Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 14 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – Vortice CICLONICO in AZIONE, l’Italia SFERZATA dal MALTEMPO: tutti i dettagli e le PREVISIONI

PREVISIONI METEO – Ancora una volta l’intera giornata sarà caratterizzata da condizioni di tempo instabile e perturbato su gran parte della Penisola, vediamo i dettagli nell’editoriale

METEO ITALIA – Vortice CICLONICO in AZIONE, l’Italia SFERZATA dal MALTEMPO: tutti i dettagli e le PREVISIONI
METEO ITALIA – Vortice CICLONICO in AZIONE, l’Italia SFERZATA dal MALTEMPO: fonte immagine, Pixabay
1 di 3
  • METEO : forte peggioramento in arrivo anche oggi su diverse regioni italiane, attesi temporali e nubifragi

    Buongiorno e bentrovati a tutti gli amici del Centro Meteo Italiano. Una circolazione ciclonica al suolo tenderà ad approfondirsi nelle prossime ore sull’alto Tirreno dando vita ad attività temporalesca localmente intensa sia sui settori occidentali che sulle regioni adriatiche e settentrionali. Sin dalle prime ore di questa mattina grazie alla moviola satellitare è stato possibile evincere la formazione di importanti nuclei temporaleschi a ridosso delle aree costiere di Toscana e Liguria, con frequente attività elettrica. Nelle prossime ore così come nella giornata di domani tale sistema depressionario sarà responsabile di precipitazioni diffuse su buona parte del territorio italiano. A seguire è attesa una breve pausa venerdì, mentre a partire da sabato non è esclusa una nuova ondata di maltempo che tornerebbe a coinvolgere il Centro-Nord. Vediamo però nel dettaglio le previsioni per il breve termine ed una breve panoramica su quanto ci aspetta invece a partire dall’inizio della prossima settimana, momento in cui l’Estate potrebbe affacciarsi con maggior decisione sul Mediterraneo.

    METEO OGGI 10 giugno 2020: vortice depressionario in approfondimento, temporali diffusi al Centro-Nord

    La giornata odierna si presenterà ancora una volta ad ampi tratti instabile su gran parte del territorio italiano. Al mattino attese molte nubi su tutte le regioni centro-settentrionali con locali piogge o temporali su Toscana, Liguria, Lazio e alto Adriatico, più asciutto altrove ma con nuvolosità in transito. Al pomeriggio tempo in ulteriore peggioramento con temporali che torneranno ad avere origine sulle pianure del settentrione: attesi fenomeni anche intensi su Triveneto, Marche, Umbria, Abruzzo e in estensione anche ai settori costieri. Possibilità di locali grandinate o fenomeni anche a carattere di nubifragio. Nelle ore serali e notturne persistono condizioni di generale maltempo al Centro-Nord con precipitazioni da sparse a diffuse, frequente attività elettrica che persiste sia sulle aree padane che lungo le regioni tirreniche ove tenderanno a protrarsi fin verso le ore notturne. Temperature sostanzialmente stabili sia nei valori minimi che in quelli massimi, ventilazione in rinforzo dai quadranti occidentali.

    METEO DOMANI 11 giugno 2020, situazione invariata con maltempo su molte regioni: timido miglioramento in serata

    Anche quella di domani si presenterà come una giornata ad ampi tratti instabile su buona parte del territorio nostrano. I fenomeni si concentreranno perlopiù al mattino e al pomeriggio sia sulle regioni centrali che su quelle settentrionali a causa dell’azione prolungata del centro di bassa pressione che da oggi inizierà ad insistere sull’alto Tirreno. Attenzione ai settori costieri di Lazio e Toscana, ove localmente potrebbero avere origine nuclei temporaleschi di moderata o forte intensità. Al pomeriggio nuovi temporali in formazione sia sui rilievi alpini e appenninici che lungo le zone di pianura del Settentrione, mentre dalle ore serali e notturne è attesa una prima attenuazione dei fenomeni dopo diversi giorni caratterizzati da condizioni di generale maltempo. Persiste invece stabilità atmosferica al Sud Italia salvo locali rovesci attesi in Sardegna e sull’Appennino molisano. Temperature ancora una volta attese stazionarie sia al Centro-Nord che al meridione.

  • L’ESTATE prova a bussare alla porta dell’ITALIA: dal 16 giugno cambia tutto? Modelli ancora discordi

    Nonostante dal 16 giugno gran parte dei modelli matematici propongano un generale aumento delle temperature, restano ancora delle incertezze riguardo la tendenza nel medio-lungo periodo. Molto dipenderà infatti dalla prossima ondata di maltempo attesa sull’Italia nel week end: la traiettoria che descriverà goccia fredda che ne sarà responsabile, infatti, si rivelerà di fondamentale importanza per l’evoluzione futura. Il modello europeo ECMWF propone uno scenario volto al ritorno del maltempo a partire dal 16/17 giugno per un nuovo nucleo depressionario in quota che risalirebbe dal Mediterraneo sud occidentale verso buona parte del territorio italiano. Maggiore stabilità proposta questa mattina invece dal modello GFS, ma resta ancora tutto molto incerto. Per questo motivo è atteso un nuovo editoriale a proposito, dove cercheremo di analizzare con maggior dettaglio la situazione intorno alle ore 9:30 sulle pagine del nostro sito web. Non mancate quindi all’appuntamento.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: