Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 1 Aprile
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – STOP al CALDO, arriva il FREDDO POLARE e con esso la NEVE a quote medio-basse, i dettagli

METEO - Dopo l'ONDATA di CALDO ANOMALO e FUORI STAGIONE di questi giorni, in ITALIA torna il FREDDO POLARE, che causerà un CROLLO delle TEMPERATURE e il ritorno della NEVE a quote BASSE, i dettagli

Arriva l'inverno in Italia con un'irruzione di freddo polare
1 di 2
  • Weekend con mitezza anomala e tempo soleggiato quasi ovunque

    In Italia si sta passando e si passerà un weekend dai tipici connotati primaverili, con le temperature che risulteranno di diversi gradi oltre la media del periodo. Anche le condizioni meteo saranno piuttosto limpide ovunque, eccezion fatta per l’alto versante tirrenico dove non è esclusa la formazione di qualche addensamento nuvoloso e relative pioviggini che colpiranno in maniera locale e occasionale. Questo a causa di una debole ondulazione della corrente a getto che favorisce l’intrusione di correnti più umide sul Mar Tirreno settentrionale.

    Sarà Alta pressione fino ai primi giorni della prossima settimana

    L’Alta pressione però non influenzerà il clima italiano solo durante questo fine settimana, ma si protrarrà fino agli inizi della prossima settimana. Non a caso il picco caldo verrà raggiunto proprio tra domani domenica 23 e lunedì 24 febbraio. Abbiamo approfondito all’interno di un apposito editoriale le temperature che si raggiungeranno durante l’apice dell’ondata di calore. Successivamente, a partire da metà della prossima settimana, è atteso un netto cambio di registro.

    A seguire ondata di freddo polare

    Inverno in arrivo in Italia a partire dalla metà della prossima settimana.

    Per quanto riguarda l’evoluzione meteo post ondata di caldo e precisamente dalla giornata di mercoledì 26 febbraio, si sta delineando sempre più nelle ultime emissioni modellistiche dei principali centri di calcolo un’ondata di freddo di origine polare marittima in arrivo sulla nostra Penisola. Il dubbio sembra vertere sulla portata del freddo stesso: il modello americano GFS mostra una deriva più occidentale della saccatura, con un conseguente maggior ingresso del freddo, mentre ECMWF sposta la perturbazione un po’ più a est, verso la penisola balcanica. In ogni caso, la neve farà sua comparsa nel territorio italiano, vediamo dove.

  • Neve a quote medio-basse sul versante adriatico

    Quello su cui sembrano non esserci particolari dubbi dai principali centri di calcolo è la neve a quote medio-basse sul versante adriatico. Il crollo delle temperature dovrebbe essere infatti tale da abbassare la quota neve almeno fino in collina, sia secondo ECMWF che GFS. Il secondo però, vede un maggior interesse del freddo da parte del versante tirrenico, dove non mancherebbero neanche le precipitazioni. In tal caso i fiocchi potrebbero interessare anche le aree collinari del Lazio e della Toscana soprattutto nella notte tra mercoledì 26 e giovedì 27, mentre in ogni caso si farebbe molto difficile per la pianura. Tuttavia essendo la tendenza soggetta ancora ad importanti mutamenti, vi invitiamo a rimanere aggiornati sul nostro sito.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: