Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 9 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Primi TEMPORALI al NORD, flusso perturbato in arrivo: SUPER CALDO altrove. Le PREVISIONI

PREVISIONI METEO – Anticiclone sempre più africano, ma attenzione al flusso umido in intensificazione sulle regioni settentrionali e primi temporali in nottata

METEO ITALIA - Primi TEMPORALI al NORD, flusso perturbato in arrivo: SUPER CALDO altrove. Le PREVISIONI
METEO ITALIA - Primi TEMPORALI al NORD, flusso perturbato in arrivo, fonte immagine: PIXABAY
1 di 3
  • METEO : temperature ancora a ridosso dei +37°C su alcuni settori, nel week end instabilità diffusa

    Buongiorno e bentrovati a tutti gli amici del Centro Meteo Italiano. L’anticiclone che sta interessando l’area Mediterranea da ormai diversi giorni, a partire da ieri ha assunto una componente maggiormente africana rispetto ai giorni precedenti in cui era quella azzorriana a dominare. La sensazione di afa ha subito infatti un generale aumento soprattutto al Centro-Nord e sui settori tirrenici. Attenzione alla giornata odierna in cui le temperature massime tenderanno a salire ulteriormente, con nuovamente +37°C toccati in diverse zone della nostra Penisola. Nei prossimi giorni un flusso di correnti umide e perturbate tenderà ad abbassarsi ulteriormente lasciando spazio a temporali anche intensi sulle regioni settentrionali a partire dai settori alpini e prealpini in rapida estensione a quelli pianeggianti. Nel corso del fine settimana infatti un fronte freddo potrebbe attraversare anche le regioni centrali, dando vita così ad una rapida ma intensa fase di maltempo. La tendenza per i giorni a seguire resta fortemente incerta con l’anticiclone che verrà messo in seria difficoltà da secondarie circolazioni instabili e possibili affondi instabili dal Nord Europa.

    METEO OGGI martedì 30 giugno 2020, stabilità prevalente ma occhio alla prima nottata: possibili temporali intensi sulle Alpi centrali

    La giornata di oggi martedì 30 giugno si aprirà all’insegna del bel tempo e del sole prevalente su praticamente tutta la Penisola. L’anticiclone, che come detto sta assumendo una componente sempre più nord africana nella composizione della massa d’aria, favorirà infatti condizioni di cieli sereni praticamente su tutto il territorio italiano. Al mattino non sono attese particolari variazioni rispetto alle precedenti 24 ore con clima stabile ovunque, attenzione alla sensazione di afa attesa in aumento al pomeriggio e in serata su praticamente tutta Italia. Ma la situazione tenderà a cambiare abbastanza rapidamente nelle ore notturne  sui rilievi alpini del Piemonte e prealpini della Lombardia. Da questa notte infatti l’abbassamento di un flusso umido e perturbato tenderà a favorire la genesi di fenomeni a tratti molto intensi che potranno anche lambire le città di Milano e Torino. Andiamo invece a vedere quanto potrebbe avvenire nella giornata successiva, momento in cui vi sarà un primo accenno di maltempo al settentrione.

    METEO DOMANI mercoledì 1 luglio 2020, sempre più instabile al Nord: l’anticiclone resiste altrove

    Nella giornata di domani il tempo si manterrà prevalentemente stabile su buona parte della Penisola, ma i primi disturbi inizieranno ad affacciarsi sulle regioni settentrionali. L’attività temporalesca a tratti molto intensa che interesserà le regioni di Piemonte e Lombardia nelle prime ore del mattino, tenderà infatti ad estendersi anche al resto dei settori alpini portando condizioni di maltempo diffuso nel pomeriggio e in serata. Maggiormente asciutto invece sulle pianure del settentrione anche se in questi casi l’utilizzo del condizionale è d’obbligo. Sul resto del Paese anche nel resto della giornata non sono attese grandi variazioni di rilievo con elevata sensazione di afa e temperature massime che localmente potranno toccare +35/+37°C. Situazione invece ben diversa nei giorni a seguire, ma di questi parleremo con maggior dettaglio nel paragrafo successivo con una breve chiosa sul maltempo che ci aspetta nel fine settimana.

  • Da giovedì fase perturbata al Nord, maltempo in estensione anche al Centro nel week end

    Nel corso dell’ultima parte della settimana e dunque anche nel week end, l’anticiclone lascerà spazio al transito di una blanda area depressionaria che sarà responsabile di temporali a tratti molto intensi sulle regioni settentrionali fin verso le aree di pianura. Tra venerdì e sabato il maltempo risulterà a tratti molto intenso e non sono infatti esclusi fenomeni anche a carattere grandinigeno o di nubifragio. Nella giornata di sabato i temporali potrebbero interessare parzialmente anche le regioni centrali, specie settori appenninici e adriatici, con fenomeni da sparsi a diffusi nel corso delle ore serali e notturne. Maggiori dubbi invece sulla tendenza dei giorni a seguire, quando si profila una vera e propria lotta tra l’anticiclone e correnti maggiormente instabili che potrebbero fare il loro ingresso sull’Italia entro la fine della prima decade di luglio. Ma su questo saremo maggiormente precisi nell’editoriale delle ore 9:30.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: