Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 21 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Molte regioni nel bersaglio di NUBIFRAGI e VIOLENTI TEMPORALI, le previsioni al dettaglio

Previsioni meteo: non si arresta l’ondata di maltempo che sta interessando gran parte della nostra Penisola con la formazione improvvisa di temporali e acquazzoni diffusi. Vediamo tutto nel dettaglio in questo editoriale

METEO ITALIA - Molte regioni nel bersaglio di NUBIFRAGI e VIOLENTI TEMPORALI, le previsioni al dettaglio
METEO ITALIA - Molte regioni nel bersaglio di NUBIFRAGI e VIOLENTI TEMPORALI, le previsioni al dettaglio
1 di 3
  • Meteo – goccia fredda ancora attiva sull’Europa, l’Italia resta nel mirino del maltempo

    Buongiorno e bentrovati amici del Centro Meteo Italiano. Da oltre 24 ore la nostra Penisola si trova sotto la stretta influenza di un’estesa circolazione umida e instabile in quota che sta determinando condizioni di maltempo anche intenso su diverse regioni italiane, non soltanto nelle ore centrali del giorno ma anche in nottata e al primo mattino. Il tutto causato da una vasta area depressionaria in quota posizionata sull’Europa centro-occidentale, che accentua l’instabilità sul Mediterraneo e di conseguenza anche in Italia. Le prossime ore vedranno poche variazioni rispetto a quanto abbiamo assistito ieri, lo stesso varrà anche per la giornata di mercoledì. Piovono conferme invece sull’affondo meridiano che ci interesserà il prossimo week end, con le temperature che sono pronte a crollare vistosamente quasi ovunque portandosi anche al di sotto delle medie stagionali. Una vera e propria rottura che sancirà il definitivo allontanamento di correnti più calde dal Nord Africa che ci hanno continuamente interessati nel mese di settembre, con condizioni estive in piena regola. Vediamo però quello che ci attende tra oggi e domani, mentre nella pagina successiva ci soffermeremo su quanto avverrà nei giorni a seguire.

    Meteo oggi, martedì 22 settembre 2020: maltempo diffuso sull’Italia con piogge e temporali anche intensi

    La giornata di oggi trascorrerà all’insegna di condizioni meteo ad ampi tratti perturbate sull’Italia, con temporali diffusi e piogge anche di forte intensità. Come anche mostrato dagli ultimi scatti della moviola satellitare, nuvolosità sparsa si alterna a qualche schiarita che risulta più frequente al meridione. Lungo il versante tirrenico si stanno concentrando i fenomeni che erano attesi questa mattina, mentre nelle prossime ore il quadro (così come avvenuto ieri) tenderà un po’ a capovolgersi con i temporali che tenderanno a migrare verso le zone interne appenniniche per poi sfornare in direzione di quelle adriatiche. Anche al Nord lo scenario si presenterà piuttosto dissimile, con il satellite che mostra corpi nuvolosi concentrarsi soprattutto al Nord Est e sulle Alpi centro-occidentali con piogge a tratti intense. Nel pomeriggio il settentrione assisterà ad un generale aumento delle precipitazioni con temporali da sparsi a diffusi fin verso le aree di pianura. Le temperature tenderanno a subire un lieve calo o si manterranno generalmente stazionarie, anche sopra la media del periodo sulle regioni meridionali. La ventilazione si manterrà sostenuta dai quadranti occidentali, mentre i mari si presenteranno in genere molto o molto mossi. Vediamo quindi le previsioni per domani.

    Meteo domani mercoledì 23 settembre 2020: maltempo e temporali ancora presenti su molte regioni italiane, ecco i dettagli

    La giornata di domani non vedrà significative variazioni di rilievo rispetto a oggi, se non deboli e fisiologiche oscillazioni del flusso delle correnti in quota che torneranno leggermente a sputare da sud ovest rispetto all’occidentalizzazione che stiamo registrando in queste ore. Sin dalle prime ore del mattino sono pertanto attese nuovamente piogge e locali temporali a ridosso dei settori tirrenici del Centro-Nord, così come acquazzoni sparsi al meridione. Nel pomeriggio l’instabilità è attesa di nuovo in sensibile ripresa a partire dai settori appenninici per poi muoversi nuovamente verso le coste (adriatiche in questo caso) e verso le pianure (settori padani). Tuttavia, nel corso delle ore serali e notturne assisteremo ad una temporanea attenuazione dei fenomeni dovuta ad una breve pausa che di fatto interromperà brevemente la fase di instabilità diffusa e che precederà l’arrivo della profonda saccatura. Le temperature non subiranno variazioni significative rispetto a oggi, se non un leggero rialzo al meridione. La ventilazione si disporrà ancora una volta dai quadranti occidentali con un’intensità da debole a moderata. Ma cosa accadrà in futuro? Vediamolo nella pagina successiva

  • Maltempo, estesa saccatura e neve sui monti: si prepara un week end di passione per l’Italia

    Quello a cui stiamo andando incontro sembrerebbe un vero e proprio week end di passione e sarà caratterizzato da condizioni di maltempo diffuso su praticamente tutta la nostra Penisola. L’affondo meridiano che andrà a interessarci a partire da venerdì infatti disporrà le correnti a tutte le quote dai quadranti sue occidentali, favorendo un esteso richiamo di aria caldo-umida e instabile dal Nord Africa che favorirà l’arrivo di estesi corpi nuvolosi. I fenomeni, secondo gli ultimi aggiornamenti dei principali centri di calcolo, potrebbero risultare anche di forte intensità e localmente anche a carattere di nubifragio lungo i settori tirrenici e al Nord. Tuttavia al momento risulta difficile tracciare al dettaglio quali saranno le aree maggiormente colpite dai fenomeni, ciò che possiamo dire comunque è che i quantitativi di acqua previsti sono molto elevati e continuano ad arrivare molte conferme in tal senso. La neve potrebbe giungere fin verso le quote medie sull’arco alpino. Per il lungo periodo invece resta ancora in ballo l’ipotesi dell’isolamento di un vasto sistema depressionario proprio sul Mediterraneo centro – orientale, con la nostra Penisola che ne verrebbe coinvolta direttamente con l’avvento della prossima settimana.

  • Per ulteriori dettagli continuate a seguirci anche sul nostro canale YouTube con aggiornamenti video in diretta

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: