Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 27 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Passaggio instabile determina PIOGGE localmente abbondanti, l’evoluzione per le prossime ore

METEO - Passaggio instabile determina PIOGGE localmente abbondanti su Liguria e Sicilia nella giornata odierna, maggiori schiarite al centro. Domani generale miglioramento per l'arrivo dell'anticiclone

METEO – Passaggio instabile determina PIOGGE localmente abbondanti, l’evoluzione per le prossime ore
Piogge in atto al nord e parte del sud, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Meteo: transita un impulso instabile sull’Italia

    Buon pomeriggio e ben ritrovati a tutti i cari lettori del Centro Meteo Italiano! Nonostante sull’Italia sia presente un campo barico livellato attorno ai 1025 hPa, un impulso instabile è riuscito a far breccia nel Mediterraneo centrale, portando una giornata odierna localmente uggiosa. In particolare molte sono le nubi al nord e parte del sud, con precipitazioni associate per lo più di debole intensità fatta eccezione per Liguria e Sicilia dove ritroviamo fenomeni anche abbondanti. Va meglio al centro, dove prevalgono le schiarite tra Lazio ed Abruzzo.  Vediamo con maggior dettaglio le condizioni meteo attuali e l’evoluzione per le prossime ore.

    Molte nubi e piogge al nord

    Meteo – Come anticipato, un impulso instabile sta transitando in queste ore sulle regioni settentrionali. I cieli si presentano coperti fin dal mattino, con associate deboli piogge tra Emilia e nordovest. Sulla Liguria ritroviamo fenomeni più abbondanti, complice anche all’orografia che tende ad esaltare le precipitazioni con correnti meridionali, con punte di oltre 80 mm  sull’Appennino genovese. Nevica debolmente sulle Alpi occidentali e Marittime al di sopra dei 1200-1400 metri, mentre timide schiarite interessano l’Alto Adige. Nelle prossime ore è atteso un graduale miglioramento, seppur con i cieli ancora molto nuvolosi o coperti, specie in pianura,  anche durante la giornata di domani.

    Piogge al sud, ampie schiarite al centro

    Non solo il nord Italia, ma anche le regioni meridionali sono interessate da nubi e fenomeni localmente abbondanti. Come annunciato nella giornata di ieri dal bollettino della Protezione Civile, i fenomeni più intensi stanno interessando i settori ionici di Calabria e Sicilia, maggiormente influenzati da una blanda circolazione ciclonica in azione tra la Tunisia e lo Ionio meridionale. Accumuli fino a 50 mm nel catanese, mentre risultano più contenuti e non oltre i 20 mm sul resto dell’Isola e della Calabria meridionale. Nubi sparse sul resto del sud Italia, con occasionali acquazzoni sulla Sardegna centro-orientale, mentre ampie schiarite interessano le regioni centrali, in particolare tra Umbria, Lazio ed Abruzzo.  Piogge nelle prossime ore attese ancora sui settori ionici e sulla Sicilia, poi un graduale miglioramento è atteso per la giornata di domani.

  • Avvio di settimana più stabile, poi arriva il freddo artico

    L’avvio della prossima settimana sarà caratterizzato da condizioni meteo più stabili, grazie all’espansione momentanea di un promontorio anticiclonico. A seguire, le festività natalizie saranno influenzate dalla discesa di una saccatura artica sul centro Europa, coinvolgendo tra Natale e Santo Stefano anche l’Italia con il ritorno del maltempo e della neve localmente a bassa quota. L’Inverno tra fine dicembre e la prima parte di gennaio potrebbe fare la voce grossa, con ondate di freddo intenso e neve su molte Nazioni europee con possibile coinvolgimento anche dell’Italia. Rimanete aggiornati!

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Meteo  – Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Davide Gallicchio

Laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi di laurea sperimentale sull'evento meteorologico estremo che ha interessato l'Italia il 29 Ottobre del 2018, attualmente sto perfezionando la mia preparazione attraverso il corso di laurea magistrale in Atmospheric Science and Technology. Parallelamente al percorso di studi lavoro presso il Centro Meteo Italiano S.r.l come meteorologo, occupandomi anche della stesura di articoli meteo e comunicati per emittenti radiofoniche.

SEGUICI SU: