Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 26 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO NOVEMBRE: Caos nel LUNGO TERMINE, le ipotesi previsionali per l’Italia

METEO NOVEMBRE - Ancora molta incertezza tra le previsioni e la tendenza mensile per il proseguo del mese, ecco i dettagli

METEO NOVEMBRE: Caos nel LUNGO TERMINE, le ipotesi previsionali per l’Italia
1 di 3
  • Tempo stabile in settimana, ma ancora per poco

    La fase altopressoria che stiamo vivendo sembrerebbe nel mese di Ottobre l’unica finestra di sole e tempo stabile di tutto il periodo vissuto finora. In questa prima parte della settimana abbiamo avuto cieli per lo più sereni al centro-sud, nubi basse e nebbie al nord, particolarmente insistenti su Golfo Ligure e Veneziano. Lo scorrimento di aria relativamente più calda sui mari che bagnano la nostra penisola, hanno permesso la formazione di queste stratificazioni che si diraderanno con l’arrivo di una nuova perturbazione. L’instabilità partirà dalla notte di Giovedì quando alcune piogge si faranno spazio sulle regioni settentrionali. Successivamente spazio al maltempo anche sulle regioni centrali e meridionali ma entriamo nel dettaglio di questa fase meteo più bagnata!

     

    Maltempo nel fine settimana, attenzione al sud Italia

    Questo fine settimana sarà soggetto come evidenziato in precedenza a correnti umide perturbate in ingresso dai quadranti settentrionali. Avremo un abbassamento dei geopotenziali in quota e la manifestazione di piogge temporali e grandinate specialmente sulle zone centrali a causa del nocciolo d’aria fredda in transito ai 500 hPa (altezza isobarica di riferimento intorno ai 5500 metri). Domenica spazio al maltempo anche sulle regioni più meridionali, specialmente alle zone Tirreniche di Campania, Calabria e Sicilia dove le piogge potranno risultare particolarmente abbondanti (con punte over 50-70 mm a ridosso delle zone pedemontane). In successione, questa prima perturbazione potrebbe richiamare ulteriormente aria fredda ed instabile (come pronosticato dai maggiori modelli matematici) e dare adito ad una profonda ciclogenesi sul golfo Ligure. Nel lungo termine ancora c’è ancora molta incertezza. Successivamente il mese di Novembre potrebbe risultare anormale, ecco perché.

    Novembre anticiclonico? Così pare dalla proiezione dell’Europeo

    La tendenza tracciata dal centro di calcolo d’eccellenza Europeo ECMWF mette in risalto un andamento per lo più anticiclonico sull’Europa centro-orientale. La pluviometria potrebbe di conseguenza risultare molto al di sotto della media stagionale, specialmente sulle Isole Maggiori ed in lieve deficit sulle regioni centrali e settentrionali. Dal punto di vista termico, potrebbe risultare soltanto poco al di sopra della media su tutto lo stivale; anomalie più positive invece al meridione. Ricordiamo comunque la scarsa affidabilità di queste tendenze, che spesso sono affette da un alto margine di errore. Scopriamo quali sono le proiezioni degli altri centri di calcolo internazionali!

  • Ipotesi avanzata all’unisono da altri centri di calcolo

    Il modello NCAR si discosta dalla tendenza degli altri modelli che all’unisono ipotizzerebbero un Novembre anticiclonico e secco. Per quanto riguarda il centro di calcolo Lamma, il prossimo mese invece potrebbe risultare più variabile ma sembra con un andamento delle temperature sopra la media del periodo. Verificheremo con i dati del mese entrante se queste ipotesi potranno risultare vere oppure saranno smentite; nel frattempo vi invitiamo a seguire i nostri prossimi aggiornamenti meteo.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: