Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 4 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – L’ITALIA è nel mirino del violento MALTEMPO: ATTACCO ATLANTICO in arrivo sullo stivale, ecco i dettagli

METEO - Violenta ONDATA di MALTEMPO in dirittura d'arrivo verso l'ITALIA con PIOGGE, TEMPORALI, NUBIFRAGI e GRANDINATE: non mancherà nulla! I dettagli

Shelf cloud, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Condizioni meteo in peggioramento già da questo pomeriggio

    Le condizioni meteo appaiono in netto peggioramento già da questo pomeriggio sull’Italia, a causa dell’ingresso delle prime piogge occasionalmente accompagnate anche da attività elettrica. La nuvolosità in progressivo aumento nel corso della mattinata e della nottata sulle regioni settentrionali hanno anticipato l’arrivo delle piogge che localmente potranno essere anche intense nelle prossime ore. Il peggioramento della giornata odierna era evidente già dal quadro previsionale disponibile ieri, tanto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo valida per oggi.

    Affondo perturbato in arrivo da domani sul Mediterraneo centrale

    Le prime note di maltempo sulle regioni settentrionali nella giornata odierna sono causate dall’avvicinamento di una saccatura di origine nordatlantica proveniente dalle latitudini più settentrionali e che affonderà in maniera più decisa nella giornata di domani giovedì 4 giugno nel Mediterraneo centrale, come vedremo nei successivi paragrafi. Ciò innescherà una forte ondata di maltempo grazie ad una vera e propria strutturazione di una perturbazione con tanto di minimo depressionario. Essa interesserà inoltre buona parte del Paese, seppur in step temporali completamente differenti l’uno dall’altro.

    Domani forte maltempo al nord con nubifragi e grandinate

    Nella giornata di domani giovedì 4 giugno dunque, soprattutto tra mattina e pomeriggio, le condizioni meteo subiranno un visibile peggioramento sulle regioni settentrionali colpendo duramente soprattutto le aree del confine nord tra Piemonte e Lombardia. Non saranno escluse dai violenti temporali anche a carattere di grandine e/o nubifragio anche il resto delle zone delle predette regioni, con accumuli che talvolta risulteranno piuttosto elevati. In serata il violento maltempo si sposterà verso oriente, interessando i settori nordorientali e colpendo in maniera violenta anche il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, in particolare le aree di confine tra le due regioni. Sul dettaglio previsionale abbiamo tuttavia approfondito all’interno di un apposito editoriale.

  • In serata/tarda serata forti temporali si svilupperanno davanti la costa tirrenica centrale

    A partire dalla serata o tarda serata di domani giovedì 4 giugno inoltre l’instabilità si estenderà anche su alcune regioni centrali, in particolare quelle del versante tirrenico e Umbria. Temporali anche violenti si svilupperanno al largo della costa e tenderanno a fare ingresso dai quadranti occidentali per l’appunto su queste regioni. Temperature in crollo al passaggio dei fenomeni che risulteranno piuttosto intensi.

  • Il sud dovrà aspettare venerdì

    L’ondata di maltempo che investirà il Paese nelle prossime ore, come scritto anche in precedenza, interesserà a grandi linee l’intero stivale, con l’interessamento anche delle regioni meridionali. Quest’ultime però verranno coinvolte dall’instabilità solamente nella giornata di venerdì 5 giugno, con temporali intensi e possibili grandinate anche in questi settori, soprattutto sul versante tirrenico. Anche in questo caso le temperature tenderanno a subire un brusco calo al passaggio dei fenomeni.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: