Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 10 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – L’anticiclone resiste ma AUMENTANO I DISTURBI, con TEMPORALI sempre più FREQUENTI

Previsioni meteo: un esteso campo di alta pressione continua a dominare lo scenario sinottico del nostro Paese, ma sopratutto al Nord gli episodi temporaleschi aumenteranno

METEO ITALIA - L’anticiclone resiste ma AUMENTANO I DISTURBI, con TEMPORALI sempre più FREQUENTI
METEO ITALIA - L’anticiclone resiste ma AUMENTANO I DISTURBI, con TEMPORALI sempre più FREQUENTI
1 di 3
  • Meteo – Caldo in aumento al Centro-Sud, ma attenzione allo sviluppo di attività temporalesca al settentrione

    Buongiorno e bentrovati amici del Centro Meteo Italiano. L’esteso campo di alta pressione che staziona ormai da qualche giorno sulla Penisola italiana, tenderà a lasciare spazio a qualche infiltrazione di aria umida e instabile sulle regioni settentrionali con possibilità di acquazzoni o temporali sempre più elevata con il passare dei giorni. Qualche episodio di instabilità si affaccerà anche lungo l’arco appenninico, ma con coste e pianure che non dovrebbero risentirne particolare influenza. Più deciso il peggioramento atteso al Nord nella giornata di giovedì, quando i fenomeni potranno estendersi anche sui settori padani con improvvisi colpi di vento e frequente attività elettrica. Proseguirà invece il periodo di maggiore stabilità atmosferica sulle regioni centro-meridionali, con le temperature destinate a salire sempre più verso l’alto sia nei valori minimi che in quelli massimi. Dopo essere entrati maggiormente nel dettaglio di quanto ci aspetta nelle giornate di oggi e domani, cercheremo di fare una panoramica più approfondita su come potrebbe svilupparsi il resto della settimana ivi compreso il giorno di Ferragosto, con l’ausilio degli ultimi aggiornamenti dei principali centri di calcolo.

    Meteo oggi 11 agosto 2020, inizio con bel tempo ovunque. Poi aumenta l’instabilità sui rilievi al pomeriggio

    La giornata odierna sarà caratterizzata al mattino da tempo generalmente stabile e asciutto un po’ su tutta la Penisola. I cieli si presenteranno infatti in prevalenza sereni o al più poco nuvolosi grazie alla presenza del robusto anticiclone di cui vi abbiamo parlato nel precedente paragrafo. Nel corso delle ore pomeridiane invece a partire dai settori alpini é attesa la formazione via via più frequente di attività cumuliforme, con lo sviluppo di temporali sia sulle regioni del Nord Ovest che sui rilievi centro-orientali. I fenomeni potranno fare improvvisamente la loro comparsa e nelle zone di montagna essere accompagnati da attività elettrica piuttosto frequente. Fare quindi attenzione ad eventuali escursioni e prendere tutte le precauzioni del caso. Maggiori schiarite sono invece attese a ridosso dei settori di pianura dove i cieli si presenteranno poco o parzialmente nuvolosi. Miglioramento atteso nel corso delle ore serali con precipitazioni via via più assenti. Locali fenomeni convettivi potranno fare la loro comparsa anche sull’Appennino meridionale, ma anche in questo caso tenderanno ad esaurirsi nel giro di poco tempo. Temperature in ulteriore lieve aumento, sia nei valori minimi che nei valori massimi.

    Meteo domani 12 agosto, peggioramento in arrivo nella nottata al Nord

    Dal punto di vista sinottico quella di domani é una giornata in cui nella seconda parte inizieranno a presentarsi alcuni cambiamenti significativi sulle regioni del Settentrione. Se al mattino e nella prima parte del pomeriggio non sono attese particolari variazioni rispetto al giorno precedente, nel corso delle ore serali e nella nottata un piccolo cedimento del fianco nord orientale dell’anticiclone posizionato a centro Europa favorirà un primo peggioramento al Nord. Lo sviluppo di attività temporalesca sarà via via più significativo nelle ore pomeridiane su Alpi lombarde e Alto Adige ove non si escludono locali grandinate. A seguire i fenomeni potranno estendersi fin verso le pianure di Piemonte e Lombardia, con il possibile coinvolgimento delle città di Milano e Torino nel corso della notte. Pochi cambiamenti invece sono attesi sulle regioni centro-meridionali, dove a dominare sarà ancora una volta la stabilità atmosferica salvo la formazione dei soliti temporali al pomeriggio sui rilievi appenninici. Fenomeni che comunque non dovrebbero insidiare coste e pianure dove invece è atteso un altro passetto verso l’alto della colonnina di mercurio. Andiamo però a vedere quanto accadrà nei giorni successivi, con un fisiologico sguardo al giorno di Ferragosto.

  • TENDENZA meteo nel medio-lungo periodo, Ferragosto “ok” su molte regioni. Come proseguirà il mese ?

    Il pattern con cui potrebbe proseguire la seconda metà del mese di agosto è ancora oggetto di incertezza modellistica, meno invece la giornata di Ferragosto che potrebbe essere segnata da maggiore stabilità atmosferica su buona parte del nostro Paese. Restano anche in questo caso alcuno dubbi su quanto l’instabilità lungo i rilievi possa spingersi fin verso le pianure, ma questo può essere approfondito soltanto 48/72 ore prima rispetto ad uno dei giorni di festa più amati dagli italiani. La configurazione sinottica proposta ieri sera nel lungo termine dal modello europeo Ecmwf sembrerebbe essere ancora una volta caratterizzata da un allungato campo di alta pressione in direzione Nord Sud sull’Europa centrale e, di conseguenza, anche sulla nostra Penisola. Un assetto che ricorda molto quello a “Omega”, in grado di portare sulle nostre lande periodi stabili e asciutti anche di una certa durata. Al momento restano comunque da sciogliere ancora dei nodi significativi tra cui l’esatto collocamento di due importanti centri di bassa pressione lungo le alte latitudini europee, dai quali potrebbe dipendere gran parte del nostro “futuro” meteorologico.

  • Per ulteriori dettagli continuate a seguirci anche sul nostro canale YouTube con aggiornamenti video in diretta

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: