Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 2 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Violento MALTEMPO in arrivo con VENTO IMPETUOSO e CALO TERMICO, la Protezione Civile dirama l’ALLERTA, lista città colpite

METEO - L'ITALIA torna nel mirino del MALTEMPO a causa di una PERTURBAZIONE ATLANTICA: la Protezione Civile dirama la nuova ALLERTA, ecco la lista delle città colpite

Allerta meteo della Protezione Civile.
1 di 3
  • Violenti temporali in nottata sul nord Italia

    Siamo alle prese nella giornata odierna con l’ennesimo passo falso di questa estate 2020: il flusso atlantico perennemente sbilanciato verso il continente europeo ha ripreso a spingere da nord, causando un arretramento da parte dell’Alta pressione di matrice africana che non riguarda però direttamente (ancora) il centro-sud. Ciò ha però comportato nel corso di questa notte la formazione di violenti sistemi temporaleschi che hanno colpito diverse zone del settentrione: tra le località più colpite troviamo sicuramente quella di Alessandria dove si è abbattuto un vero e proprio nubifragio accompagnato da venti fino a 100km/h.

    Ora pausa temporanea, in un contesto di stabilità comunque precaria

    Nel corso di questo pomeriggio si è successivamente verificata una evidente attenuazione dei fenomeni al nord Italia, al netto della formazione di temporali pomeridiani lungo il medio versante adriatico, con fenomeni anche intensi localmente. Qualche cella temporalesca è comunque presente soprattutto su alcuni rilievi e relative aree pedemontane. Durante la serata odierna tuttavia, si porranno le basi per lo sviluppo di una nuova violenta ondata di maltempo, che colpirà nuovamente soprattutto Lombardia e Piemonte con possibili grandinate, come abbiamo approfondito all’interno di un apposito editoriale.

    Giornata di maltempo più diffusa in arrivo per domani

    Per la giornata di domani lunedì 3 agosto si attende l’estensione del maltempo a causa di un ulteriore affondo verso meridione della saccatura atlantica. Infatti violenti temporali accompagnati possibilmente anche da grandinate interesseranno non solo le regioni settentrionali (dove l’instabilità presenterà carattere più diffuso rispetto ad oggi), ma anche parte di quelle centrali. Tra queste troviamo sicuramente l’alta Toscana le zone interne delle Marche e l’Umbria, con fenomeni localmente anche intensi. Resta ancora stabile sulle restanti regioni del centro e al sud, dove a prevalere sono ancora gli effetti dell’Alta pressione di matrice africana, nonostante un ulteriore e lieve calo delle temperature previsto. Abbiamo anche fornito un elenco di tutte le spiagge interessate dal maltempo di domani, consultalo.

  • Ecco il bollettino della Protezione Civile

    Riassunto brevemente il quadro meteorologico attuale e delle prossime ore, vi riportiamo il bollettino di vigilanza meteorologica emesso oggi dalla Protezione Civile e valido per domani: Precipitazioni: da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lombardia sud-orientale, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati; da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su resto del Settentrione, Toscana, Umbria e Marche, con quantitativi cumulati da deboli a moderati, specie su Lombardia, Emilia-Romagna, Trentino, Ligura di Levante ed alta Toscana; isolate nel pomeriggio/sera, a carattere di rovescio o breve temporale, su Lazio settentrionale, con quantitativi cumulati deboli. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: in ulteriore sensibile diminuzione sulle regioni settentrionali e, localmente su Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna; massime elevate sulle zone di interne e pianeggianti di Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e, localmente, sulle regioni centrali, fino a localmente molto elevate su Puglia settetrionale e Sicilia sud-orientale. Venti: forti nord-occidentali sulla Sardegna settentrionale, con raffiche di burrasca sulle Bocche di Bonifacio; localmente forti sul resto dell’Isola. Tendenti a localmente forti: dai quadranti occidentali sui settori costieri di Toscana e Lazio, con possibili raffiche di burrasca, e sui settori appenninici del Centro; settentrionali sulla Liguria; meridionali sui settori ionici di Calabria e Puglia meridionale. Mari: molto mossi il Mar di Sardegna, il Tirreno centrale, il Mar Ligure orientale e meridionale, in serata tendente ad agitato quest’ultimo; tendente a molto mosso, dal pomeriggio, il Canale di Sardegna. Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • Allerta arancione, ecco dove

    Sulla base di quanto scritto all’interno del bollettino che vi abbiamo riportato, il Dipartimento di Protezione Civile ha valutato queste allerte per domani: Per la giornata di domani, Lunedì 3 agosto 2020: MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA ARANCIONELombardia: Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale. MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA ARANCIONE: Emilia Romagna: Pianura emiliana centrale, Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese. Lombardia: Bassa pianura occidentale, Orobie bergamasche, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale, Appennino pavese. MODERATA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA ARANCIONE: Lombardia: Orobie bergamasche, Laghi e Prealpi orientali. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Pianura emiliana centrale, Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Bacini emiliani orientali, Pianura e costa romagnola, Bacini romagnoli, Bacini emiliani centrali. Friuli Venezia Giulia: Bacino di Levante / Carso, Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino dell’Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene. Liguria: Bacini Liguri Padani di Ponente, Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Ponente, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro. Lombardia: Media-bassa Valtellina, Lario e Prealpi occidentali, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Alta Valtellina, Valchiavenna. Marche: Marc-3, Marc-2, Marc-1, Marc-6, Marc-5, Marc-4. Piemonte: Valli Varaita, Maira e Stura, Valli Susa, Chisone, Pellice e Po, Valli Orco, Lanzo e Sangone, Val Sesia, Cervo e Chiusella, Toce, Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale, Scrivia, Belbo e Bormida, Valle Tanaro. Toscana: Mugello-Val di Sieve, Serchio-Garfagnana-Lima, Serchio-Costa, Valdarno Inf., Arno-Casentino, Bisenzio e Ombrone Pt, Lunigiana, Reno, Romagna-Toscana, Serchio-Lucca, Versilia. Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento. Umbria: Trasimeno – Nestore, Chiani – Paglia, Chiascio – Topino, Nera – Corno, Alto Tevere, Medio Tevere. Veneto: Adige-Garda e monti Lessini, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Piave pedemontano, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Alto Piave. ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA: Emilia Romagna: Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale. Lombardia: Bassa pianura occidentale, Lario e Prealpi occidentali, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale. Piemonte: Valli Varaita, Maira e Stura, Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale, Belbo e Bormida, Valle Tanaro. Toscana: Mugello-Val di Sieve, Serchio-Garfagnana-Lima, Serchio-Costa, Valdarno Inf., Arno-Casentino, Bisenzio e Ombrone Pt, Lunigiana, Reno, Romagna-Toscana, Serchio-Lucca, Versilia. Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento.
    Interessati dunque dall’allerta tutti i capoluoghi di: Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Umbria, Marche e i seguenti: Trento, Massa, Carrara, Pistoia, Prato, Lucca.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.