Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 7 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Piogge alluvionali, frane e fiumi di fango travolgono strade e abitazioni in Brasile: almeno 54 i morti e numerosi dispersi. Situazione critica

Maltempo in Brasile, situazione critica: almeno 54 le vittime a causa di inondazioni e frane

Immagine repertorio: Brasile, 77 morti per maltempo nello Stato di Rio, anno 2010. Fonte: Ansa
1 di 4
  • Maltempo con frane e smottamenti

    Mentre in Italia si aspetta la pioggia e la neve in un inverno molto amaro di precipitazioni ma anche di freddo, altre zone del pianeta stanno facendo i conti con piogge torrenziali e purtroppo gravissimi danni. Lo abbiamo riportato anche nel corso degli ultimi giorni, ma la situazione si aggrava ora dopo ora in Brasile, dove piogge torrenziali, frane e smottamenti hanno recato oltre 50 morti, feriti e tantissimi sfollati. Non c’è pace per il Brasile, dove la pioggia sta continuando a cadere e nella scorsa notte altre violente precipitazioni hanno interessato un’area già duramente colpita.

    Aumentano i morti, bilancio che parla di 54 vittime

    Nel corso delle ultime ore, come riportato da “tio.ch”, una nuova tempesta si è abbattuta sullo Stato brasiliano di Minas Gerais, causando nuovi allagamenti e distruzioni e portando a 54 il bilancio dei morti. Strade e abitazioni sono state completamente distrutte e invase da un fiume di acqua e fango, la situazione resta critica.  Più di 33 mila persone sono state evacuate dalle loro abitazioni a causa della distruzione provocata dalla pioggia.

    Oltre 170 mm in poche ore

    Le piogge più intense si sono registrate nella zona Centro Sud del Paese, dove sono caduti 175,6 millimetri di pioggia in poco più di tre ore. Particolarmente colpita anche Belo Horizonte, dove diverse sono state le vittime, anche a causa di una frana che ha travolto case e strade. Numerose le strade, anche di Rio de Janeiro trasformate in fiumi in piena di acqua e fango. Situazione che a distanza di giorni continua ad aggravarsi, nuove piogge sono previste nel Paese sud-Americano.

  • Enorme frana travolge tutto a Belo Horizonte

    Si tratta della sesta città più grande del Brasile che ospita una popolazione di circa 2 milioni e mezzo di abitanti ed è molto importante dal punto di vista turistico. L’enorme frana avrebbe travolto tutto ciò che ha incontrato lungo il suo percorso, numerose le abitazioni che sono andate completamente distrutte.

  • Italia con temperature primaverili, attesi picchi oltre 20 gradi

    In Italia dopo il passaggio di una rapida perturbazione che ha portato nuvolosità sparsa e qualche pioggia lungo il Tirreno e al nord-ovest, la situazione è tornata tranquilla e niente di nuovo è previsto almeno sino al 4-5 febbraio, anzi, le temperature ad inizio della nuova settimana aumenteranno ulteriormente con punte fino a 20-22 gradi, valori tipici tra aprile e maggio. Situazione destinata poi a cambiare dal giorno 5, ne riparleremo.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi fondamentali aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo anche ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: