Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 18 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Ipotesi modellistiche di NEVE a BASSA QUOTA per inizio DICEMBRE, ecco cosa potrebbe succedere

METEO - Neve a bassa quota per l'inizio del mese di Dicembre? Non sembra un ipotesi remota, ecco cosa potrebbe succedere

METEO – Ipotesi modellistiche di NEVE a BASSA QUOTA per inizio DICEMBRE, ecco cosa potrebbe succedere
Prossimi giorni goccia fredda e fiocchi in pianura al Nord
1 di 3
  • Situazione meteo attuale

    Buon pomeriggio cari lettori del Centro Meteo Italiano! Siamo ormai alle porte di un nuovo peggioramento meteo, che condizionerà l’andamento del fine settimana (ultimo del mese di Novembre) specie sul basso Mediterraneo. Sul nostro territorio i cieli sono abbastanza nuvolosi, con sole confinato alle zone meridionali d’Italia. I valori di pressione al suolo sono calati parecchio e sull’Italia si trovano tra i 1020 e i 1023 hPa; massimi ad est sui paesi dei Balcani fino a 1026 hPa. La depressione che ci investirà si trova ormai a sud della Spagna con un minimo di 1005 hPa, garantendo maltempo sull’Europa occidentale. Il maltempo si avvicinerà sempre più dai quadranti occidentali, permettendo l’arrivo di intense piogge e temporali. Vediamo cosa accadrà!

    Italia divisa a metà per il weekend

    Il peggioramento meteo di questo weekend spaccherà letteralmente in due l’Italia; se da una parte si protrarrà la grave situazione siccitosa sulle Alpi, al centro-sud le precipitazioni torneranno protagoniste facendo risultare il media o sopra la media l’andamento pluviometrico. Si tratterà di un peggioramento di stampo mite, con temperature che non subiranno grossi cali termici. Si verificheranno piogge piuttosto importanti specialmente sulla Sardegna, dove sono previsti accumuli a 3 cifra tra oggi e domani. Complice la ventilazione meridionale, le forti piogge coinvolgeranno successivamente la Sicilia ed in seguito i settori peninsulari centro-meridionali. Sul seguito le ipotesi modellistiche, prevedono l’arrivo di un possibile evento nevoso a bassa quota.

    METEO – L’andamento del mese di Dicembre potrebbe essere molto dinamico dal punto di vista meteo

    Possibile primo episodio di neve a bassa quota e freddo per la prima decade di Dicembre

    Sull’inizio di Dicembre i modelli si stanno sempre più allineando all’ipotesi dell’arrivo di una perturbazione di matrice artica sul nostro territorio. E’ da qualche giorno infatti che il modello ECMWF propone questo ingresso di aria più fredda con ciclogenesi Mediterranea. Con questa occasione potrebbe giungere la neve a quote basso collinari specialmente al nord e copiosa in montagna specie sulle zone Appenniniche. Lo scenario inizia ad essere abbozzato da altri modelli matematici anche se prevale ancora l’incertezza. Sul seguito potrebbe dunque delinearsi un periodo più freddo e dinamico, come previsto dalle proiezioni mensili.

     

  • Meteo: Dicembre con possibilità maggiori di freddo e perturbazioni

    Se il mese di Novembre è risultato abbastanza irregolare per la disposizione delle piogge, il mese di Dicembre potrebbe essere più “generoso”: dalle ultime analisi del modello Europeo, risulterebbe infatti più piovoso ma con temperature lievemente sopra la media mensile. Le correnti atlantiche dovrebbero investire a più riprese i paesi dell’Europa centro-occidentale; il Vortice Polare per questo dovrebbe essere alquanto disturbato, a differenza di altri anni in cui il mese di dicembre è risultato abbastanza piatto e zonale. Per ulteriori dettagli seguite i prossimi editoriali per scoprire di più sull’andamento del prossimo mese dell’Inverno 2020.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: