Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 27 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Lo STRAPPO del WEEK-END! Nubifragi e GRANDINE fin sulle coste: ZONE COLPITE

PREVISIONI METEO – Un esteso fronte freddo attraverserà molte delle regioni settentrionali portando maltempo, nubifragi e locali grandinate

METEO - Lo STRAPPO del WEEK-END! Nubifragi e GRANDINE fin sulle coste: ZONE COLPITE
METEO - Lo STRAPPO del WEEK-END! Nubifragi e GRANDINE fin sulle coste: fonte foto, Pixabay
1 di 3
  • METEO : anticiclone in rimonta sull’Italia, ma il fronte freddo darà fastidio al Nord

    Buon pomeriggio e bentrovati a tutti gli amici del Centro Meteo Italiano. Nonostante l’esteso campo di alta pressione stia rimontando progressivamente non solo sulla nostra Penisola ma anche e soprattutto sull’Europa centro-occidentale, nel corso del week end ci sarà il transito di un esteso fronte perturbato che porterà temporali localmente molto intensi sulle regioni settentrionali. Ben diverso il discorso per il resto d’Italia dove sarà la stessa cella anticiclonica a garantire stabilità prevalente sia sulle regioni centrali che su quelle meridionali. Qui le temperature tenderanno localmente a toccare i +28°C/+29°C su diversi settori specie quelli interni delle aree ioniche. Come detto invece al settentrione la musica sarà ben diversa e ci aspettiamo fenomenologia molto intensa soprattutto a ridosso dei rilievi alpini. Andiamo però a vedere il dettaglio nel prossimo paragrafo, con l’ausilio degli ultimissimi aggiornamenti dei principali centri di calcolo oltre che del nostro bollettino quotidianamente aggiornato.

    TEMPORALI e NUBIFRAGI sulle regioni settentrionali domani, vediamo il dettaglio delle zone colpite

    Nella giornata di domani assisteremo quindi ad un repentino peggioramento delle condizioni atmosferiche al Nord, dovuto all’arrivo di un fronte freddo che porterà attività temporalesca diffusa sui settori alpini in parziale estensione alle aree pianeggianti. Andiamo però a vedere nel dettaglio quali saranno le aree maggiormente colpite dal maltempo. Al pomeriggio il fronte impatterà sulle Alpi nord occidentali portando così i primi temporali sui rilievi del Piemonte e della Valle d’Aosta: i fenomeni inizialmente risulteranno confinati alle zone di confine, per poi estendersi nel tardo pomeriggio al territorio italiano. In serata invece il maltempo si svilupperà molto più rapidamente, andando a sconfinare sulle pianure di Piemonte, Lombardia e Veneto. Attenzione alla possibilità di locali grandinate nella fattispecie sulle aree prealpine lombarde e sul Trentino Alto-Adige, mentre i fenomeni non dovrebbero interessare le pianure emiliane e le coste della Liguria.

    PRIME ORE DI DOMENICA, fenomeni temporaleschi al Nord Est

    Così come è giunto rapidamente, il fronte di aria umida e instabile una volta valicate le Alpi centro-occidentali si trasferirà al Nord Est interessando perlopiù le Alpi venete e tutto il Friuli Venezia-Giulia. Altrove assisteremo invece ad un generale miglioramento con ampie schiarite a partire dalle regioni occidentali in estensione anche a Lombardia, Emilia-Romagna e parte della Liguria entro la mattinata di domenica. Residui fenomeni interesseranno le Alpi carniche, ma a seguire il sole tenderà a splendere anche su questi settori garantendo così una parte finale del week end ad ampi tratti stabile e soleggiata. Poche variazioni invece sul resto d’Italia dove altresì le temperature massime tenderanno a mantenersi stazionarie intorno ai +25°C con punte di qualche grado in più sulle regioni ioniche dell’estremo meridione. La ventilazione subirà un generale rinforzo dai quadranti nord orientali e i mari risulteranno localmente mossi o molto mosso l’alto Adriatico. Nella pagina successiva faremo invece un accenno a come potrebbe iniziare la prossima settimana.

  • ANTICICLONE IN RINFORZO la prossima settimana, vediamo i dettagli

    L’inizio della prossima settimana, come ampiamente anticipato anche dai colleghi nei precedenti editoriali, inizierà molto probabilmente all’insegna del tempo stabile e asciutto da Nord a Sud. L’esteso anticiclone di origine afroazzorriana tenderà infatti ad elevarsi verso le alte latitudini europee occidentali, lasciando però la nostra Penisola quasi a confine con la circolazione instabile da Est. Non è infatti da escludere che a partire da mercoledì un affondo meridiano sui Balcani influenzerà direttamente anche il clima della nostra Penisola, con elevate probabilità di fenomeni convettivi al pomeriggio lungo le aree appenniniche in parziale estensione anche a colline e pianure. Trattandosi però di una tendenza ancora soggetta a variazioni, sarà importante seguire i prossimi aggiornamenti dei principali centri di calcolo per valutare a fondo l’entità di questa nuova fase che potrebbe portare le temperature anche al di sotto della media del periodo sulle regioni adriatiche e parte del Sud peninsulare. Tendenza a tempo in genere più stabile e asciutto sulla Sardegna e al Nord Ovest.

  • Per tutti i dettagli vi ricordiamo, come sempre, di seguire il nostro canale Youtube: all’interno disponibili video sempre aggiornati e ben curati graficamente.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Brando Trionfera

il 20 Dicembre 2015 ho conseguito la laurea triennale in Scienze Geologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, pochi mesi dopo intraprendo l’avventura lavorativa al Centro Meteo Italiano. Negli anni successivi, parallelamente all’operato nel CMI che consiste nell’elaborazione di previsioni meteo grafiche, bollettini e articoli previsionali, continuo a seguire il percorso di studi magistrale in Geologia d’Esplorazione presso la stessa università. Ho conseguito la laurea il 26 Ottobre del 2018 con votazione di 110 e Lode dopo aver raccolto e rielaborato, per oltre un anno, dati sui terremoti nel Molise presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in ambito della mia tesi sperimentale.

SEGUICI SU: