Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 30 Gennaio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Residui ACQUAZZONI in arrivo in ITALIA nelle PROSSIME ORE, in attesa della nuova PERTURBAZIONE, ecco dove

METEO - Residui ACQUAZZONI in arrivo sull'ITALIA centro-meridionale nelle PROSSIME ORE in attesa della nuova PERTURBAZIONE; qualche NEVICATA sulle Alpi occidentali di confine, i dettagli

METEO – Residui ACQUAZZONI in arrivo in ITALIA nelle PROSSIME ORE, in attesa della nuova PERTURBAZIONE, ecco dove
Maltempo, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Va calmierandosi la violenta fase di maltempo

    Dopo una prima parte di giornata particolarmente instabile con diversi episodi di forte maltempo, uno dei quali ha interessato attraverso l’arrivo della grandine la città di Salerno, questa seconda parte sembra destinata ad un miglioramento delle condizioni meteo che però, come vedremo nel presente editoriale, risulterà temporaneo. In questo frangente le temperature si attestano su valori intorno alla media del periodo o poco oltre al centro-sud, poco inferiore in alcune zone del nord.

    Correnti di maltempo in allontanamento

    Va dunque migliorando il tempo in questa seconda parte di giornata, com’era evidente dal quadro previsionale disponibile nella giornata di ieri, a causa dell’allontanamento progressivo della perturbazione che ha causato nelle scorse 24/36 ore forti piogge e acquazzoni in particolare sulle regioni centrali tirreniche e su quelle settentrionali. Tuttavia persisteranno dei residui disturbi dovuti a locali rovesci soprattutto al centro-sud.

    Nelle prossime ore ancora rovesci sulle zone interne del medio-basso versante tirrenico

    Stando ai principali centri di calcolo, nonostante l’allontanamento progressivo delle correnti di maltempo, nelle prossime ore il tempo continuerà a risultare tendenzialmente instabile in particolare sulle zone interne delle regioni del medio-basso versante tirrenico, a causa delle tese correnti di libeccio che favoriscono qualche fenomeno a causa dell’effetto stau. Precipitazioni comunque mediamente deboli o moderate, nevose a partire dai 1000/1100 metri.

  • Neve sulle Alpi occidentali di confine; nuova perturbazione in arrivo

    Inoltre, grazie alla progressione di una nuova perturbazione che di fatto si manifesterà in maniera evidente nella giornata di domani domenica 24 gennaio sull’Italia, i primi rovesci si ripercuoteranno sulle Alpi occidentali di confine, dove la quota neve si attesterà comunque intorno ai 900/1000 metri. Domani condizioni di forte maltempo abbracceranno soprattutto i settori occidentali italiani grazie all’innesco di una ciclogenesi tutta tirrenica, sui cui effetti dettagliati però approfondiremo in un editoriale serale.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: