Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 30 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Ondata di MALTEMPO al VIA: imminenti TEMPORALI su COSTE e PIANURE oggi, lista zone colpite e PREVISIONI

PREVISIONI METEO – L'Italia si prepara all'ennesima parentesi perturbata della stagione estiva, con maltempo e temporali pronti ad abbattersi su diverse regioni e città. Vediamo i dettagli  

METEO - Sfuriata di TEMPORALI e GRANDINE sull'ITALIA tra OGGI e DOMANI, ecco tutte le aree colpite
Temporali e grandinate oggi al nord, domani anche al centro
1 di 3
  • METEO : aumento dell’instabilità sui settori padani già dalle prossime ore, ecco quello che ci aspetta sull’Italia

    Buongiorno e bentrovati amici del Centro Meteo Italiano. Sembrerebbe ormai essere alle porte una nuova e intensa ondata di maltempo che porterà sull’Italia il ritorno di temporali molto forti ed un generale crollo delle temperature su praticamente tutta la Penisola. L’isolamento di un nocciolo freddo in quota all’altezza dei Balcani centro-settentrionale piloterà, nel vero senso della parola, tutti i nuclei instabili che tenderanno ad avere origine con maggiore frequenza nelle ore giornaliere rispetto a quelle notturne. Questo è dovuto principalmente  all’assenza di un vero e proprio centro depressionario al suolo, con i temporali che si formeranno soprattutto grazie al calore presente al suolo. Nelle prossime ore i primi temporali raggiungeranno le pianure del Settentrione, mentre proseguirà l’instabilità sui monti del Centro-Sud. Per ciò che riguarda la tendenza nel medio-lungo periodo, i modelli confermano grandi movimenti per la fine del mese di luglio, ma ne parleremo con maggiore dettaglio nella seconda pagina dell’editoriale.

    METEO OGGI giovedì 16 luglio 2020,  primi temporali scoppiano fin verso coste e pianure del Settentrione

    La giornata odierna di aprirà sull’Italia senza particolari scossoni e con locali piogge sulle Alpi nord orientali. Tempo più asciutto anche sulla Sicilia dove nel pomeriggio di ieri si è letteralmente scatenato l’inferno: particolarmente colpita è stata la città di Palermo dove sono caduti oltre 130 millimetri nel giro di poco tempo. Nelle prossime ore tuttavia le condizioni meteorologiche subiranno un nuovo peggioramento, non tanto sull’isola quanto sull’Italia settentrionale. Particolare attenzione va riposta ai settori padani che confinano tra Romagna e basso Veneto, dove i temporali tenderanno ad avere origine già dalla tarda mattinata odierna. Al pomeriggio e in serata ci aspettiamo attività temporalesca diffusa su tutto l’arco alpino oltre che su diverse località appenniniche, specie quelle meridionali. Fronte freddo in arrivo nelle ore notturne su tutto il Nord Est con fenomeni in rapida estensione anche ai settori costieri di tutto l’Adriatico settentrionale.

    METEO DOMANI venerdì 17 luglio 2020,  forte maltempo al Centro-Nord e crollo delle temperature

    Quella di domani potrebbe presentarsi come una delle giornate più instabili di questo mese di luglio 2020. Sin dalle prime ore del mattino sono attesi infatti temporali diffusi su praticamente tutto il Nord Italia con i fenomeni che al pomeriggio si estenderanno rapidamente anche alle regioni centrali. Particolare attenzione va riposta soprattutto alle regioni di Toscana, Umbria, Marche, Emilia-Romagna e Abruzzo dove non si escludono locali grandinate associate alle precipitazioni più intense. Scenario dunque significativo quello di domani con l’ingresso di correnti nord orientali al suolo molto intense su Veneto e Friuli dove le raffiche, specie sui settori costieri, toccheranno valori molto elevati. In serata il fronte freddo inizierà la discesa verso le regioni meridionali con i primi fenomeni che andranno ad interessare soprattutto Molise e alta Campania. Per quanto concerne invece le temperature, esse sono attese in generale calo sia nei valori minimi che nei valori massimi con differenze negative anche da 4 a 7 gradi rispetto al giorno precedente.

  • Previsioni nel medio-lungo periodo, il modello americano GFS conferma scenari importanti in vista di una rottura estiva

    Per quanto riguarda il lungo periodo, arrivano importanti novità nell’aggiornamento di questa mattina del modello americano Gfs. Stando infatti all’emissione 00z, un profondo campo di bassa pressione posizionandosi tra Penisola scandinava ed Est Europa, favorirà un progressivo sgretolamento dell’estesa area anticiclonica presente sul nostro comparto determinando così l’ingresso di correnti umide e instabili. Ma non si tratterebbe di una breve parentesi come avvenuto nei giorni e nelle settimane scorse, bensì di una vera e propria rottura prolungata che porterebbe condizioni di maltempo sulla nostra Penisola per oltre una settimana. Ad esso verrebbe associato anche un generale calo delle temperature, con la colonnina di mercurio che si porterebbe su valori anche al di sotto della media stagionale. Al momento devono però giungere conferme anche dal modello europeo ECMWF, la cui uscita è attesa però a partire dalle ore 8 e per questo vi rimandiamo al prossimo editoriale in uscita sul nostro sito web.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: