Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 27 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – L’URAGANO SALLY colpisce gli Stati Uniti con venti oltre 150km/h provocando INONDAZIONI e DISAGI ingenti, VIDEO

METEO - L'URAGANO SALLY raggiunge le coste dell'Alabama come categoria 2 con venti oltre 150km/h. MALTEMPO ESTREMO con INONDAZIONI e DISAGI, ecco il VIDEO

Maltempo, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Stagione degli uragani parte a tutto spiano

    Che l’autunno fosse la stagione delle piogge è risaputo, che fosse la stagione degli uragani per eccellenza pure. E quest’anno sembra essere partita proprio alla grande, nonostante l’avvento dell’equinozio avvenga solo nella giornata del 22 settembre, fra poco meno di una settimana. Nella sola giornata di oggi infatti, le perturbazioni tropicali che si registrano in tutto il mondo sono 11, di cui 8 solo nell’Oceano Atlantico, una quantità che non si vede tutti gli anni, o perlomeno non contemporaneamente. Nel corrente editoriale parleremo principalmente dell’Uragano Sally del quale avevamo già accennato qualcosa nella giornata di ieri.

    Ciclone mediterraneo in sviluppo

    Prima però di fossilizzarci sull’Uragano Sally, puntiamo prima lo sguardo su un ciclone mediterraneo in formazione quasi a metà tra le coste nordafricane e quelle siciliane. Ciò sta già portando condizioni di maltempo localmente intenso su Sicilia e Calabria joniche e nelle prossime ore il tempo è destinato possibilmente a un ulteriore peggioramento. Alle 11 perturbazioni tropicali delle quali abbiamo dunque parlato in precedenza, c’è da aggiungere un ciclone simil-tropicale che si trova in questo momento nelle calde acque mediterranee e che porterà effetti soprattutto sulla Penisola greca entro venerdì 18 settembre.

    Uragano Sally compie landfall come uragano di categoria 2

    Nel corso della mattinata odierna (ora locale) l’Uragano Sally è approdato sulle coste occidentali dell’Alabama, poco distante dal confine con la Lousiana, come categoria 2 e con venti cioè fin oltre i 150km/h. Tale struttura tropicale com’è purtroppo ovvio sta agendo su un’area distesa, con piogge e temporali anche molto intensi e a carattere di nubifragio che si estendono fino alla Florida. Sono diversi gli allagamenti, ma anche i danni portati dalle violente raffiche di vento, anche se momentaneamente le notizie che giungono da quelle zone sono molto frammentarie. L’Uragano Sally tra l’altro ha seguito una direttrice poco differente rispetto a quella che ha fatto l’Uragano Laura qualche settimana fa e solo di qualche centinaio di chilometri più orientale.

  • VIDEO – Uragano Sally in azione sulle coste meridionali degli Stati Uniti

    Disagi e allagamenti ingenti dunque secondo quanto riporta il sito “nytimes.com” con intense mareggiate, tuttavia non arrivano al momento notizie più dettagliate. Ciò che si sa è che l’Uragano Sally (che ha già perso parte della sua potenza declassificandosi ad uragano di categoria 1) proseguirà il suo percorso verso nordest, attraversando la Georgia e il South Carolina come depressione tropicale entro la giornata di venerdì 18 settembre. A testimonianza di quanto scritto fin ora, vi riportiamo un video del canale Youtube “TODAY“.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: