NanoPress

METEO ITALIA: dopo l’ondata di freddo e neve clima invernale ma senza eccessi

Pubblicato da Francesco Cibelli

Segnala
  • Condizioni meteo perturbate con neve a bassa quota, poi freddo nella norma in Italia fino alla terza decade.

    Freddo e neve sull'Italia poi condizioni meteo in miglioramento - valsassinanews.com

    Freddo e neve sull’Italia poi condizioni meteo in miglioramento – valsassinanews.com

    Ondata di freddo con neve fino a quote molto basse

    Aria fredda affluisce sul Mediterraneo dall’Europa orientale con un minimo di bassa pressione in  approfondimento sul basso Adriatico fino a 1000 hPa. Peggioramento meteo di stampo invernale per l’Italia, con temperature in calo tra oggi e domani fin sotto le medie del periodo e neve fino a quote molto basse, come si può vedere anche dalle mappe nella nostra sezione dedicata al modello GFS. Sulle regioni del medio-basso Adriatico come Marche, Abruzzo, Molise e Puglia i fiocchi potrebbero spingersi fin verso i 200 metri o localmente anche sotto. Accumuli anche importanti sui versanti orientali dell’Appennino come anticipato già ieri dal meteorologo Roberto Schiaroli nell’editoriale dedicato. Con l’afflusso di aria più fredda, da oggi e fino alla giornata di Sabato, le temperature si porteranno al di sotto delle medie del periodo con anomalie negative fino a 6/8 gradi in particolare sulle regioni meridionali. Solo nel weekend le condizioni meteo andranno gradualmente a migliorare a causa anche dell’invadenza dell’anticiclone sull’Atlantico.

    Più stabile e meno freddo nel weekend

    Nella giornata di Sabato 12 gennaio, secondo gli ultimi aggiornamenti dei principali modelli, il minimo di bassa pressione si sposterà verso la Grecia e le precipitazioni andranno gradualmente scemando su tutta l’Italia. Farà ancora freddo, in particolare sulle nostre regioni meridionali, con temperature sotto le medie del periodo. Per la giornata di Domenica 13 gennaio ci attendiamo condizioni meteo in prevalenza asciutte con l’Italia che si troverà sotto le correnti nord-occidentali. Il vasto anticiclone sull’Atlantico si abbasserà un po’ di latitudine rubando però un po’ di spazio verso il Mediterraneo. Le previsioni meteo del weekend nel dettaglio con l’editoriale del meteorologo Roberto Schiaroli. Il flusso nord Atlantico scorrerà così dall’Islanda verso l’Europa centrale e poi sul Mediterraneo orientale lasciando l’Italia sul bordo. Anche la prima parte della prossima settimana dovrebbe vedere un’evoluzione meteo piuttosto simile con correnti settentrionali o nord-occidentali sull’Italia che porteranno qualche fenomeno solo al Sud con freddo tutto sommato nella norma. Per la seconda parte della settimana l’anticiclone sull’Atlantico potrebbe invece perdere forza e ritirasi sulle Isole Azzorre. Ci sarebbe così spazio per l’inserimenti di perturbazioni atlantiche con piogge anche al Nord e lungo il Tirreno ma neve solo sulle montagne.

  • Incertezze per fine gennaio-inizio febbraio

    Clima invernale nella norma per la prossima settimana sull’Italia. Sul lungo periodo però potremmo aspettarci delle sorprese in quanto le dinamiche stratosferiche in atto propendono verso la nascita di un anticiclone polare con parziale inversione del flusso zonale. A seguito dell’intenso stratwarming durante il periodo natalizio, si è avuto lo split del vortice polare stratosferico con discesa dell’indice NAM su valori inferiori ai -4. Alle quote più alte la circolazione zonale è stata invertita ma l’anomalie al momento non si è ancora propagata verso la troposfera. Sia il modello GFS che ECMWF mostrano questa propagazione entro la metà di gennaio anche se non troppo convinta. Bisogna dunque capire se questo basterà a invertire la circolazione zonale anche in troposfera cosa che potrebbe avere, almeno a livello europeo, conseguenze alquanto gelide. Per adesso è sicuramente troppo presto parlarne ma l’evoluzione meteo tra gennaio e febbraio resta da monitorare con attenzione e dunque vi invitiamo come sempre a seguire tutti i prossimi aggiornamenti e ad iscrivervi al nostro canale youtube.

Iscriviti alla nostra newsletter

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter