Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 9 Luglio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Primo WEEKEND di LUGLIO con TEMPORALI e GRADINATE, ecco le ZONE COLPITE

METEO - Nel prossimo WEEKEND le correnti ATLANTICHE proveranno a sfondare il muro dell'ANTICICLONE, con TEMPORALI e possibili GRANDINATE, ecco le ZONE COLPITE

Grandine, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Tempo in prevalenza stabile con locali eccezione da ormai una settimana

    Da ormai una settimana e precisamente dallo scorso lunedì 22 giugno, le condizioni meteo all’interno della nostra Penisola appaiono in prevalenza stabili, grazie ad una massiccia presenza dell’Alta pressione di origine africana nel Mediterraneo. Tuttavia, non sono mancati e non mancano tutt’ora dei temporali, che hanno caratterizzato soprattutto le zone alpine in maniera comunque locale. Questo a causa di uno sbilanciamento del flusso atlantico verso il vecchio continente. Nella giornata di ieri inoltre temporali estremamente localizzati si sono formati sull’Appennino abruzzese dove le condizioni meteo sono comunque immediatamente migliorate in serata.

    Clima estivo, oggi in alcuni casi afoso

    In aggiunta al tempo in prevalenza stabile e asciutto sulla nostra Penisola, si ha a che fare con un clima decisamente estivo con temperature oltre la norma del periodo su tutto il territorio nazionale. In alcuni casi quest’oggi, soprattutto lungo il versante tirrenico, al netto di un lieve calo termico, sono aumentati i valori di umidità relativa, rendendo il caldo più afoso e dunque meno sopportabile grazie a una percezione del caldo stesso più acuta. Le temperature più elevate oggi si registrano sul versante adriatico con punte diffuse fino a +33/+34°C, ma le colonnine di mercurio raggiungono anche i +37/+38°C soprattutto in Sicilia.

    Prossimi giorni con il caldo africano

    Nei prossimi giorni le condizioni meteo sulla nostra Penisola tenderanno a migliorare dopo che nelle prossime ore un fronte di maltempo interesserà le aree nordorientali dello stivale, come abbiamo approfondito all’interno di un apposito editoriale. In particolare già da domani martedì 30 giugno e almeno fino a giovedì 2 luglio il tempo in Italia sarà generalmente stabile e asciutto, con l’Anticiclone che riuscirà ad inibire la convezione anche sull’arco alpino, spesso interessato ultimamente dai temporali come scritto in precedenza. Tali condizioni di stabilità saranno accompagnate da clima decisamente estivo grazie al caldo africano.

  • Da venerdì le correnti atlantiche provano a sfondare il muro anticiclonico

    Nella giornata di venerdì 3 luglio e successivamente per tutto il weekend le correnti atlantiche provenienti da latitudini più settentrionali proveranno a sfondare il muro anticiclonico che nella fattispecie di oggi ha respinto un tentativo di affondo da parte di una vasta saccatura di origine nordatlantica. Ciò determinerà il ritorno del maltempo in Italia, con il nuovo arrivo di temporali e di possibili grandinate, cerchiamo di entrare maggiormente nel dettaglio.

  • Una saccatura affonderà in Italia attraversandola da nord a sud

    Una blanda saccatura di origine atlantica affonderà sulla nostra Penisola a partire da venerdì 3 luglio attraversandola da nord a sud. Ciò determinerà condizioni di maltempo talvolta anche spiccato su tutta l’Italia peninsulare (in particolar modo nelle zone interne del Paese). L’instabilità potrà essere facilmente accompagnata da attività elettrica e, occasionalmente, da grandinate. Essa porterà anche un calo delle temperature tanto più netto quanto sono intensi saranno i fenomeni. Nelle zone in ombra pluviometrica il calo sarà meno marcato, ma comunque tangibile.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: