Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 29 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – RUGGITO INVERNALE TRAFIGGE le festività di NATALE, CROLLO TERMICO e NEVE a BASSA QUOTA, i dettagli

METEO - Un RUGGITO INVERNALE TRAFIGGE letteralmente le festività natalizie, con ANTICICLONE KO: CROLLO TERMICO e NEVE a BASSA QUOTA, i dettagli

METEO – RUGGITO INVERNALE TRAFIGGE le festività di NATALE, CROLLO TERMICO e NEVE a BASSA QUOTA, i dettagli
Neve, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • L’Anticiclone alberga sulla nostra Penisola

    Dopo un lieve cedimento nel weekend ormai trascorso che ha causato piogge e acquazzoni soprattutto sui settori italiani più occidentali, l’Anticiclone è tornato ad imporsi sul Mediterraneo centrale e conseguentemente anche sulla nostra Penisola, portando condizioni meteo di generale stabilità, anche se con cieli molto variabili, soprattutto nel corso di questo pomeriggio, da nord a sud. Non si percepiscono comunque significative variazioni di temperatura in questo frangente, almeno in pianura.

    Qualche disturbo di maltempo localizzato tra Toscana e Liguria

    Nonostante il netto predominio dell’Alta pressione di matrice azzorriana sulla nostra Penisola, esso è costretto a cedere il passo a qualche infiltrazione di aria più umida proveniente dai quadranti nordoccidentali. Queste, causeranno in serata qualche locale eccezione di maltempo che riguarderà essenzialmente l’alto versante tirrenico, nelle zone interposte quindi tra la Liguria e la Toscana. Rimarrà in ogni caso più asciutto altrove.

    L’inverno rivendica la propria scena nel Mediterraneo per le festività di Natale

    Questa situazione si protrarrà ancora almeno fino alla giornata della Vigilia di Natale, dopodiché stando ai principali centri di calcolo l’arretramento dell’Alta pressione di origine azzorriana diverrà più evidente: un affondo di natura artico marittima riguarderà l’Italia a partire proprio dalla seconda metà della giornata di Natale, per poi completare l’affondo per la giornata di S. Stefano. Essa causerà un generale crollo delle temperature (in particolare al centro-nord) e il ritorno della neve a bassa quota.

  • Un Natale di altri tempi, ecco dove la neve cadrà a quote collinari o di bassa collina

    Ad attenderci dunque un Natale di altri tempi, come non se ne vedevano da un po’ di anni meteorologicamente parlando. L’afflusso di correnti via via più fredde riporterà la neve a quote collinari sulle regioni centrali adriatiche, ma anche sulla pedemontana emiliana e, nella notte tra Natale e S. Stefano, anche sulle regioni centrali tirreniche. Inizialmente qualche fiocco potrebbe cadere a bassissima quota anche sulle regioni settentrionali, ma il maltempo si sposterà velocemente verso sud.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: