Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 26 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – L’INVERNO scalda i motori: stagione SCOPPIETTANTE alle porte con FREDDO e NEVE?

METEO - Il VORTICE POLARE va verso il ricompattamento, l'INVERNO scalda i motori: stagione SCOPPIETTANTE alle porte con FREDDO e NEVE in arrivo?

METEO – L’INVERNO scalda i motori: stagione SCOPPIETTANTE alle porte con FREDDO e NEVE?
Neve, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Maltempo con rischio nubifragi nei prossimi giorni

    L’affondo di una saccatura nordatlantica porterà effetti sul bacino del Mediterraneo centrale da stasera e per alcuni giorni, almeno fino alla giornata di mercoledì 28 ottobre, con l’Anticiclone che dunque si mostra troppo arrendevole nei confronti di un flusso atlantico che rimane molto dinamico. Non solo, il maltempo di cui si farà portatrice proprio la saccatura di cui prima, porterà fenomeni talvolta anche molto intensi e a carattere di nubifragio, soprattutto sui settori alpini e subalpini prima, e su quelli tirrenici poi. Entro infatti metà settimana l’instabilità colpirà praticamente tutta Italia, con temperature in calo.

    Anticiclone dalla seconda metà della prossima settimana, con temperature in risalita

    Gli effetti della saccatura di maltempo dunque saranno evidenti sulla nostra Penisola fino a metà della prossima settimana ormai alle porte, come scritto anche nel precedente paragrafo. Successivamente, un robusto campo di Alta pressione si muove alla riscossa dai quadranti sudoccidentali e entro la giornata di giovedì 29 avvolgerà interamente non solo l’Italia, ma anche buona parte del bacino del Mediterraneo. A quel punto sarà piuttosto evidente il miglioramento delle condizioni meteo sullo stivale, con cieli sereni e temperature che torneranno a salire su valori anche oltre la media del periodo stando ai principali centri di calcolo.

    Vortice polare in via di ricompattamento, fase più stabile ora, ma buona notizia per l’inverno

    L’Anticiclone prenderà dunque il sopravvento a partire dalla seconda metà della prossima settimana e per almeno una settimana, a causa di un vortice polare che, molto disturbato nel corso di questa prima parte di autunno, sembra voler direzionarsi verso il ricompattamento, rendendo più difficoltosi e quindi anche più rari gli scambi meridiani. Nelle ultime stagioni autunnali il vortice polare si apprestava a ricompattarsi in un periodo tardivo che va dal finire di novembre alla prima parte di dicembre, compromettendo di fatto buona parte della stagione invernale successiva. Un ricompattamento precoce invece, potrebbe favorire una stagione invernale scoppiettante, come vedremo nel prossimo paragrafo.

  • Invernata fredda e nevosa?

    Un ricompattamento precoce del vortice polare è un buon indice di speranza per tutti coloro che amano il freddo e/o la neve o semplicemente gli sport invernali. Infatti, tenendo conto che il ricompattamento dura mediamente all’incirca tra i 45 e i 60 giorni prima di essere nuovamente azzannato dalle onde di calore planetarie, la tempistica sarebbe perfettamente combaciante con l’inizio della stagione invernale astronomica, soprattutto se si considera che almeno la prima parte del prossimo inverno passerà sotto gli effetti del fenomeno della Nina. Ci riserberemo nei prossimi giorni e nelle prossime settimane di aggiornare tale tendenza che risulta comunque avere un basso grado di affidabilità ad oggi.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: