Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 12 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Tra VIOLENTI TEMPORALI e super CALDO in aumento, OGGI molte regioni a rischio. I dettagli

Previsioni meteo: la situazione sinottica vede l’Italia ancora una volta protetta dall’anticiclone, ma il flusso instabile continua a scorrere al settentrione con temporali violenti e improvvisi

METEO ITALIA - TEMPORALI anche intensi, poi nuova ondata di CALDO; i dettagli
Forti temporali al nord, poi nuova ondata di caldo su tutta l'Italia
1 di 3
  • Meteo – Attesi temporali molto intensi su diverse regioni del Nord, temperature in ulteriore aumento al centro-sud

    Buongiorno e bentrovati amici del Centro Meteo Italiano. Potrebbe essere quello che leggete nei titoli superiori il leitmotiv dei prossimi giorni di agosto, con il Nord Italia maggiormente favorito ad assistere a condizioni di maltempo più o meno frequenti rispetto invece al resto della Penisola. Intanto tra oggi e domani è confermata la formazione improvvisa di celle temporalesche a ridosso dei settori alpini e prealpini, senza però escludere direttamente il coinvolgimento delle zone di pianura di Piemonte, Lombardia e Veneto. Mediamente comunque aldilà del Po. L’anticiclone intanto tende a spingere ulteriormente verso le regioni mediterranee, provocando un altro passo verso l’alto della colonnina di mercurio. Temperature che si sposteranno sempre di più al di sopra della media del periodo, con massime che su diverse regioni non faticheranno a superare i +36°C/+38°C.  Come detto questa situazione potrebbe perdurare anche per il breve-medio periodo con la fine della seconda decade del mese che potrebbe vedere un’onda calda record di matrice africana rimontare verso il Centro-Sud. Ma di questo ce ne occuperemo più nel dettaglio all’interno della seconda pagina dell’editoriale, andiamo invece a vedere quello che ci aspetta tra oggi e domani sull’Italia.

    Meteo oggi giovedì 13 agosto 2020, temporali anche intensi sui rilievi alpini e prealpini localmente anche in pianura

    La giornata odierna vedrà condizioni meteorologiche sensibilmente instabili sui rilievi del Settentrione italiano, con possibilità di grandinate o locali nubifragi. Il flusso di aria umida e instabile ha infatti portato già un primo  violento episodio temporalesco in Trentino, che nella giornata di ieri ha azionato lo sviluppo della slavina letale. Dall’immagine satellitare si evince chiaramente come le celle temporalesche più o meno estese stiano attraversando in questo momento la parte settentrionale della Lombardia oltre che nuovamente le zone occidentali del Trentino. Più asciutto invece sul resto della Penisola dove un po’ per tutta la giornata odierna non sono attesi fenomeni significativi, eccezion fatta per qualche acquazzone qua e là in sviluppo sull’Appenninno. Ben diversa anche al pomeriggio e parte della serata la situazione attesa sulle regioni settentrionali, dove i fenomeni sulle Alpi tenderanno ad intensificarsi nuovamente portando piogge e temporali localmente fin verso le pianure. Temporanea pausa attesa soltanto in nottata.

    Meteo domani 14 agosto, pochi cambiamenti con temporali verso le pianure del nord est

    L’attuale tipo di configurazione sinottica instauratasi sul nostro Paese non mostra segni particolari di cambiamento è come detto sembra essere destinata a durare ancora per molti giorni. Anche domani 14 agosto 2020 pertanto la situazione non subirà variazioni particolari rispetto ad oggi, anche se in mattinata è attesa maggiore stabilità atmosferica un po’ su tutte le regioni del Nord Italia con generale assenza di fenomeni ovunque. Diverso invece quanto atteso al pomeriggio con lo sviluppo diffuso di attività temporalesca al settentrione su Alpi e Prealpi che potrà localmente coinvolgere anche coste e pianure del Nord Est, incluso veneziano e triestino. Anche in questo caso le precipitazioni tenderanno ad esaurirsi perlopiù nelle ore serali e notturne con residue piogge che lasceranno spazio a schiarite sempre più ampie. Come detto nel primo paragrafo le temperature tenderanno comunque a subire un generale aumento sulle regioni centro-meridionali, così come potrebbe avvenire per gran parte della prossima settimana. Ma di questo ne parleremo con  maggiore dettaglio nella prossima pagina dell’editoriale.

  • METEO AGOSTO, la tendenza per la prossima settimana sull’Italia: rischio forte ondata di calore

    La prossima settimana potrebbe vedere sul nostro Paese l’arrivo di una fortissima ondata di calore, probabilmente la più intensa da quando è iniziata l’Estate 2020. Secondo le ultime proiezioni fru principali centri di calcolo infatti all’altezza di 850 hPa (circa 1500 metri) si potrebbero raggiungere al Sud Italia dei valori prossimi ai +30°C, il che significherebbe che al suolo verrebbero ampiamente superati i +40°. Una visione che con il passare dei giorni sta divenendo sempre più verosimile, ma che necessiterà di ulteriori conferme con l’arrivo de week end. L’aggiornamento di questa mattina del modello americano GFS mostra tuttavia un quadro decisamente atipico rispetto alle ultime emissioni, con l’arrivo di aria fresca e instabile da Nord Est con conseguente maltempo diffuso da Nord a Sud. Sarà importante capire l’aggiornamento di questa mattina del modello europeo ECMWF, uno dei primi a segnalare la possibilità di forte caldo a partire da lunedì. Per questo motivo continuate a seguire tutti gli aggiornamenti sul nostro sito web.

  • Per ulteriori dettagli continuate a seguirci anche sul nostro canale YouTube con aggiornamenti video in diretta

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: