Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 9 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – L’ESTATE accusa il COLPO, miglioramento solo temporaneo: torna il MALTEMPO, tutti i dettagli

METEO - Dopo l'ondata di duro MALTEMPO al nord ITALIA di ieri l'ESTATE accusa il COLPO, ANTICICLONE destinato a soccombere alle CORRENTI ATLANTICHE, tutti i dettagli

Torna il forte maltempo.
1 di 3
  • Violento maltempo ieri al nord Italia

    Nella giornata di ieri abbiamo assistito ad un’ondata di violento maltempo sulle regioni settentrionali che ha lasciato il segno non mancando di portare diversi danni e disagi non solo nella Vallagarina, ma anche e soprattutto in Lombardia, sempre più martoriata dalle diverse emergenze in questo 2020, da quella sanitaria a quella climatica e dove si è verificata una tromba d’aria. Il fronte perturbato che ha interessato i predetti settori è stata causato dal transito rapido di un cavo perturbato di matrice atlantica che in queste ore ha ormai abbandonato il nostro Paese spostandosi sulla Penisola balcanica.

    Rimasto stabile al centro-sud

    L’Anticiclone non ha però mollato la presa sulle regioni centro-meridionali che hanno perciò osservato condizioni meteo di assoluta stabilità, né nella giornata di ieri e né men che meno in quella di oggi, anzi: un nuovo rinforzo del promontorio anticiclonico che torna a spingere dai quadranti sudoccidentali è stato il principale responsabile del rapido transito verso il settore balcanico del suddetto cavo perturbato. Tuttavia, la presenza di tali correnti più fresche e instabili sulla Penisola balcanica, determina l’ingresso in Italia di una blanda circolazione secondaria, causa di qualche disturbo temporalesco sull’Appennino centrale come vedremo nel prossimo paragrafo.

    Temporali sulla dorsale appenninica Lazio-Abruzzese

    Lo avevamo detto ieri e d’altronde il quadro previsionale aveva attivato anche gli addetti ai lavori, tanto da indurre il Dipartimento di Protezione Civile a emettere un’allerta meteo di codice giallo per tali settori: temporali anche intensi sono in formazione in queste ore sull’Appennino Lazio-Abruzzese e stanno attualmente interessando principalmente l’aquilano e il reatino. Prima di un nitido miglioramento delle condizioni meteo atteso in serata, l’instabilità tenderà a spostarsi maggiormente verso meridione colpendo anche le montagne del frusinate, con probabili e occasionali sconfinamenti fin sulle pianure ciociare, come abbiamo approfondito all’interno di un apposito editoriale.

  • L’Anticiclone recupera per domani, ma insisteranno alcuni disturbi

    Una nuova spinta dell’Anticiclone afroazzorriano va dunque profilandosi nelle prossime ore e determinerà un nitido miglioramento delle condizioni meteo che entro la serata odierna risulteranno stabili pressoché ovunque. Tuttavia, il flusso atlantico che scorre sul continente europeo risulterà ancora piuttosto basso di latitudine e questo renderà l’Anticiclone soggetto agli attacchi atlantici in qualsiasi momento.

  • Disturbi pomeridiani persistenti sui rilievi montuosi del centro-nord

    Una situazione simile ovviamente non è favorevole ad assicurare condizioni di generale stabilità sull’intero territorio nazionale, come è invece successo per qualche giorno nel corso di questa settimana. Anzi, i disturbi pomeridiani saranno piuttosto persistenti nella settimana subentrante, con temporali e possibili grandinate che si svilupperanno sull’arco alpino a partire da domani, ma ancor di più da martedì 14 luglio e sull’Appennino Lazio-Abruzzese soprattutto da mercoledì in poi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: