NanoPress

METEO – Spettacolari nevicate in Appennino durante la scorsa notte

Pubblicato da Roberto Schiaroli

Abbondanti nevicate cadute nella notte sull' Appennino centrale, specie tra Umbria e Marche. Neve in queste ore sull' Appennino meridionale.

Segnala
Forti nevicate nella notte in Umbria, nella foto il monte Serano visto da Foligno viale Roma. Foto RS23
  • Torna la neve in Appennino e fino a quote medio-basse

    Durante l’ ultima notte abbondanti nevicate hanno interessato il settore centrale dell’ Appennino con gli accumuli maggiori tra Umbria e Marche. Al momento si registrano circa 20-30 centimetri di neve oltre i 1200-1500 metri di quota come possiamo vedere anche dalla foto accanto scattata stamani dal meteorologo Roberto Schiaroli in località Foligno. Nella foto si nota il fresco manto nevoso caduto tra la serata e la nottata sul monte Serano (1420 s.l.m.) a partire dai 800 metri di quota. Ricordiamo che il tutto era stato ampiamente previsto sempre dal nostro meteorologo Roberto Schiaroli in questo editoriale  pubblicato durante la giornata di ieri. La nevicata è stata generata dal transito di una saccatura di bassa pressione di natura nord-atlantica con associate correnti relativamente più fresche in quota, correnti anche piuttosto umide in grado di scaricare precipitazioni abbondanti proprio tra bassa Toscana, Umbria centrale e Marche meridionali.

    Nevica in queste ore sull’ Appennino meridionale, migliora al centro-nord Italia

    Mentre le condizioni meteo migliorano decisamente al centro e al nord Italia con il sole prevalente già in queste ore, il maltempo insiste invece al sud con precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia nord-orientale e Calabria meridionale e centrale tirrenica, con quantitativi cumulati moderati. Attenzione anche ai forti venti settentrionali sulle regioni meridionali con inevitabili mareggiate lungo le coste più esposte. Nevica in queste ore sulla Sila, in Appennino Lucano, Molisano, Irpinia e sull’ Etna mediamente al di sopra dei 1200-1500 metri di quota.

  • Anticiclone in espansione nei prossimi giorni

    Nei prossimi giorni il sole sarà prevalente e le temperature in deciso aumento su tutta l’ Italia con la giornata di Sabato 16 Marzo caratterizzata dal clima prettamente primaverile. La giornata di Domenica vedrà invece il ritorno di qualche nube in Italia specie sul settore nord-occidentale dove non si esclude anche la possibilità di qualche precipitazione specie tra Piemonte e Liguria. Qualche nube in transito anche sulle regioni tirreniche peninsulari ma senza fenomeni associati. L’evoluzione prevista dal modello GFS, le cui mappe sono consultabili nella nostra sezione dedicata, nel lungo termine indica poi condizioni meteo più dinamiche con le correnti instabili dall’ oceano Atlantico di ritorno, specie al nord Italia. Tuttavia visto l’ elevata distanza temporale, i dettagli previsionali andranno valutati con i prossimi aggiornamenti dei modelli meteo ancora non del tutto allineati e concordi, vi invitiamo come sempre a seguire tutti i prossimi aggiornamenti e ad iscrivervi al nostro canale youtube.


Iscriviti alla nostra newsletter

Roberto Schiaroli

nato a Foligno anno 1982. All' età di soli 10 anni ho scoperto la mia passione per la Meteorologia e dopo qualche anno mi ritrovai un lavoro totalmente autodidatta (analisi climatica di Foligno) pubblicato sulla rivista semestrale dell' Aereonautica Militare (anno 1998). Da qui decisi di intraprendere gli studi universitari una volta finito il liceo Scientifico e mi iscrissi all' università di Bologna, facoltà di Fisica dell' Atmosfera e Meteorologia. In seguito alla laurea conseguita ho intrapreso la carriera professionale di Meteorologo presso il Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Umbria come tirocinante, a seguire ho applicato la Meteorologia all' agricoltura tramite il Consorzio Tutela del Sagrantino di Montefalco, fino alla collaborazione attuale con il team di CentroMeteoItaliano.it in qualità di previsore, emissione di bollettini, video meteo, articolista.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter