NanoPress

METEO ITALIA: nuova ondata di freddo con neve a bassa quota su diverse regioni

Pubblicato da Francesco Cibelli

Segnala
  • Maltempo soprattutto al Centro-Sud Italia nei prossimi giorni con neve a bassa quota specie lungo l’Adriatico.

    Freddo e neve di nuovo in marcia verso l'Italia - quiquotidiano.it

    Freddo e neve di nuovo in marcia verso l’Italia – quiquotidiano.it

    Freddo al Sud con locali fenomeni anche nevosi

    Situazione sinottica sull’Europa che vede ormai, quasi come una costante, un vasto e robusto campo di alta pressione tra Atlantico ed Europa occidentale con valori di pressione al suolo fino a 1035 hPa. Come approfondito anche dal meteorologo Alessandro Allegrucci nel precedente editoriale, la neve è tornata a fare la sua comparsa al Centro-Sud. Fiocchi fino a bassa quota nella notte e nella prime ore della giornata di oggi a causa dell’afflusso di aria fredda dai Balcani. Nella mattinata odierna condizioni meteo instabili sul medio-basso Adriatico con piogge su Abruzzo, Molise, Puglia ma anche Calabria e Sicilia. Più stabile sul resto d’Italia con cieli sereni o poco nuvolosi. Ancora fenomeni al pomeriggio con neve oltre i 300-600 metri sull’Appennino meridionale. Temperature in generale calo soprattutto nei valori massimi al Sud Italia.

    Nuova ondata di freddo da Mercoledì

    Dopo una brevissima tregua, nella giornata di domani un nuovo nucleo depressionario si avvicinerà all’Italia con aria fredda che inizierà ad affluire da Mercoledì 9 gennaio. Prime piogge già nella giornata di domani soprattutto sulle regioni centro-meridionali. Da metà settimana invece, secondo il modello GFS, sarà di nuovo maltempo di stampo invernale sulle regioni del medio-basso Adriatico e al Sud con neve a quote molto basse. Sembrano escluse per il momento le coste a causa dei valori di temperatura in quota più alti rispetto alla precedente irruzione fredda. Tutte le mappe del modello GFS con temperature e precipitazioni sono comunque consultabili nella nostra sezione dedicata. Piuttosto concorde sull’evoluzione meteo per questa seconda settimana di gennaio anche il modello europeo ECMWF, che mostra infatti una settimana prettamente invernale con risvolti nevosi per diverse regioni. Tra Mercoledì e Giovedì la neve a bassa quota sarà più probabile su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania e Calabria. Qualche sconfinamento potrebbe interessare anche le regioni tirreniche centrali mentre al Nord avremo condizioni meteo più stabili.

  • Tendenza meteo lungo termine

    Se questa settimana sarà piuttosto invernale con episodi di neve a quote molto basse, dal weekend in poi la situazione si fa di più difficile lettura. Da una parte alcuni modelli deterministici come GFS mostrano una timida ripresa del flusso zonale con un anticiclone sull’Atlantico ancora presente ma meno invadente. Una serie di passaggi perturbati da nord-ovest potrebbe interessare la nostra Penisola portando brevi peggioramenti alternati a veloci rimonte anticicloniche con temperature comunque vicine alle medie del periodo. Sul lungo periodo però potremmo aspettarci anche sorprese in quanto le dinamiche stratosferico propendono verso la nascita di un anticiclone polare con parziale inversione del flusso zonale. Anche se con valenza al momento prossima allo zero questo si inizia ad intravedere nel modello GFS a partire dalla terza decade di gennaio. Per approfondimenti sulle dinamiche stratosferiche vi invitiamo comunque a leggere il nostro articolo dedicato. Per adesso è sicuramente troppo presto parlarne ma l’evoluzione meteo di gennaio resta sicuramente da monitorare con attenzione e dunque vi invitiamo come sempre a seguire tutti i prossimi aggiornamenti e ad iscrivervi al nostro canale youtube.

Francesco Cibelli
f.cibelli@centrometeoitaliano.it
https://www.facebook.com/francesco.cibelli.6

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter