Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 8 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – L’ANTICICLONE torna a RINGHIARE sull’ITALIA, IMPENNANO le TEMPERATURE, tutti i dettagli

METEO - L'ANTICICLONE torna a RINGHIARE sull'ITALIA con TEMPERATURE in progressivo aumento e fino a +38°C nelle pianure interne, ecco tutti i dettagli

Anticiclone avanti tutta.
1 di 3
  • Traslazione della saccatura di maltempo verso oriente

    La saccatura di maltempo che nella prima metà di questa settimana e per parte della seconda ha investito pienamente la nostra Penisola con fenomeni sparsi e talvolta anche violenti, sta ora traslando verso oriente, sospinto da un nuovo rinforzo dell’Alta pressione di matrice afroazzorriana. Negli ultimi giorni si è infatti centrata tra la Penisola balcanica e quella turca, favorendo un generale miglioramento delle condizioni meteo sulle regioni centro-settentrionali (dove tra l’altro le temperature risultano anche in graduale aumento), mentre persistono ancora note d’instabilità al meridione, come vedremo nel prossimo paragrafo.

    Ancora maltempo al sud Italia

    Sulle regioni meridionali del Paese tuttavia insiste ancora una blanda circolazione instabile innescata proprio dall’affluenza di correnti più fresche ed umide provenienti dai quadranti nordorientali, provenienti cioè dalla stessa saccatura che nel corso di questa settimana aveva portato un’ondata di più diffuso maltempo rispetto a quanto sta facendo negli ultimi giorni e nelle ultime ore. Nonostante la circolazione instabile sia come scritto in precedenza “blanda” ciò non ha mancato di apportare fenomeni anche violenti, seppur isolati, che hanno provocato non pochi problemi nella città di Messina.

    L’Anticiclone sbarra la strada all’Atlantico

    L’Anticiclone di matrice afroazzorriana che in questo momento lambisce solamente la nostra Penisola portando effetti evidenti solamente sulle regioni centro-settentrionali, sta spingendo molto sul Mediterraneo occidentale dove invece i picchi di temperatura raggiungono valori anche di oltre +40°C in Francia e Spagna, con il campo di Alta pressione che si estende fin sui Paesi europei centrali fino a sfiorare la Penisola scandinava. Ciò costituisce un vero e proprio sbarramento barico per le perturbazioni atlantiche di affondare verso il nostro Paese, che così facendo rimane però sempre esposto alle correnti orientali (responsabili proprio del maltempo al sud)

  • L’estate ci riprova

    L’estate dunque prova nuovamente a ringhiare sulla nostra Penisola dopo che nel corso di questa settimana è stata in balìa di una perturbazione che, come scritto in precedenza, non ha mancato di portare violenti temporali in giro per il Paese. Le temperature appaiono in generale aumento anche al sud, eccezion fatta per quelle zone che anche oggi sono sotto gli effetti di qualche localizzato temporale.

  • Prossimi giorni progressivo aumento termico, picchi fino a +38°C nelle pianure interne e in Pianura Padana

    Nei prossimi giorni l’Anticiclone di matrice afroazzorriana continuerà a spingere dai quadranti sudoccidentali, tentando di spazzar via anche le ultime correnti di maltempo rimaste sull’Italia e non riuscendoci però mai pienamente: sebbene infatti nelle pianure italiane persisteranno condizioni di stabilità accompagnate da temperature anche elevate e fino a +37/+38°C nelle pianure interne e in Pianura Padana, qualche disturbo temporalesco localizzato continuerà comunque ad interessare la dorsale appenninica del Paese, ma anche l’arco alpino.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: