Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 1 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Possibile SHOCK TERMICO, un BOATO e poi la FRANA: diverse zone isolate in Val Badia

METEO - Il primo APRILE in Val Badia si è avvertito un BOATO e poi una FRANA: nessuna persona rimasta coinvolta, tra le cause possibili lo SHOCK TERMICO, i dettagli

METEO – Possibile SHOCK TERMICO, un BOATO e poi la FRANA: diverse zone isolate in Val Badia
Frane si riversano sull'autostrada in Perù. Frana, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Tempo in miglioramento, ma residui acquazzoni interesseranno ancora l’Italia nelle prossime ore

    Dopo il passaggio di un fronte di maltempo che ha portato i suoi ultimi effetti in mattinata soprattutto sul basso versante adriatico, con gli ultimi rovesci, le condizioni meteo si trovano in netto miglioramento questo pomeriggio sull’Italia, fatto salvo per qualche rovescio anche intenso che ha interessato le zone sudoccidentali della Sardegna. In serata tuttavia, sarà ancora possibile qualche piovasco nelle aree meridionali dello stivale.

    Temperature in netto calo ovunque

    Benché l’ondata di maltempo non abbia interessato diffusamente la nostra Penisola, quello che è invece evidente è il calo, in alcuni casi un vero e proprio crollo, delle temperature che ha interessato tutte le località dello stivale. Questo grazie all’intrusione di correnti più fresche che hanno riportato i valori termici in media o addirittura lievemente al di sotto. La primavera è infatti costretta ad arrestarsi, con l’arrivo di correnti ancora più fredde nella settimana ormai subentrante, dopo che qualche giorno fa aveva portato picchi di temperature fino a +28°C e oltre in Pianura Padana.

    Una frana colpisce la Val Badia, in Alto Adige il 1° aprile

    In tutto questo, la notizia di una frana che ha colpito la Val Badia, in Alto Adige, nel pomeriggio di giovedì 1° aprile, sta circolando solamente quest’oggi. Infatti, stando a quanto si apprende dal sito “ildolomiti.it” nel corso del pomeriggio del predetto giorno, la popolazione del luogo racconta di aver subito un boato, a cui poi probabilmente è seguita proprio la frana. Diverse frazioni di San Martino in Badia sono rimaste isolate a seguito del fenomeno, che ha interessato la Strada Provinciale 57 che collega Longiarù proprio a San Martino in Badia. PER TUTTI I DETTAGLI SULLE PREVISIONI METEO DI BOLZANO, CONSULTATE IL NOSTRO SITO.

  • Vigili del Fuoco sul posto, nessuna persona coinvolta; si studiano le cause

    I Vigili del Fuoco sono intervenuti tempestivamente per mettere in sicurezza il luogo. La frana non avrebbe infatti coinvolto alcuna persona e dunque non ci sarebbero fortunatamente ne vittime ne feriti. Tuttavia, sono al vaglio le plausibili cause: dato che la frana coincide proprio con la giornata in cui si è raggiunto il picco di caldo (1° aprile) si pensa che lo shock termico derivato dalle basse temperature presenti nei giorni precedenti e quelle più elevate registrate quel pomeriggio, abbiano dilatato il terreno al punto da renderlo vulnerabile alle frane.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin dall'adolescenza, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 ora studente universitario. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia