Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 15 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA: dopo la perturbazione più freddo in arrivo ma senza eccessi

Condizioni meteo instabili verso le regioni del Sud con neve anche a bassa quota, più freddo a seguire.

Freddo e neve verso il Centro-Sud, condizioni meteo in miglioramento al Nord - cronachemaceratesi.it
Freddo e neve verso il Centro-Sud, condizioni meteo in miglioramento al Nord - cronachemaceratesi.it
1 di 2
  • Maltempo verso il Sud Italia con neve a bassa quota

    Una perturbazione giunta dall’atlantico ha interessato ieri le regioni settentrionali portando condizioni meteo instabili o perturbate. Con l’inizio della settimana il maltempo si sposta verso le regioni meridionali dove avremo piogge, temporali e anche neve a bassa quota. Nella mattinata di oggi, Lunedì 11 febbraio, piogge sparse sulle regioni di Nord-Est, lungo l’Adriatico, nelle zone interne del Centro e sulle regioni Peninsulari del Sud, nuvolosità alternata a schiarite altrove ma con tempo asciutto. Neve sulle Alpi orientali fin verso i 600 metri e sull’Appennino dagli 800 ai 1100 metri. Nel pomeriggio condizioni meteo instabili al Centro-Sud con fenomeni soprattutto lungo il versante Adriatico, come si può vedere dalle mappe di precipitazioni del modello GFS. Piogge sparse anche sulla Sicilia. Più asciutto al Nord, lungo il tirreno centrale e sulla Sardegna. Neve in calo sull’Appennino centrale fin verso i 600-700 metri. Tra la sera e la notte ancora condizioni meteo instabili al Sud Italia con piogge e acquazzoni sparsi, locali nevicate sull’Appennino meridionale fin verso i 400 metri.

    Tempo in miglioramento ma più freddo nei prossimi giorni

    Nel corso dei prossimi giorni un campo di alta pressione rimonterà sull’Europa centro-occidentale con massimi di pressione al suolo fino a 1035 hPa tra Francia e Germania. L’Italia si beneficerà della presenza dell’alta pressione in particolare sulle regioni centro-settentrionali dove le condizioni meteo saranno stabili e anche soleggiate. All’estremo Sud invece avremo ancora correnti nord-orientali. Tra Grecia e Turchia insisterà infatti un centro di bassa pressione alimentato da aria più fredda proveniente dai quadranti nord-orientali. Nella seconda parte della settimana secondo le ultime uscite del modello GFS, l’anticiclone potrebbe spostare i suoi massimi verso l’Europa nord-orientale con valori al suolo fino a 1040 hPa sulle Repubbliche Baltiche. Il Mediterraneo centro-orientali potrebbe trovarsi così sotto un flusso di correnti più fredde da est. Dalla giornata di San Valentino, come approfondito anche dal nostro meteorologo Roberto Schiaroli, avremo un calo delle temperature su valori in linea o poco sotto le medie del periodo, difficile però scendere nei dettagli delle precipitazioni al momento.

  • Tendenza meteo sul lungo termine

    Questa seconda decade di febbraio sarà più fredda della prima, ma non il freddo che si poteva prospettare nelle tendenze di qualche giorno fa. Il ricompattamento del vortice polare troposferico ha infatti inibito le regressioni di aria fredda continentale e l’anticiclone si alterna sull’Europa a circolazioni depressionarie di origine atlantica. Per la terza ed ultima decada del mese il vortice polare dovrebbe andare incontro ad un fisiologico rallentamento ma questo non implica per assolutamente grandi ondate di gelo per l’Italia. Si va infatti rafforzando anche l’anticiclone che potrebbe dunque ancora darsi il cambio con qualche perturbazione più o meno organizzata dai quadranti occidentali o nord-occidentali. Trattandosi dunque di tendenze meteo sul lungo periodo vi invitiamo come sempre a seguire tutti i prossimi aggiornamenti e ad iscrivervi al nostro canale youtube.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: