Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 4 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – SFURIATA di NUBIFRAGI e GRANDINATE alle porte dell’ITALIA, ecco le ZONE COLPITE

METEO - Il PEGGIORAMENTO non molla l'ITALIA e i prossimi giorni saranno dunque ancora forieri di NUBIFRAGI e GRANDINATE, ecco tutte le ZONE COLPITE

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 3
  • Il maltempo flagella l’Italia

    Una violenta ondata di maltempo sta tornando ad interessare la nostra Penisola grazie ad un affondo perturbato di matrice atlantica, a sua volta responsabile dunque dell’arretramento di quella canicola che fino a qualche giorno fa aveva portate le colonnine di mercurio a superare anche i +40°C in alcune località interne. Purtroppo, ancora una volta, l’instabilità non ha mancato di portare fenomeni violenti a loro volta causa di diversi danni e disagi. La zona più colpita sembra essere quella relativa al vicentino, in Veneto, dove tanti sono stati gli allagamenti compresi anche di qualche smottamento.

    Torna la neve sulle Alpi

    L’affondo perturbato di stampo atlantico ha peraltro portato un crollo generale delle temperature piuttosto evidente soprattutto sulle regioni centro-settentrionali dove quest’oggi si faticano a superare i +30°C e in molti casi i valori termici risultano minori. Il crollo termico ha interessato anche le località ad alta quota, con il conseguente abbassamento della quota neve che quest’oggi si è attestata intorno ai 2500/2600 metri. In particolare, nevicate ripetute si sarebbero abbattute sul Passo dello Stelvio dove l’accumulo parla di oltre 40 centimetri di neve al suolo.

    Temporali anche per domani

    Anche la giornata di domani mercoledì 5 agosto continuerà a venir caratterizzata dal forte maltempo. Innanzitutto, è atteso un miglioramento delle condizioni meteo sulle regioni settentrionali, dove nel corso di questo pomeriggio si sono registrati diversi danni come abbiamo precedentemente sottolineato. Persisterà dunque l’instabilità invece al centro-sud con fenomeni talvolta anche violenti sul medio-basso versante adriatico e nelle zone interne del sud Italia (Appennino meridionale). Acquazzoni anche sul settore tirrenico meridionale. Il Dipartimento di Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta su molte regioni, scopri quali.

  • Goccia fredda in transito verso oriente

    La goccia fredda che sta attualmente interessando in maniera diretta l’Italia, nelle prossime ore transiterà verso oriente dirigendosi sulla Penisola balcanica. Stando alle attuali proiezioni dei centri di calcolo, per la restante parte della settimana, la sua posizione determinerà comunque lo scorrimento di una blanda circolazione depressionaria sul nostro Paese che causerà ancora maltempo, vediamo le zone colpite.

  • Zone interne del sud, sconfinamenti su aree costiere difficili

    Il maltempo dunque caratterizzerà l’Italia per gran parte di questa settimana grazie all’instabilità termoconvettiva che scoppierà nelle ore pomeridiane nei prossimi giorni. Lo sviluppo di temporali anche localmente a carattere di nubifragio e accompagnati occasionalmente da grandinate interesserà dunque essenzialmente le zone interne del sud, con difficili sconfinamenti verso le aree costiere che dunque avranno prevalentemente a che fare con il bel tempo e temperature tutto sommato nella media senza eccessi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.