Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 6 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Vortice CICLONICO ancora attivo con TEMPORALI e GRANDINATE fin sulle COSTE. I dettagli

Previsioni meteo: molte nubi al meridione con attività temporalesca diffusa ancora presente su molte regioni, persiste maggiore stabilità al Centro-Nord. Vediamo tutti i dettagli nell’editoriale

METEO ITALIA - Vortice CICLONICO ancora attivo con TEMPORALI e GRANDINATE fin sulle COSTE. I dettagli
METEO ITALIA - Vortice CICLONICO ancora attivo con TEMPORALI e GRANDINATE, fonte foto: Pixabay
1 di 3
  • Meteo – Refoli di maltempo nel week end, accelerata dell’anticiclone invece dalla prossima settimana con graduale aumento delle temperature

    Buongiorno e bentrovati amici del Centro Meteo Italiano. La circolazione instabile che sta interessando la nostra Penisola risulta ancora attiva e determina condizioni di instabilità diffusa soprattutto nelle ore centrali del giorno, protraendosi per quasi tutto il fine settimana. Maggiore stabilità atmosferica invece sulle regioni centro-settentrionale grazie all’anticiclone che inizia la sua rimonta su buona parte del bacino del Mediterraneo. Lo stesso che porterà condizioni di tempo generalmente stabile e asciutto sull’Italia per tutta la prossima settimana, aprendo di fatto un lungo periodo caratterizzato da temperature al di sopra della media stagionale ma senza particolari eccessi. Per quanto riguarda lungo termine e la tendenza meteo per il giorno di Ferragosto, vi ci soffermeremo con maggiore dettaglio nella seconda pagina dell’editoriale. Andiamo però a vedere le previsioni per la giornata odierna e quella di domani, con maggiore attenzione alle aree ancora nel mirino del maltempo e a dove si concentreranno i fenomeni più intensi.

    Meteo oggi 7 agosto 2020, instabilità diffusa sui settori peninsulari del meridione con temporali più frequenti al pomeriggio e in serata. Migliora ulteriormente altrove

    Quella di oggi si presenterà come l’ennesima giornata caratterizzata da tempo diffusamente instabile su gran parte delle regioni meridionali, a causa, come detto, di un profondo vortice ciclonico ancora attivo sull’Adriatico meridionale. Al mattino, come mostra anche l’immagine satellitare di questi minuti, sono attese ancora molte nubi sparse su Basilicata, Puglia, bassa Campania e Calabria ma con fenomeni decisamente più rari rispetto a 24/48 ore fa. Tuttavia al pomeriggio tornerà nuovamente ad aumentare la convezione con fenomeni temporaleschi anche intensi attesi su praticamente tutte le regioni del Sud peninsulare e settori orientali della Sicilia. Le precipitazioni saranno accompagnate da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento, mentre tenderanno ad esaurirsi gradualmente nel corso delle ore serali e notturne. Al Centro-Nord la situazione si presenterà invece ben diversa con ampie schiarite prevalenti e locali disturbi soltanto sull’Appennino centrale. Le temperature tenderanno a subire un generale rialzo nei valori massimi, mentre le minime risulteranno ancora in calo sulle regioni meridionali. La ventilazione rimarrà ancora una volta disposta dai quadranti nord orientali e potrà presentarsi moderata o sostenuta al Nord Est e sui settori adriatici. Andiamo però a vedere il tempo che ci aspetta invece domani.

    Meteo domani 8 agosto, persistono temporali sulle regioni meridionali. Anticiclone in rinforzo al Nord salvo locali disturbi sulle Alpi

    La giornata di domani, sabato 8 agosto 2020, vedrà ancora l’instabilità protagonista sulle regioni meridionali a causa della circolazione ciclonica ancora attiva in quota. Tuttavia, al mattino la nuvolosità sarà meno frequente sui settori tirrenici del Sud così come le schiarite preverranno quasi totalmente al Centro-Nord. Diversa invece la situazione attesa nelle ore pomeridiane, momento in cui nuovi temporali tenderanno ad avere origine a partire dalle zone appenniniche del meridione per poi estendersi verso Ovest mettendo la freccia in direzione delle aree costiere e pianeggianti. Ancora una volta le precipitazioni tenderanno ad esaurirsi nelle ore serali, con le regioni più colpite che risulteranno Puglia, zone interne della Campania, Basilicata e Calabria. Non si esclude qualche acquazzone sui rilievi appenninici a confine tra Lazio e Abruzzo oltre che su quelli alpini tra alta Lombardia e Alto Adige. Temperature verso un generale incremento da Nord a Sud, sia nei valori minimi che in quelli massimi. La ventilazione si manterrà ancora una volta sostenuta da Nord Est sulle regioni adriatiche.

  • METEO PROSSIMA SETTIMANA E LUNGO TERMINE, anticiclone ancora protagonista?

    L’esteso campo anticiclonico che già in queste ore si sta rafforzando sull’Europa centro-occidentale tenderà ad inglobare rapidamente la nostra Penisola già a partire dal week end ma subirà una decisa accelerata con l’inizio della prossima settimana. I principali centri di calcolo sono infatti concordi su un generale miglioramento del tempo da Nord a Sud con i valori della colonnina di mercurio che torneranno a salire seppur con moderazione e senza gravi eccessi in positivo rispetto alla media del periodo. Residua instabilità potrà interessare ancora una volta i monti del meridione, ma si tratterà i episodi via via più sporadici. Dovrebbe essere quindi salvo il giorno di Ferragosto, con l’anticiclone protagonista sull’Italia: da valutare soltanto l’eventuale entità di un affondo Atlantico atteso tra Isole britanniche e Francia, dal quale potrebbero scaturire locali disturbi al Nord Ovest, ma di questo ne parleremo più approfonditamente con l’avvento degli aggiornamenti modellistici nei prossimi giorni. Per il momento vi invitiamo a rimanere aggiornati come sempre sul nostro sito web.

  • Per ulteriori dettagli continuate a seguirci anche sul nostro canale YouTube con aggiornamenti video in diretta

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: