Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 24 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – L’AUTUNNO non molla e ci riprova il prossimo WEEKEND con PIOGGE e TEMPORALI, ecco dove

METEO - SUPER ANTICICLONE in estensione sul Mediterraneo centrale la PROSSIMA SETTIMANA, ma il MALTEMPO potrebbe tornare già nel WEEKEND, ecco i dettagli della tendenza

Prossimo weekend nuovamente all'insegna del maltempo?
1 di 3
  • Progressivo miglioramento sull’Italia

    Le correnti atlantiche stanno perdendo di giorno in giorno la loro incisività all’interno del Mediterraneo centrale, impegnate più che altro a contrastare l’avanzata dell’Anticiclone più che a portare piogge sulla nostra Penisola. Il graduale miglioramento che si sta osservando negli ultimi giorni (oggi acquazzoni brevi e solo localizzati al centro-sud) infatti è dovuto anche grazie ad una nuova spinta dell’Anticiclone, visibile grazie ad un primo lieve aumento delle temperature al sud che si confermerà nei prossimi giorni anche sul resto d’Italia, grazie all’affermazione di un promontorio anticiclonico di origine africana sul nostro Paese, come vedremo nel prossimo paragrafo.

    Super Anticiclone in arrivo

    A partire dunque dalla giornata di lunedì 19 ottobre nonché dagli inizi della prossima settimana, sull’Italia va affermandosi un campo di Alta pressione di matrice africana che sancirà uno stop dal maltempo che potrebbe essere leggermente più longevo rispetto a quello subìto dallo stesso nei precedenti due episodi, come vedremo nel prossimo paragrafo. Tale struttura anticiclonica riporterà dunque condizioni di generale bel tempo sulla nostra Penisola, accompagnate da temperature in aumento su valori che si aggireranno attorno alla media del periodo o lievemente oltre portando così la classica ottobrata.

    Il maltempo potrebbe tornare già dal prossimo weekend

    La rimonta anticiclonica che dovrebbe interessare la nostra Penisola per buona parte della prossima settimana è viziata da un affondo perturbato di origine nordatlantica sui settori più occidentali del Mediterraneo e sulla Penisola iberica. Il moto ciclonico della saccatura infatti pescherebbe masse d’aria calda dal Nordafrica trascinandole fin sull’Italia, assicurando oltretutto bel tempo. Stando ai principali centri di calcolo tuttavia, la saccatura si sposterebbe successivamente verso oriente portando effetti anche sullo stivale entro il prossimo fine settimana, vediamo quali sono i settori maggiormente a rischio maltempo.

  • Nel mirino del maltempo soprattutto il nord, da valutare un coinvolgimento anche del centro

    Se quanto detto nel precedente paragrafo dovesse poi trovare successivo riscontro, nel mirino del maltempo ci finirebbero soprattutto le regioni settentrionali in primis, con fenomeni a tratti anche violenti sul settore nordoccidentale. E’ attualmente da valutare un possibile coinvolgimento anche delle regioni centrali, soprattutto di sponda tirrenica. Sembra invece si possa escludere un eventuale interessamento del sud: l’Anticiclone rimane troppo invadente per ipotizzare che il maltempo arrivi fino al meridione, almeno stando alle ultime emissioni modellistiche.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: