Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 25 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – SMOG e INQUINAMENTO alle stelle al NORD Italia in questi giorni; ecco dove

METEO - Incremento di smog e inquinamento sul settentrione italiano, su Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto

METEO – SMOG e INQUINAMENTO alle stelle al NORD Italia in questi giorni; ecco dove
METEO - SMOG atteso in aumento, causa ANTICICLONE; ecco le aree che saranno più INQUINATE , foto Pixabay
1 di 3
  • Condizioni meteo stabili sull’Italia

    Buon pomeriggio cari lettori del Centro Meteo Italiano! Questo Venerdì 18 Dicembre prosegue con tempo complessivamente stabile a tratti uggioso: i cieli sono molto coperti su tutta la Pianura Padana da nubi basse e spesse; molte nubi anche su Liguria, Sardegna, Sicilia ed in parte sulla Calabria. La presenza dell’alta pressione favorisce questa tipologia di nubi che potrà stanziare a lungo sul nostro territorio. Questa figura barica abbraccia l’Italia partendo dalla Penisola Iberica raggiungendo i paesi limitrofi all’Ucraina, mentre alle latitudini settentrionali è presente un vasto centro di bassa pressione. Questa zona che culmina con un minimo di 976 hPa tratterrà con sé il flusso atlantico, anche se nel weekend sarà possibile una leggera flessione dell’alta pressione. Ecco cosa accadrà.

     

    Weekend parzialmente instabile, ecco dove

    Come anticipato nel precedente paragrafo l’alta pressione cederà a sud della Francia lasciando spazio per un abbassamento dei geopotenziali sul mar Mediterraneo. Questo cedimento comporterà un aumento della nuvolosità e anche il transito di precipitazioni irregolari dapprima sulle Isole Maggiori. Gli effetti sul resto della penisola non si avvertiranno con insistenti nebbie e nubi basse su gran parte del territorio. Tra la notte di Sabato ed il mattino di Domenica le precipitazioni si paleseranno anche sul Piemonte con qualche fiocco di neve sopra i 1400 metri di quota. A seguire la giornata di Domenica risulterà perturbata specialmente su Sardegna, Sicilia, Calabria e al nord-ovest. In questo contesto non si avranno particolari ricambi d’aria che ristagnerà a lungo nei bassi strati dell’atmosfera. Questo darà conseguenze negative alla qualità dell’aria, specialmente su alcune zone. Vediamo quali!

     

     

    METEO - Anticiclone e INQUINAMENTO senza sosta, ecco dove

    Anticiclone e INQUINAMENTO in questi giorni, ecco dove – grafica a cura del Centro Meteo Italiano

    Inquinamento alle stelle su gran parte del settentrione

    Se da una parte l’alta pressione è generalmente portatrice di tempo stabile e soleggiato, dall’altra nel corso della stagione invernale è un indicatore importantissimo di inquinamento. Infatti la permanenza di figure bariche altopressorie per lungo tempo, non permette un “ricircolo” dell’aria specialmente sulle zone pianeggianti più riparate che risentono del fenomeno dell’inversione termica in questi periodi. Tutto ciò combinato alla presenza di attività industriali e grossi centri urbani, può portare ad un peggioramento importante della qualità dell’aria. Proprio in questi giorni molte zone del settentrione risentiranno dell’inquinamento: nella giornata di domani l’indicie di qualità dell’aria in Emilia Romagna, diverrà pessimo nella provincia di Ferrara e localmente a sud della provincia di Modena; scarsa qualità tra le province di Reggio nell’Emilia, Bologna e Ravenna. Situazione speculare in Lombardia dove le nubi basse e le nebbie perdurano dall’inizio della settimana: la qualità dell’aria risulterà molto scarsa su tutta la bassa Lombarda, molto buona invece tra le province di Lecco e Sondrio. Valori di PM10 oltre la soglia anche in Veneto domani, tra Padova, Venezia e Rovigo. Anche le giornate che anticiperanno la festività di Natale, complice un rincaro dell’alta pressione, potrebbero risultare altrettanto “inquinate”.

  • Smog anche per la settimana di Natale? Ecco perché

    Come già anticipato anche la prossima settimana potrebbe essere caratterizzata dalla presenza dell’alta pressione: una rimonta anticiclonica di stampo azzorriano ci farà compagnia fino al 24 Dicembre, permettendo un rincaro delle temperature massime ed un ulteriore peggioramento della qualità dell’aria. Non si escludono dunque a seguire restrizioni per quanto riguarda gli spostamenti, specialmente nei grossi centri abitativi. Le città che potrebbe risentirne più fortemente in questa fase sono quelle a ridosso della Valle del Po, dove già in questi giorni gli inquinanti sono molto elevati. Per non perdervi ulteriori aggiornamenti a riguardo, seguite tutte le nostre pubblicazioni sul nostro sito internet!

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia per le prossime ore e i prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Gabriele Serafini

Appassionato di meteorologia da svariati anni, ho studiato Ingegneria Meccanica presso l'università Roma Tre. Nel 2014 ho fondato Meteo Lazio, che ad oggi vanta una vasta rete di stazioni meteorologiche indipendenti. Mi sono certificato come Tecnico Meteorologo WMO presso il CNR di Bologna nel 2019 ed iscritto presso l'Associazione Meteo Professionisti nel medesimo anno. Infine collaboro con alcune sedi di Protezione Civile nel Lazio per la fornitura di dati meteo, bollettini previsionali e segnalazione di locali criticità.

SEGUICI SU: