in arrivo fronte freddo con calo delle temperature e neve - cronachemaceratesi.it
Peggioramento meteo: in arrivo fronte freddo con calo delle temperature e neve - cronachemaceratesi.it
  • Tempo stabile nel weekend con clima mite

    L’anticiclone presente sulle Isole Azzorre, con massimi di pressione al suolo fino a 1030 hPa, prova timidamente ad espandersi verso il Mediterraneo centrale dove porterà nel corso del weekend condizioni meteo più asciutte ma con nuvole in transito anche compatte. In queste prime ore di Sabato 9 marzo, sull’Italia abbiamo cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi. Addensamenti più compatti o anche locali foschie o nubi basse interessano Liguria, Toscana settentrionale, Lazio, Campania, Basilicata e Puglia. Non si segnalano comunque precipitazioni di rilievo. Temperature che saranno sopra media nella giornata odierna con anomalie positive di circa 4/6 gradi su tutta la Penisola. La giornata di domani, Domenica 10 marzo, vedrà un incremento della nuvolosità e non si esclude qualche debole pioviggine sui settori occidentali e sull’arco alpino come approfondito dalla meteorologa Martina Rampoldi nel precedente editoriale dedicato.

    Freddo e anche neve con l’inizio della settimana

    Situazione meteo decisamente diversa sull’Italia per l’inizio della prossima settimana. I principali modelli confermano infatti il passaggio di un fronte freddo da nord-ovest verso sud-est con correnti più fredde in ingresso dai quadranti nord-orientali. Tra Lunedì e Martedì ci aspettiamo un calo delle temperature anche importante soprattutto sulle regioni del medio Adriatico e al Sud interessate da questi giorni da anomalie positive anche di +10 gradi. Le temperature scenderanno invece sotto le medie anche di 5/7 gradi riportandoci di nuovo in condizioni invernali. Avremo ovviamente anche un rapido passaggio di fenomeni, che si concentreranno sul medio-basso Adriatico e al Sud dove la neve potrà scendere fin verso i 500 metri. La prima parte della settimana sarà dunque dal clima invernale, ricordando comunque che siamo a marzo, come anticipato nell’editoriale dedicato.

  • Diverse fasi di maltempo e più freddo fino a metà marzo

    Nel corso della prossima settimana l’anticiclone delle Azzorre dovrebbe prendere forza sull’Atlantico centro-meridionale con valori massimi al suolo fino a 1040 hPa. Una vasta e profonda depressione potrebbe invece interessare l’Europa centro-settentrionale. Da qui muoverebbe una serie di perturbazioni dal nord-atlantico verso il Mediterraneo centrale. Fase fredda tra Lunedì e Martedì seguita da una breve pausa. A seguire il modello GFS mostra il passaggio di una nuova e profonda struttura depressionaria sull’Europa centro-settentrionale. Questa potrebbe allungare i sui effetti fin sul Mediterraneo centrale facendo transitare nuove perturbazioni. Tra Mercoledì e Giovedì di nuovo un fronte freddo da nord-ovest verso sud-est ma questa volta con un ingresso un po’ più occidentale e dunque precipitazioni più abbondanti. Anche il modello europeo ECMWF mostra una simile evoluzione dunque uno scenario abbastanza attendibile per il momento circa la prossima settimana. Trattandosi comunque di tendenze meteo vi invitiamo come sempre a seguire tutti i prossimi aggiornamenti e ad iscrivervi al nostro canale youtube.


La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: