Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 26 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO NOVEMBRE – La tendenza MENSILE con le ultime PREVISIONI nel medio termine

METEO NOVEMBRE - Le previsioni nel medio termine e la nostra tendenza mensile, incalzano per un mese alquanto piatto

METEO NOVEMBRE – La tendenza MENSILE con le ultime PREVISIONI nel medio termine
METEO NOVEMBRE - La tendenza MENSILE con le ultime PREVISIONI nel medio termine
1 di 3
  • Il mese di Ottobre ha chiuso con maltempo su tutta la penisola

    Meteo – Siamo oramai proiettati verso il mese di Novembre, lasciandoci alle spalle un notevole numero di perturbazioni che ha caratterizzato il tempo meteorologico del mese di Ottobre. Nell’ultima occasione una saccatura dalle alte latitudini europee, ha lambito l’Italia alimentando un minimo di bassa pressione che ha attraversato lo stivale da nord a sud. Il peggioramento è stato foriero di piogge, nevicate sull’arco Alpino fino a 1300 metri di quota sulle montagne di confine e grandinate diffuse. Attualmente il minimo è posizionato a sud della Grecia e sarà assorbito dalla circolazione atmosferica delle latitudini più settentrionali. D’altra parte sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, una vasta area altopressoria si farà spazio per regalarci giornate più miti e stabili almeno fino alla fine della settimana.

     

    Ultimissimi giorni di Ottobre con tempo stabile (o quasi)

    Come detto nel primo paragrafo il nostro territorio sarà abbracciato da una campana anticiclonica che apporterà cieli sereni al centro sud e nebbie al nord Italia. Questa figura barica si estenderà con asse nord-sud dal nord Africa fino alla Francia per poi protendere fino ai margini della Scandinavia a ridosso del weekend. Le temperature andranno ad incrementare, con valori fino a 20°C specie sulle regioni centrali, per poi toccare i 22-23°C nell’ultimo giorno del mese specie sulle isole maggiori. Dunque un mese di Novembre che esordirà con nebbie e alta pressione con picchi centrati al nord-ovest.

     

    Ecco la situazione barica vista dal global model GFS per l'inizio di Novembre - elaborazione grafica centrometeoitaliano.it

    Ecco la situazione barica vista dal global model GFS per l’inizio di Novembre – elaborazione grafica centrometeoitaliano.it

    Esordio di Novembre con alta pressione

    L’inizio del mese di Novembre è già stato tracciato dalle emissioni modellistiche in precedenza. L’anticiclone apporterà un aumento dei valori di pressione fino a raggiungere i 1028 hPa al suolo sulle Alpi. Il caldo sarà localizzato specialmente alle quote elevate con uno zero termico quasi da “record” che arriverà fino ai 4000-4200 metri di altezza. Attenzione in particolar modo alle nebbie che proprio per il primo giorno di Novembre potranno risultare molto fitte e durature in Pianura Padana. Non si esclude una persistenza anche nei giorni avvenire, con possibili criticità per la salubrità dell’aria conseguenti dal ristagno dell’aria nei bassi strati dell’atmosfera. Sul seguito permane ancora l’incertezza anche se alcuni modelli prevedono un anticiclone ad oltranza sull’Italia per i giorni successivi.

  • Incertezza nel medio termine, la tendenza mensile per Novembre e Dicembre

    Nel medio termine prevale ancora l’incertezza con un anticiclone che potrebbe isolarsi sull’Europa centrale, con una configurazione da “Omega Blocking” (alta pressione nel centro e due centri di bassa pressione ai lati). Questa ipotesi sarebbe pienamente in linea con quanto redatto nell’ultima analisi stagionale Lamma (centro di calcolo Toscano) che riporta quanto segue: “Nel mese di ottobre la circolazione generale sull’area euro-atlantica è stata influenzata da un vortice polare troposferico molto disturbato (NAO negativa), cui si sono associate numerose perturbazioni. La situazione sembra destinata a mutare a novembre, mese che dovrebbe vedere un rapido rinforzo del vortice polare, dapprima in sede troposferica e successivamente in stratosfera. Le ultime proiezioni riguardanti la sezione verticale del vortice, infatti, indicano intorno al 10 novembre, un anomalo aumento dell’indice NAM che potrebbe coincidere con un episodio di stratcooling (da confermare), il quale potrebbe influenzare oltre al mese di novembre, anche quello di dicembre. Questo scenario, abbastanza in linea con le principali emissioni modellistiche internazionali a medio-lungo termine, potrebbe dar luogo ad un bimestre novembre-dicembre caratterizzato da temperature superiori alla norma e scarse precipitazioni (classici effetti di una circolazione zonale prevalentemente anticiclonica all’insegna di un indice NAO+). Quanto descritto ci porta a confermare le indicazioni fornite dai modelli, ovvero novembre con giorni piovosi inferiori alla norma e temperature in media o leggermente superiori

     

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: