Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 10 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Furiosa ONDATA DI MALTEMPO nelle PROSSIME ORE, tra GRANDINE e nubifragi: le zone colpite

PREVISIONI METEO – Nelle prossime ore saranno temporali e grandinate i protagonisti assoluti per l’Italia centro-settentrionale, temperature giù di diversi gradi  

Peggioramento meteo nel weekend a causa di una nuova goccia fredda?
Peggioramento meteo nel weekend a causa di una nuova goccia fredda?
1 di 3
  • METEO : attesi temporali anche intensi specie al Nord Est e sulla Romagna, ma i fenomeni temporaleschi si spingeranno su molte regioni

    Buongiorno e bentrovati dal Centro Meteo Italiano. Un flusso di correnti umide e perturbate scorre lungo le regioni alpine portando la formazione delle prime celle temporalesche a ridosso dei rilievi settentrionali. Come mostra l’immagine satellitare infatti i primi nuclei stanno avendo origine su alta Lombardia, Trentino, alto Veneto e nord del Friuli. Locale attività temporalesca tenderà inoltre ad avere origine anche sui settori occidentali specie tra Liguria e Piemonte dove si svilupperà locale instabilità convettiva in parziale sconfinamento verso le relative pianure. Dopo la rapida ma intensa ondata di maltempo assisteremo invece ad un netto calo delle temperature che potrebbe tenere i valori al di sotto della media del periodo per qualche giorno. La tendenza sul medio lungo periodo verrà invece analizzata nella seconda pagina dell’editoriale, dove ci soffermeremo maggiormente sugli aggiornamenti dei principali centri di calcolo di questa mattina. Andiamo però a vedere nei prossimi due paragrafi cosa ci aspetta tra oggi e domani.

    METEO OGGI 11 luglio 2020: attività temporalesca diffusa al Nord, possibilità di forti grandinate e nubifragi

    La giornata di oggi, sabato 11 luglio 2020 vedrà l’arrivo di un fronte perturbato carico di umidità che porterà il ritorno del maltempo su praticamente tutte le regioni settentrionali. Al mattino i fenomeni si concentreranno soprattutto a ridosso dei rilievi alpini, come anche specificato nel precedente paragrafo, è la stessa immagine satellitare a confermare un quadro ancora asciutto sui settori padani ma in netto peggioramento su quelli alpini. Le prime cellule temporalesche si stanno infatti sviluppando come anche indicato dai principali centri di calcolo poco più a nord delle pianure, ma già dalla tarda mattinata i fenomeni tenderanno rapidamente a muoversi verso Sud. Al pomeriggio infatti sono attesi temporali molto intensi su Lombardia, Emilia-Romagna, Trentino Alto-Adige, Veneto e Friuli. A seguire le precipitazioni si arroccheranno sulle coste dell’alto Adriatico e sulla Romagna ove non sono esclusi locali nubifragi.

    METEO DOMANI 12 luglio 2020, netto miglioramento su gran parte della Penisola: qualche disturbo sulle adriatiche

    Come anche scritto nel primo paragrafo, l’ondata di maltempo attesa nelle prossime ore sarà tanto intensa quanto rapida. Già nella giornata di domani, domenica 12 luglio 2020, sono infatti attese condizioni meteorologiche generalmente più stabili e asciutte grazie ad una nuova spallata dell’anticiclone: in questo caso però tornerà il tempo stabile ma con temperature ben diverse rispetto a quanto stiamo vivendo in queste ore. L’afflusso di aria fresca da Nord Est porterà infatti un generale calo della colonnina di mercurio su diverse località italiane del Nord Italia e lungo tutti i settori del medio-alto Adriatico.   Qualche debole fenomeno potrà interessare l’Appennino al pomeriggio e i settori costieri adriatici al primissimo mattino, ma si tratterà di blande precipitazioni residue che daranno immediatamente spazio a bel tempo e sole prevalente. Andiamo a vedere invece le ultimissime indicazioni da parte dei modelli matematici per la prossima settimana.

  • Modelli matematici, è ancora scontro aperto tra Gfs e Ukmo-Reading per il rialzo termico della prossima settimana

    Ci sono elevate divergenze modellistiche per quanto riguarda la tendenza meteorologica della prossima settimana. Il modello americano Gfs mostra infatti un esteso campo di alta pressione espandersi rapidamente verso Est entro il prossimo fine settimana, con un rialzo termico netto e poco graduale che potrebbe portare la seconda ondata di calore ufficiale per la nostra Penisola. Il modello Ukmo ed il modello Ecmwf mostrano invece un generale protrarsi del flusso fresco e instabile da Est, coinvolgendo anche il prossimo fine settimana. Questo significherebbe che gran parte del mese di luglio potrebbe quindi trascorrere con temperature in media e locale instabilità che ci terrebbe compagnia ancora per diverso tempo. Trattandosi però di una tendenza saranno necessari i prossimi aggiornamenti e per questo motivo continuate a seguirci sul nostro sito web, specie con l’editoriale delle ore 9:30 dove commenteremo insieme l’emissione del modello Reading.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: