Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 25 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – La NEVE fa copiosamente ritorno sulle ALPI, in seguito ANTICICLONE a gogo

METEO - La neve è tornata sulle Alpi al nord con accumuli anche abbondanti, a seguire arriverà una lunga fase anticiclonica

METEO – La NEVE fa copiosamente ritorno sulle ALPI, in seguito ANTICICLONE a gogo
METEO - La NEVE fa copiosamente ritorno sulle ALPI, come si può osservare dalla webcam del Passo Eira - fonte Comune di Livigno
1 di 3
  • Ultime 24 di maltempo sull’Italia, ecco quanto accaduto

    La configurazione sinottica attuale prevede un miglioramento delle condizioni meteo al centro-nord, mentre al sud Italia le piogge continueranno ad imperversare nel corso della giornata. Al nord ieri il maltempo ha apportato ingenti quantitativi di pioggia specialmente sull’Appennino Ligure e sulle Alpi Lombarde. Il fenomeno dello stau ha permesso agli accumuli di raggiungere localmente anche le 3 cifre, come a S. Alberto (Bargagli) 127 mm, Mignanego 141,4 mm, Busalla 125,2 mm per quanto riguarda le località Liguri. Tra Lecchese e Comasco valori over 100 millimetri come ad Albavilla 116 mm, Valbrona 115 mm. Localmente sono stati superati i 150 millimetri di pioggia come ad Abbadia Lariana 167 mm e sulle Alpi Orobie a Colere 164 mm. Le piogge sono risultate omogenee anche sul Trentino Alto Adige con accumuli compresi fra i 20 ed i 60 mm, più asciutto sul nord-est italico. Sul resto della penisola gli effetti della perturbazione sono stati meno evidenti come sulla Toscana dove abbiamo avuto piogge diffuse tra i 10 ed i 30 millimetri. Al momento una lunga linea di precipitazioni è posizionata con asse nord-sud dal Gargano, passando per la Campania fino all’estremo sud in Sicilia. Ecco la situazione meteo attuale!

     

    Fronte freddo in azione al centro-sud

    Il fronte freddo segue la linea della saccatura, sospinto da un blando minimo depressionario posizionato sul Triveneto con valori di pressione al suolo di 1007 hPa. Il transito della linea temporalesca ha dato adito a locali criticità a causa degli ingenti quantitativi di acqua che ha scaricato: segnalati locali disagi nel Salernitano fra Baronissi e la Valle dell’Irno. Valori pluviometrici rilevanti in queste zone che hanno raggiunto massimi pluviometrici tra i 50 ed i 100 millimetri. Nelle prossime ore attese piogge sulle restanti regioni peninsulari di Puglia, Basilicata, Calabria e settori orientali della Sicilia; tempo più asciutto invece sulla Sardegna che in queste ore sta vedendo ampi spazi di sereno sopra i propri cieli. L’azione di questa saccatura ha apportato anche ad ingenti quantitativi di neve su molte località Alpine, vediamo dove!

     

    Webcam rifugio Madonna delle Nevi – Alta valle Brembana – fonte www.vallebrembana.org

    Calo delle temperature e neve copiosa sulle Alpi centrali

    Su molte zone del nord Italia i valori di temperatura nelle ultime 24 ore sono calati di 3-5°C specialmente sulle zone montane dove la quota neve è calata particolarmente grazie al transito della perturbazione: molte le località delle Alpi Lombarde imbiancate fino a 1300-1500 metri come testimoniano le immagini webcam. Sulle zone di confine la temperatura è scesa al di sotto dello zero in maniera molto marcata come ad esempio in alta valle Brembana dove stamani erano presenti 2-3 centimetri di neve intorno ai 1300 metri. Sulla Valtellina neve copiosa come ad esempio su Livigno dove sono caduti oltre 30 centimetri di neve; chiuso il passo montano della Forcola (o del Foscagno) per lavori di sgombero dalla neve. Sebbene questo peggioramento abbia apportato un generale calo delle temperature, nei prossimi giorni saremo in compagnia dell’anticiclone con un nuovo rialzo termico in vista.

     

  • Anticiclone possente nel seguito

    In seguito a chiusura del mese di Ottobre, l’anticiclone si andrà ad estendere dai settori più occidentali dell’Europa andando ad abbracciare anche l’Italia. Per questo motivo è previsto un ritorno del tempo stabile e assente di precipitazioni su tutto il nostro territorio per il momento fino all’inizio della prossima settimana. In questa fase saranno frequenti le nebbie al nord e nelle zone interne più riparate. Inquadreremo nel dettaglio questa fase meteo nei prossimi giorni, con ulteriori aggiornamenti a riguardo.

     

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: