Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 3 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Si apre una VIOLENTA ONDATA di MALTEMPO, arriva un CROLLO delle TEMPERATURE

Previsioni meteo: situazione sinottica in rapida evoluzione sull’Italia con l’arrivo di una profonda saccatura atlantica che porterà maltempo diffuso da Nord a Sud, vediamo tutto al dettaglio

METEO ITALIA - Si apre una VIOLENTA ONDATA di MALTEMPO, arriva un CROLLO delle TEMPERATURE
METEO ITALIA - Si apre una VIOLENTA ONDATA di MALTEMPO, arriva un CROLLO delle TEMPERATURE, fonte foto: Pixabay
1 di 3
  • Meteo – Attenzione alle prossime ore, in arrivo fenomeni molto intensi

    Buongiorno e bentrovati amici del Centro Meteo Italiano. Una forte ondata di calore, la più intensa dell’Estate 2020, ha interessato la nostra Penisola nell’ultima settimana con il picco del caldo registrato tra le giornate di mercoledì e sabato. Da questa notte l’affondo di una saccatura nord atlantica ha portato un generale calo delle temperature a partire dalle regioni settentrionali, a seguito del transito del primo di quella che sarà una lunga serie di intensi fronti temporaleschi. Quello delle scorse ore ha colpito praticamente tutte le regioni del Nord Italia portando su alcuni settori gli accumuli pluviometrici dalla mezzanotte ben oltre i 50/60 millimetri. E così sarà anche nella giornata odierna così come gran parte di quella di domani. Un cambio sostanziale avverrà a partire da mercoledì, momento in cui la goccia fredda tenderà ad isolarsi sulle regioni centro-meridionali con l’alta pressione che tenderà a rimontare sull’Europa centrale coinvolgendo così anche il Settentrione italiano, mentre i temporali insisteranno sul resto della Penisola. Andiamo però a vedere al dettaglio le previsioni per i prossimi due giorni oltre che una tendenza per il medio lungo periodo nella pagina successiva dell’editoriale.

    Meteo domani 4 agosto 2020, instabilità diffusa su gran parte della Penisola con possibili nubifragi e grandinate

    La giornata odierna vedrà dunque condizioni di generale maltempo su diverse regioni italiane. L’attuale animazione satellitare mostra chiaramente la presenza di piogge molto intense su Liguria di Levante, rilievi della Toscana nord occidentale, Emilia-Romagna e settori costieri di Romagna, Veneto e Friuli. Sul resto d’Italia prevalgono invece condizioni di bel tempo grazie all’anticiclone nord africano che cerca di opporre resistenza all’ingresso del l’affondo meridiano. Nelle prossime ore la nuvolosità tenderà comunque ad aumentare anche sulle regioni centrali con possibilità che i primi fenomeni interessino le coste toscane. Al pomeriggio un nuovo e repentino aumento dell’instabilità andrà ad interessare nuovamente tutte le regioni settentrionali con possibili nubifragi sui settori a confine tra Lombardia ed Emilia Romagna. Fenomeni temporaleschi diffusi tenderanno ad originarsi anche lungo la catena appenninica a partire da Umbria e Marche per poi estendersi rapidamente alle zone interne del Lazio, Abruzzo e Molise con le precipitazioni che si muoveranno rapidamente fin verso i settori costieri. Anche in questo caso sono esclusi locali nubifragi. Le temperature tenderanno a subire un calo repentino specie nei valori massimi e a ridosso delle regioni centro-settentrionali maggiormente colpite dai fenomeni.

    Meteo dopo domani 5 agosto 2020, attesi forti temporali in spostamento verso le regioni meridionali

    Nella giornata di domani avrà inizio, di fatto, il processo di spostamento verso sud dell’intenso nucleo depressionario in quota con il maltempo che dunque inizierà ad interessare anche le regioni più meridionali. Andando per ordine comunque al primo mattino sono attesi ancora fenomeni molto intensi sulle regioni settentrionali specie su Liguria di Levante, Emilia-Romagna, Marche, Veneto e Alto Adige. Al contempo ci saranno invece locali temporali che potranno interessare le coste tirreniche di Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia grazie ad un primo fronte perturbato che anticiperà il maltempo più severo al Meridione atteso nei giorni a seguire. Durante le ore pomeridiane e serali di domani aumenterà ulteriormente l’instabilità al Centro-Nord con temporali diffusi su praticamente tutte le regioni: anche i settori tirrenici verranno maggiormente interessati rispetto ad oggi. Ben diversa la situazione al Nord Ovest dove invece è atteso un primo e generale miglioramento delle condizioni atmosferiche.

  • Meteo prossima settimana, possibile generale miglioramento con il ritorno dell’anticiclone. Ma la goccia fredda lascerà l’Italia soltanto domenica

    Ma come proseguirà il resto della settimana? Andiamo a vedere cosa propongono i principali centri di calcolo negli aggiornamenti di questa mattina. Il modello americano Gfs conferma ancora una volta l’insistenza della goccia fredda al meridione tra le giornate di giovedì e domenica con fenomeni temporaleschi diffusi sopratutto durante le ore centrali del giorno. Attenzione comunque anche alla notte-prime ore del mattino dove qualche nota instabile potrebbe essere registrata su coste adriatiche centro-meridionali e settori ionici, almeno in base a quanto proposto questa mattina. A seguire invece con l’avvento della prossima settimana potrebbe tornare a dominare una vasta area anticiclonica, ma senza grandi eccessi di temperatura con la stagione estiva che si avvicinerebbe così al suo crepuscolo senza grandi scossoni dal punto di vista termico. Della stessa idea, pur non arrivando oltre le 144 ore di range previsionale, sembrerebbe essere anche il modello matematico europeo Ukmo, che ad oggi sembra voler confermare un quadro prettamente instabile al Sud Italia almeno fino alle giornate di domenica-lunedì. Trattandosi comunque di tendenze ancora soggette a cambiamenti, vi invitiamo come sempre a restare aggiornati sul nostro sito.

  • Per ulteriori dettagli continuate a seguirci anche sul nostro canale YouTube con aggiornamenti video in diretta

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.