Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 7 Agosto
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Nuovo BREAK dell’ESTATE con TEMPORALI e CALO TERMICO? Ecco quando e dove

METEO - Possibilità di un nuovo BREAK dell'ESTATE per metà mese con il ritorno dei TEMPORALI con CALO delle TEMPERATURE, ecco tutti i dettagli

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Passato weekend in compagnia del maltempo sull’Italia peninsulare

    La parentesi perturbata che ha interessato la nostra Penisola nel nostro weekend ha seguito una fase di prolungata stabilità che ha caratterizzato soprattutto il centro-sud tra la terza decade di giugno e i primissimi giorni di luglio. Uno sbilanciamento del flusso atlantico verso il continente europeo ha poi permesso alle correnti più fresche e umide di infiltrarsi sulle aree più settentrionali della nostra Penisola, con alcuni settori dell’estremo nord che hanno avuto a che fare con il frequente maltempo. Predetto flusso atlantico si sarebbe ulteriormente abbassato sullo stivale, tanto da portare un’ondata di maltempo che ha interessato tutta l’Italia peninsulare.

    Non sono mancati danni e disagi sulle regioni centro-settentrionali

    Il maltempo ha comunque presentato carattere sparso e non molto diffuso, colpendo principalmente i settori interni e lasciando maggiormente ai margini quelli costieri. Nello specifico, l’ondata di maltempo che ha ormai abbandonato definitivamente il nostro Paese, ha lasciato il segno in alcune località delle regioni centro-settentrionali. Nella giornata di venerdì 3 lo ha fatto dapprima in Lombardia e successivamente in Piemonte ed Emilia-Romagna, con l’abbattimento di diversi alberi e altrettanti allagamenti, mentre sabato 4 luglio è toccato alle regioni centrali, in particolare nel Lazio dove si sono segnalate le maggiori criticità.

    Weekend rapido peggioramento

    A partire dalla giornata di oggi e fino a quella di giovedì 9 luglio le condizioni meteo all’interno della nostra Penisola rimarranno pressoché stabili ovunque, nonostante qualche addensamento di troppo plausibile sull’arco alpino. A partire da venerdì 10 invece, un rapido peggioramento interesserà soprattutto i settori nordorientali, con il culmine del maltempo atteso nel pomeriggio sabato, quando qualche temporale potrà generarsi lungo l’Appennino centrale e possibilmente anche quello calabrese, come abbiamo approfondito maggiormente all’interno di un apposito editoriale. Anticiclone successivamente in ripresa, ma sarà solo temporanea, come vedremo nel prossimo paragrafo.

  • Ingerenza atlantica intorno a metà mese

    Stando alle ultime emissioni di uno tra i principali centri di calcolo, quello americano GFS, in riferimento dunque all’aggiornamento pomeridiano delle 12utc, esso sembrerebbe mostrare un’ingerenza di stampo atlantico per gli inizi della prossima settimana e dunque intorno alla metà del mese di luglio. L’Anticiclone non sarebbe più in grado di assicurare stabilità, con il maltempo che tornerebbe ad interessare il centro-nord.

  • Instabilità accompagnata da calo termico, ma affidabilità resta bassa al momento

    L’instabilità che, stando alle attuali emissioni, interesserebbe esclusivamente il centro-nord, sarebbe peraltro accompagnata da un calo delle temperature più sensibile soprattutto sulle località interessate dal maltempo. L’affidabilità tuttavia rimane bassa poiché la tendenza, appoggiata comunque anche dal modello inglese ECMWF, è riferita ad una distanza temporale troppo ampia. Seguiranno dunque aggiornamenti nel corso dei prossimi giorni che vi invitiamo a seguire sul nostro sito.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: