Venerdì 23 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA: caldo in attenuazione e qualche temporale per la prossima settimana

Meteo prossima settimana: l'anticiclone cederà il passo a correnti più fresche e instabili in Italia, caldo in attenuazione e qualche temporale.

Temperature in leggero calo e instabilità in aumento per la prima parte della prossima settimana, quando l'Italia non sarà più protetta dall'anticiclone.
1 di 4
  • L’anticiclone africano torna ad espandersi sull’Italia riportando il caldo nei prossimi giorni da Nord a Sud.

    Rimonta l’anticiclone, nuova ondata di caldo in Italia

    Il maltempo che ha colpito il Nord Italia negli ultimi giorni, provocando anche diversi danni soprattutto in Lombardia, come spiegato dal nostro meteorologo Alessandro Allegrucci, è ormai solo un ricordo, perché l’anticiclone è tornato a rimontare sulla nostra Penisola. Sono ormai diversi run che i principali modelli meteo mostrano infatti l’anticiclone africano nuovamente in espansione sul Mediterraneo, con dunque tempo sempre più stabile ma soprattutto sempre più caldo. Nei prossimi giorni è atteso un nuovo sensibile aumento delle temperature, le quali si porteranno ben sopra le medie del periodo, facendo schizzare le colonnine di mercurio fin verso i +40°C su diverse zone. Le giornate più calde, sempre stando a quanto mostrato questa mattina dai principali modelli meteo, dovrebbero essere quelle di venerdì 14 e sabato 15 giugno, prima che l’anticiclone torni a cedere sull’Italia.

    Weekend con correnti più fresche e instabili, arrivano i temporali

    Nelle prossime ore e nei prossimi giorni l’anticiclone quindi tornerà a fare la sua comparsa sull’Italia portando stabilità e caldo ma attenzione che questo non avrà lunga vita. Come potete vedere anche dalle carte consultabili nella sezione dedicata sul nostro sito, l’anticiclone tenderà a ritirarsi verso latitudini più meridionali già a partire dal weekend, lasciando quindi spazio a correnti più fresche e instabili di matrice atlantica. Condizioni meteo in peggioramento sull’Italia a partire da sabato 15 giugno, con molte nubi sparse e le prime piogge, come mostrato dai modelli elaborati dal nostro centro di calcolo. L’instabilità quindi è prevista in aumento mentre il caldo tenderà a diminuire su tutti i settori: questo trend sembra confermato anche per la prima parte della prossima settimana, con condizioni meteo all’insegna di acquazzoni e temporali pomeridiani così come temperature più vicine alle medie del periodo.

    Inizio della prossima settimana con clima meno caldo e più instabile

    Secondo le ultime uscite dei principali modelli meteo quindi, l’anticiclone responsabile della nuova ondata di caldo in Italia lascerà spazio a correnti più fresche e instabili già a partire dal weekend. Anche la prossima settimana inizierà quindi sotto il segno di condizioni meteo meno calde e con qualche temporale: soprattutto negli ultimi giorni della seconda decade di giugno non mancherà qualche acquazzone e pioggia ad iniziare specie dai rilievi, il tutto accompagnato da temperature sempre estive ma con valori più vicini alle medie del periodo. A seguire invece, sembra possibile che l’anticiclone bussi nuovamente alla nostra porta: a differenza di quanto visto finora però, non si tratterà dell’anticiclone africano bensì di quello delle Azzorre.

  • Nel prossimo weekend, secondo i principali modelli meteo, l’anticiclone potrebbe lasciare spazio a correnti più fresche e instabili in Italia.

    Dopo l’anticiclone, le prime piogge sono attese già nel weekend

    L’anticiclone si ritirerà verso Sud durante il weekend, con dunque acquazzoni e temporali che potranno riprendere piede sull’Italia accompagnati anche da temperature più contenute. Dopo i +40°C che si potranno raggiungere nei prossimi giorni infatti, come spiegato anche dal nostro meteorologo Francesco Cibelli, il caldo è atteso in attenuazione a partire dal weekend, con i valori che si riporteranno più verso le medie del periodo. Dall’altra parte avremo poi le piogge, con fenomeni soprattutto di stampo pomeridiano ad iniziare da Alpi e Appennini: ad oggi, comunque, non si esclude che qualche acquazzone possa raggiungere anche le pianure adiacenti sia sabato 15 che soprattutto domenica 16 giugno.

  • L’anticiclone potrebbe tornare a fare visita all’Italia nella seconda metà della prossima settimana secondo le ultime uscite dei modelli.

    Anticiclone delle Azzorre per la seconda metà della prossima settimana

    Per l’inizio della prossima settimana la situazione meteo non è prevista cambiare, con ancora correnti fresche e instabili che favoriranno la formazione di qualche acquazzone o temporale sull’Italia. Le temperature rimarranno sopra le medie del periodo ma su valori più contenuti rispetto ai prossimi giorni. A seguire, nonostante l’incetezza per l’evoluzione del meteo per la prossima settimana non sia ancora trascurabile, sembra possibile che l’anticiclone possa tornare a visitare la nostra Penisola: si tratterebbe dell’anticiclone delle Azzorre e non di quello africano, con dunque tempo più stabile sull’Italia ma anche qualche acquazzone o temporale soprattutto pomeridiano.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nei prossimi giorni e poi per la prossima settimana sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Martina Rampoldi

Fin da quando ero piccola sono sempre stata attratta dalle previsioni del tempo e da tutti gli eventi atmosferici. Nata e cresciuta a Milano, mi sono laureata in Fisica dopo la maturità scientifica e successivamente ho conseguito il Master in Meteorologia presso l'Universitat de Barcelona. Nel 2014 ho raggiunto Roma entrando a far parte del team del centrometeoitaliano.it come meteorologa. Principalmente mi occupo di previsioni meteo e della stesura dei bollettini, insieme ai comunicati per varie stazioni radio e ai video di divulgazione. Amante del freddo e della neve e di tutto ciò che riguarda la montagna, affascinata da uragani e tornado.